Le risposte dei leader occidentali alla morte di Raisi innescano una reazione negativa

Dopo la notizia della morte del presidente Ebrahim Raisi e del ministro degli Esteri Amir-Abdollahian, messaggi di cordoglio si sono rapidamente riversati da qualche prevedibile angolo del mondo.

Tra loro c’erano il presidente turco Recep Tayyip Erdogan, il leader cinese Xi Jinping e il primo ministro ungherese Viktor Orbán.

Tuttavia, sono esplose reazioni negative per le reazioni di diversi funzionari dell’UE e di un portavoce della NATO.

Lunedì, il portavoce della NATO Farah Dakhlallah ha affermato che l’alleanza di difesa occidentale invia le sue “condoglianze al popolo iraniano per la morte del presidente Raisi, del ministro degli Esteri Amir-Abdollahian e di altri che sono morti nell’incidente dell’elicottero”.

Gli iraniani, che hanno ampiamente festeggiato la morte degli alti funzionari governativi, hanno reagito rapidamente con indignazione alle dichiarazioni di cordoglio.

“Sono sbalordito da questo tweet. Ciò è del tutto inappropriato su così tanti livelli”, ha detto l’ex segretario generale aggiunto della NATO Marshall S. Billingslea X.

Nelle loro risposte, gli iraniani si sono affrettati a sottolineare il ruolo di Raisi nel massacro di migliaia di prigionieri politici del 1988, il sostegno del regime ai gruppi terroristici – e l’uso dei droni Shahed per terrorizzare i civili ucraini.

L’indignazione degli iraniani si è intensificata solo quando il presidente del Consiglio dell’UE e il massimo diplomatico dell’UE hanno entrambi twittato le loro “condoglianze”.

“L’UE esprime le sue sincere condoglianze per la morte del presidente Raisi e del ministro degli Esteri Abdollahian, nonché di altri membri della loro delegazione e dell’equipaggio, in un incidente in elicottero. I nostri pensieri vanno alle famiglie”, ha affermato il presidente del Consiglio Ue Charles Michel ha scritto.

Lo ha affermato il capo della politica estera dell’Ue, Josep Borrell legge: “L’UE esprime le sue condoglianze alle famiglie di tutte le vittime e ai cittadini iraniani colpiti”.

Gli eurodeputati e i deputati europei sono poi intervenuti, esprimendo la loro opposizione ai commenti fatti dalla leadership dell’UE.

Lo ha affermato la parlamentare conservatrice britannica Alicia Kearns disse si è trovata “sconcertata” dall’espressione di condoglianze per “un presidente il cui regime ha commesso femminicidio” e “repressione transnazionale e tentati omicidi in tutta Europa”.

“Per me è un mistero assoluto come la Commissione Europea possa mostrare la solidarietà dell’#UE all’Iran. Che hashtag miserabile, che presa in giro dei coraggiosi combattenti per i diritti umani in Iran. Mi aspetto una spiegazione per questo”, la politica tedesca e veterana della difesa Marie-Agnes Strack-Zimmermann ha scritto.

Prima che la notizia della morte di Raisi fosse confermata, la polemica è scoppiata quando il commissario europeo per la gestione delle crisi ha postato su X, confermando la fornitura di assistenza satellitare ai soccorritori iraniani e concludendo il suo incarico con “#EUSolidarity”.

Secondo Politicoun funzionario della Commissione ha affermato che, sebbene il tweet fosse coerente con le linee guida dell’UE sugli aiuti umanitari, personalmente hanno trovato l’espressione di solidarietà “strana”.

In risposta alla condanna, il portavoce della Commissione Balazs Ujvari ha scritto: “Né il meccanismo di protezione civile dell’UE né il sistema satellitare Copernicus sono guidati da considerazioni politiche. Qualsiasi Paese può richiedere assistenza di carattere umanitario o civile attraverso questi canali, e il [Commission] “fa del suo meglio per aiutare.”

L’eurodeputata fiamminga Assita Kanko, del gruppo di destra dei Conservatori e Riformatori europei, si è detta “scioccata” dal fatto che Lenarčič abbia pubblicato un messaggio a nome dell’UE in cui propone di attivare la solidarietà dell’UE per salvare il presidente iraniano.

“Il popolo iraniano è letteralmente e figurativamente strangolato dal regime… Solidarietà europea? Con cui. E con i soldi di chi?”, lei ha scritto.

 
For Latest Updates Follow us on Google News
 

-

PREV Guerra Russia-Ucraina: il vertice di pace in Svizzera riafferma l’integrità di Kiev ma chiede negoziati con Mosca | Volodymyr Zelenskyj | Vladimir Putin | Svizzera | Bürgenstock | Dmitri Peskov | Nato | Ultimi | MONDO
NEXT Il vertice della pace in Svizzera è culminato: quali accordi hanno raggiunto le nazioni?