Sorgono interrogativi sul ruolo della più antica ala di sicurezza del Parlamento di fronte all’acquisizione del CISF

Sorgono interrogativi sul ruolo della più antica ala di sicurezza del Parlamento di fronte all’acquisizione del CISF
Sorgono interrogativi sul ruolo della più antica ala di sicurezza del Parlamento di fronte all’acquisizione del CISF

Mentre il 20 maggio la Forza Centrale di Sicurezza Industriale (CISF) ha assunto il controllo della sicurezza di gran parte del Parlamento, si sollevano interrogativi sul futuro dell’unità disarmata del Servizio di Sicurezza del Parlamento (PSS), la cui esistenza coincide con l’adozione della Costituzione del India nel 1950.

L’unità, precedentemente nota come Watch and Ward Staff, venne istituita inizialmente nel 1929 dopo che Bhagat Singh e Batukeshwar Dutt sganciarono bombe sull’Assemblea Legislativa Centrale, attualmente il vecchio edificio del parlamento o Samvidhan Sadan. L’anno scorso è stato inaugurato un nuovo edificio del Parlamento di fronte alla vecchia struttura.

Leggi anche | Fuori la polizia di Delhi; Il CISF si fa carico della sicurezza del Parlamento

I funzionari hanno messo in dubbio il passaggio di funzioni chiave al CISF, una delle poche forze paramilitari con un’esperienza limitata nell’interazione con il pubblico – negli aeroporti e nelle stazioni della metropolitana.

Le apprensioni abbondano

Mentre gli ordini per il dispiegamento del CISF nella lobby e nei recinti del nuovo edificio del parlamento devono ancora essere annunciati, i funzionari hanno affermato che una componente PSS dovrà essere mantenuta poiché i funzionari del CISF potrebbero non essere esperti nel riconoscere i membri del parlamento o gli ex membri o impedire l’ingresso di un “impostore”.

“PSS è ben addestrato per interagire con parlamentari, ex parlamentari, ecc. È la loro Casa. Esiste una differenza tra la sicurezza della gestione aeroportuale e il parlamento, un organo autonomo. Finora non ho visto alcun ordine del genere riguardo all’investitura del CISF avvenuta su ordine del Presidente, l’autorità suprema. Gli ordini vengono emessi dal Ministero degli Affari Interni dell’Unione (MHA), il che costituisce un precedente sbagliato”, ha affermato PDT Achary, esperto costituzionale ed ex segretario generale del Lok Sabha.

È stato sotto il mandato di Achary che il personale di guardia e di reparto è stato ribattezzato PSS nel 2008. Ha aggiunto che la sostituzione del PSS rappresenterebbe un rischio e che anche ogni Assemblea statale ha il proprio personale di guardia e di reparto per facilitare i rappresentanti eletti.

Lo ha detto Tiruchi Siva, deputato Rajya Sabha del Tamil Nadu indù che lunedì è stato fermato tre volte dal personale del CISF.

«Sono andato in Parlamento per assistere ad un programma, il personale del CISF mi ha fermato tre volte e ha controllato la mia carta d’identità. Prima non era così poiché il personale del PSS ci ha riconosciuto e ha facilitato l’ingresso”, ha affermato Siva, aggiungendo che il PSS è parte integrante della sicurezza del parlamento.

La settimana scorsa è stato ritirato il gruppo parlamentare della Central Reserve Police Force (CPRF) impiegato per la sicurezza periferica. In precedenza, anche la polizia di Delhi impiegata per perquisire e scansionare le borse era stata rimossa dalle responsabilità di sicurezza del Parlamento. L’ultima volta che sono stati apportati cambiamenti su larga scala è stato dopo l’attacco terroristico del 13 dicembre 2001, quando i terroristi hanno preso d’assalto l’edificio. Due funzionari del PSS, Matbar Singh Negi e Jagdish Prasad Yadav, sono stati uccisi mentre svolgevano il loro dovere.

Una settimana dopo l’approvazione, è stata segnalata una violazione della sicurezza nel nuovo edificio il 13 dicembre 2023, l’MHA ha concordato in linea di principio con la CISF di ispezionare i locali del Parlamento e i suoi edifici per il regolare dispiegamento del personale secondo uno schema globale nell’ambito della sicurezza degli edifici governativi. .

La sicurezza generale è amministrata dal Segretariato Lok Sabha.

Un futuro incerto

Questo sviluppo preoccupa diversi funzionari del PSS per il loro futuro. “Siamo stati assunti dalla segreteria del Parlamento. Dalla mattina, la nostra domanda di partecipazione ha sostituito il tema Parlamento indiano con Governo indiano. Abbiamo sentito che ci costringeranno ad andare in pensione a 55 anni. Negli ultimi dieci anni non sono state fatte nuove assunzioni”, ha detto al funzionario del PSS.

Secondo il Manuale sezionale delle procedure d’ufficio del PSS pubblicato dal Segretariato Rajya Sabha nel 2010, il Servizio di sicurezza del Parlamento mantiene un collegamento adeguato e un coordinamento efficace con altre agenzie di sicurezza “per organizzare una sicurezza a prova di errore e di facile utilizzo”.

“Con il passare del tempo, PSS ha acquisito una specializzazione nel campo dell’identificazione dei deputati, dei VIP e dei funzionari/personale in modo da evitare qualsiasi molestia indebita a qualsiasi parlamentare e personale che lavora nel Complesso parlamentare e garantire che nessun impostore/persona non autorizzata ottiene l’ingresso”, ha detto.

Questo è un articolo Premium disponibile esclusivamente per i nostri abbonati. Per leggere oltre 250 articoli premium di questo tipo ogni mese

Hai esaurito il limite degli articoli gratuiti. Per favore, sostenete il giornalismo di qualità.

Hai esaurito il limite degli articoli gratuiti. Per favore, sostenete il giornalismo di qualità.

X

Hai letto {{data.cm.views}} fuori da {{data.cm.maxViews}} articoli gratuiti.

X

Questo è il tuo ultimo articolo gratuito.

 
For Latest Updates Follow us on Google News
 

-

NEXT Dipartimento Morón vs. San Miguel dal vivo: come arrivano alla partita