VOX POPULI: L’aumento dei prezzi dei prodotti alimentari non dovrebbe ridurre la qualità dei pasti scolastici

VOX POPULI: L’aumento dei prezzi dei prodotti alimentari non dovrebbe ridurre la qualità dei pasti scolastici
VOX POPULI: L’aumento dei prezzi dei prodotti alimentari non dovrebbe ridurre la qualità dei pasti scolastici

L’altro giorno avevo intenzione di mangiare crocchette a cena, quindi mi sono fermato in un supermercato locale per comprare il cavolo come contorno.

Ma un cavolo costa quasi 400 yen (2,55 dollari). Secondo The Asahi Shimbun, questo prezzo esorbitante, che si dice abbia raggiunto il picco in questo momento, è da attribuire alle temperature insolitamente basse di fine febbraio, abbinate alle recenti piogge.

In ogni caso, visto che il contorno sarebbe costato più del piatto principale, ho cercato altre verdure che potessero fungere da sostituto. Ma non sono riuscito a trovare nulla con un prezzo che possa essere considerato ragionevole.

Nel suo libro intitolato “Dan-ryu Kukkingu” (cucina in stile Dan), l’autore Kazuo Dan (1912-1976) ricorda le crocchette surrogate chiamate “Taisho Korokke” (letteralmente, crocchetta dell’era Taisho), che mangiava da bambino.

Fatti di “okara” (polpa di soia) mescolato con “surimi” (carne di pesce tritata) e fritti, venivano acquistati dai carretti dei venditori ambulanti.

“(Le crocchette) venivano fornite con cavolo tritato grossolanamente e generosamente dosate con senape e salsa Worcestershire”, ha ricordato Dan.

Il libro fu pubblicato nel 1970 e lui notò: “Ai prezzi odierni, probabilmente potresti comprare due o tre di quelle crocchette per 10 yen.”

Ciò equivarrebbe a circa 70 yen oggi, che è decisamente economico.

Mi chiedevo come sarebbe una “crocchetta dell’era Reiwa”. Ma non potevo nemmeno immaginare una ricetta a basso budget, visti i prezzi elevati degli ingredienti e dei condimenti al giorno d’oggi.

Ed è diventato altrettanto difficile preparare pranzi scolastici a basso costo.

Recentemente l’Ufficio per le pubbliche relazioni del governo è stato criticato per le foto dei “pranzi scolastici delle epoche Heisei e Reiwa” pubblicate sulla sua piattaforma di social media.

Questi pranzi sono composti da cinque elementi, tra cui il piatto principale, un contorno e un dessert.

Ma in diverse foto pubblicate per rivelare la realtà più austera, un pranzo tipico consiste solo in una ciotola di riso (o qualche carboidrato equivalente) e uno o due contorni.

Un sondaggio del Ministero dell’Istruzione tre anni fa ha rilevato che il costo medio del pranzo di una scuola primaria pubblica era di circa 256 yen.

Ma da allora i prezzi del petrolio greggio e di altre materie prime sono saliti alle stelle, per non parlare del fatto che lo yen giapponese è oggi ai minimi storici.

Da tre anni non è più realistico mettere insieme un pranzo scolastico a quel prezzo.

Agli scolari devono essere serviti pranzi che garantiscano la quantità e la qualità necessarie, anche se ciò significa aumentare il budget. E non è inevitabile che sia il governo a farsi carico di tale onere?

Dopotutto, è in gioco la salute dei bambini.

—L’Asahi Shimbun, 20 maggio

* * *

Vox Populi, Vox Dei è una popolare rubrica quotidiana che tratta una vasta gamma di argomenti, tra cui cultura, arte, tendenze e sviluppi sociali. Scritta da scrittori veterani di Asahi Shimbun, la rubrica fornisce utili prospettive e approfondimenti sul Giappone contemporaneo e sulla sua cultura.

 
For Latest Updates Follow us on Google News
 

-

PREV Nuria Roca e Juan del Val stanno andando a Valencia per un matrimonio: festa e novità a sorpresa
NEXT Sambueza ha rivelato che il presidente del Santa Fe si è lamentato con lui per aver festeggiato il titolo di Bucaramanga | Calcio colombiano | Lega Betplay