La NASA e la Boeing rinviano ancora una volta il lancio della navicella spaziale con equipaggio Starliner

La NASA e la Boeing rinviano ancora una volta il lancio della navicella spaziale con equipaggio Starliner
La NASA e la Boeing rinviano ancora una volta il lancio della navicella spaziale con equipaggio Starliner

Il primo lancio con equipaggio della capsula spaziale Starliner della Boeing è stato nuovamente ritardato di a perdita di elio nella nave.

“Le squadre Starliner lo sono al lavoro per risolvere una piccola perdita di elio rilevato nel modulo di servizio della navicella e attribuito ad una flangia su un propulsore del sistema di controllo della reazione unica”, ha spiegato in una Dichiarazione della NASAche ha assunto Boeing dieci anni fa per trasportare gli astronauti da e verso la Stazione Spaziale con Starliner.

L’elio viene utilizzato nei sistemi di propellente dei veicoli spaziali consentire ai propulsori di accendersi e non è combustibile o tossico.

Come parte dei test, Boeing porterà il sistema di propulsione alla pressurizzazione del volo proprio come fa prima del lancio, e poi consentirà al sistema dell’elio di sfogarsi naturalmente convalidare i dati esistenti e rafforzare la logica del volo.

Problemi anche con il razzo

Inoltre, l’11 maggio, il team dell’ULA ha sostituito con successo una valvola di regolazione della pressione nel serbatoio dell’ossigeno liquido nello stadio superiore Centauro del razzo Atlas V, un’anomalia che ha impedito un tentativo di lancio il 7 maggio. Il team ha inoltre eseguito una ripressurizzazione e uno spurgo del sistema e ha testato la nuova valvola, che ha funzionato normalmente. Successivamente è stato rinviato al 17 maggio, ma è stato nuovamente cancellato a causa di un guasto tecnico.

La nuova data di lancio era il 21 maggio ma, come abbiamo accennato, la NASA, la Boeing e l’ULA (United Launch Alliance) lo affermano avrà bisogno di ulteriore tempo per completare i processi di chiusura della nave.

Il razzo Atlas V e la navicella spaziale Starliner rimangono nella Complesso di lancio spaziale-41 Struttura di integrazione verticale presso la stazione spaziale delle forze armate di Cape Canaveral in Florida.

Gli astronauti della NASA Butch Wilmore e Suni Williams, ancora in quarantena pre-volo, sono tornati a Houston il 10 maggio per trascorrere più tempo con le loro famiglie mentre le operazioni pre-lancio procedono. Il duo tornerà al Kennedy Space Center della NASA in Florida nei prossimi giorni. Il volo ha una nuova data di decollo non prima del 25 maggioalle 21:09, ora della penisola spagnola.

Wilmore e Williams saranno i primi astronauti a bordo della navicella spaziale Starliner del Boeing alla Stazione Spaziale come parte del Commercial Crew Program dell’agenzia. Gli astronauti trascorreranno circa una settimana nel laboratorio orbitale prima di tornare sulla Terra ed effettuare un atterraggio assistito con paracadute e airbag nel sud-ovest degli Stati Uniti.

Una volta completata con successo la missione, la NASA inizierà la processo finale di certificazione Starliner e i suoi sistemi per missioni di rotazione con equipaggio verso la Stazione Spaziale.

 
For Latest Updates Follow us on Google News
 

-

NEXT Dipartimento Morón vs. San Miguel dal vivo: come arrivano alla partita