Il conto delle importazioni di petrolio greggio dell’India aumenta vertiginosamente mentre lo sconto russo si dimezza da febbraio | Notizie su economia e politica

Il conto delle importazioni di petrolio greggio dell’India aumenta vertiginosamente mentre lo sconto russo si dimezza da febbraio | Notizie su economia e politica
Il conto delle importazioni di petrolio greggio dell’India aumenta vertiginosamente mentre lo sconto russo si dimezza da febbraio | Notizie su economia e politica

Secondo un rapporto di Financial Express (FE), la fattura delle importazioni di petrolio greggio dell’India è aumentata del 19% nell’aprile 2024, raggiungendo i 13 miliardi di dollari rispetto allo stesso mese dell’anno scorso. Questo aumento è dovuto principalmente alla riduzione degli sconti sul petrolio russo, nonostante il continuo volume elevato di importazioni.

La Russia, divenuta il principale fornitore di petrolio greggio dell’India in seguito al conflitto russo-ucraino, ha ridotto significativamente i suoi sconti. Gli sconti precedenti di 8-10 dollari al barile si sono ora ridotti a 3-4 dollari al barile.

Clicca qui per seguire il nostro canale WhatsApp

Il rapporto FE, citando l’ICRA, afferma che gli sconti sul petrolio russo si sono ridotti drasticamente da circa il 23% nei primi cinque mesi dell’anno fiscale 24 all’8% tra settembre e febbraio.

Di conseguenza, i risparmi dell’India derivanti dal greggio russo scontato sono diminuiti da 5,8 miliardi di dollari nel periodo aprile-agosto 2023 a 2 miliardi di dollari nel periodo settembre 2023-febbraio 2024. Nell’anno fiscale 23, l’India ha risparmiato circa 5,1 miliardi di dollari grazie a questi sconti e 7,9 miliardi di dollari nei primi undici mesi dell’anno fiscale 24.

Nel frattempo, la dipendenza dell’India dalle importazioni di petrolio greggio ha raggiunto il livello record dell’87,8% nell’anno fiscale 24 e si prevede che aumenterà ulteriormente nell’anno fiscale 25 a causa della crescente domanda di prodotti petroliferi e della stagnante produzione interna. Ad aprile, l’India ha importato 21,4 milioni di tonnellate di petrolio greggio, con un aumento del 7% rispetto ai 20 milioni di tonnellate dell’aprile 2023, spingendo la dipendenza dalle importazioni all’88,4%.

Il rapporto aggiunge che il conto netto delle importazioni di petrolio greggio dell’India potrebbe raggiungere i 101-104 miliardi di dollari nell’anno fiscale 25, in aumento rispetto ai 96,1 miliardi di dollari nell’anno fiscale 24, se gli sconti sul greggio russo rimangono agli attuali livelli più bassi e la dipendenza dalle importazioni continua ad aumentare. Gli sconti ridotti hanno avuto un impatto anche sui margini di raffinazione delle società statali di commercializzazione del petrolio (OMC).

La crescente dipendenza dell’India dalle importazioni di petrolio

Il governo indiano mira a ridurre la dipendenza dalle importazioni di petrolio e ad aumentare la produzione interna durante la transizione verso l’energia verde. Tuttavia, gli obiettivi rimangono non raggiunti. L’obiettivo del 2015 di ridurre la dipendenza dalle importazioni di petrolio al 67% entro il 2022 dal 77% del 2013-2014 non è stato raggiunto, anzi la dipendenza è in aumento.

Per migliorare l’esplorazione di petrolio e gas, nel 2016 il governo ha lanciato la Hydrocarbon Exploration and Licensing Policy (HELP). L’Open Acreage Licensing Program (OALP) nell’ambito di HELP ha assegnato 134 blocchi di esplorazione che coprono 207.691 mq. km dal 2017, ha detto FE.

Produzione nazionale di petrolio stagnante

Nonostante queste iniziative, la produzione nazionale di petrolio rimane stagnante. Nell’aprile 2024, le società upstream indiane hanno prodotto 2,4 milioni di tonnellate di petrolio greggio, invariate rispetto all’anno precedente, mentre la domanda di prodotti petroliferi è aumentata del 6%. Il consumo di prodotti petroliferi è aumentato a 19,9 milioni di tonnellate nell’aprile 2024 da 18,7 milioni di tonnellate nell’aprile 2023. Anche le importazioni di prodotti petroliferi sono aumentate a 4,3 milioni di tonnellate da 3,2 milioni di tonnellate su base annua.

Nell’anno fiscale 24, la produzione nazionale di petrolio è stata marginalmente aumentata a 29,4 milioni di tonnellate rispetto a 29,2 milioni di tonnellate nell’anno fiscale 23, ha riferito FE.

Sebbene si prevede che l’esplorazione delle acque profonde, in particolare nel bacino Krishna-Godavari, aumenterà la produzione della Oil and Natural Gas Corporation rispettivamente dell’11% e del 15% per petrolio e gas, l’obiettivo di ridurre le importazioni di petrolio rimane impegnativo a causa della crescente domanda di petrolio e gas. olio.

 
For Latest Updates Follow us on Google News
 

-

NEXT Dipartimento Morón vs. San Miguel dal vivo: come arrivano alla partita