La pianta di facile manutenzione consigliata dalla NASA per purificare l’aria di casa

La pianta di facile manutenzione consigliata dalla NASA per purificare l’aria di casa
La pianta di facile manutenzione consigliata dalla NASA per purificare l’aria di casa

Sansevieria, detta anche lingua della suocera, spada di San Giorgio o, in inglese, pianta serpente, è una pianta originaria dell’Africa, molto popolare per la sua resistenza e la bassa manutenzioneche lo hanno reso un’opzione per chi si avvicina al mondo del giardinaggio, ma anche come uno di quelli consigliati dall’Amministrazione Nazionale dell’Aeronautica e dello Spazio (NASA) per purificare l’aria.

Uno studio condotto dall’agenzia statunitense nel 1989 sulle piante da giardino indoor per ridurre l’inquinamento atmosferico ha determinato la capacità di un gruppo di piante comuni di rimuovere le sostanze chimiche organiche dall’aria interna. I risultati hanno mostrato che questi campioni possono svolgere un ruolo importante nella purificazione dell’ambiente.

È conosciuta anche come lingua della suocera

Sansevieria, la pianta che richiede poche cure e purifica l’aria

Questa pianta, che comprende circa 130 specie, la maggior parte delle quali originarie dell’Africa e dell’Asia, è ampiamente utilizzato nella decorazione domestica, per interni o giardinipoiché ha il vantaggio di sopravvivere in condizioni sfavorevoli, come temperature elevate o molto basse. Secondo il Ricerca della NASAè ottimo per rimuovere benzene, xilene e toluene, tricloroetilene e formaldeide.

Tra le sue caratteristiche principali ci sono le foglie allungate a forma di lingue o di spade, da cui derivano i nomi comuni, che crescono verticalmente e possono raggiungere più di un metro di altezza. Il colore delle sue foglie è verde scuro con bande longitudinali di colore verde chiaro, grigiastro o giallo.

Gli esperti di piante spiegano che si tratta di una specie abbastanza forte che resiste alle alte temperature.

Secondo Green Ecology, sito specializzato nel regno vegetale, Queste piante sono abbastanza forti, quindi la loro cura non è impegnativa.. Può crescere bene in condizioni ombreggiate o semiombreggiate; Gli specialisti consigliano però di tenerlo in un luogo che riceva un po’ di luce per almeno alcune ore al giorno.

La frequenza di irrigazione ideale sarebbe: ogni due settimane in primavera ed estate, ogni tre settimane in autunno e una volta al mese in inverno. I professionisti spiegano che non bisogna annaffiare finché il substrato o il terreno non sono completamente asciutti, soprattutto durante i mesi freddi, perché le sue radici potrebbero marcire a causa dell’acqua in eccesso.

 
For Latest Updates Follow us on Google News
 

-

PREV Fabio Agostini si lancia contro Luis Mateucci pochi minuti dopo il suo arrivo a “Vincere o Servire?” – Publimetro Cile
NEXT Flow Fest 2024 svela il suo poster ufficiale: questi gli artisti che saranno al festival