La difesa di Trump conclude le argomentazioni; non ha testimoniato come testimone

La difesa di Trump conclude le argomentazioni; non ha testimoniato come testimone
La difesa di Trump conclude le argomentazioni; non ha testimoniato come testimone

NEW YORK (AP) – Gli avvocati di Donald Trump hanno concluso martedì la loro presentazione senza chiamare l’ex presidente al banco dei testimoni nel processo in corso a New York per le accuse di aver pagato per sopprimere notizie sfavorevoli, avvicinandolo al momento in cui inizierà la giuria. per discutere del suo destino.

“Il vostro giudice, la difesa conclude la sua presentazione”, ha detto Todd Blanche, uno degli avvocati di Trump, in seguito alla testimonianza di un ex procuratore federale convocato dalla difesa per mettere in dubbio la credibilità del testimone chiave dell’accusa.

La giuria è stata esentata fino al 28 maggio, quando verranno presentate le argomentazioni conclusive, ma gli avvocati torneranno martedì per discutere le istruzioni che il giudice dovrebbe dare alla giuria. Trump, il primo ex presidente degli Stati Uniti ad essere perseguito penalmente, non ha parlato con i giornalisti mentre lasciava l’aula e ha ignorato una domanda sul perché non avrebbe testimoniato. Il presunto candidato repubblicano alle presidenziali aveva precedentemente affermato di voler prendere posizione per difendersi da quelle che considera accuse motivate politicamente.

Dopo più di quattro settimane di testimonianze, la giuria potrebbe iniziare a deliberare la prossima settimana per decidere se l’ex presidente è colpevole di 34 capi di imputazione per falsificazione di documenti aziendali.

Dopo la conclusione della difesa, il giudice Juan M. Merchan ha detto alla giuria che la sessione sarebbe stata prolungata in modo che l’accusa e la difesa potessero fornire le loro sintesi, in quella che sarà l’ultima volta che la giuria ascolterà entrambe le parti. Merchan ha detto alla commissione che le sue istruzioni sulle deliberazioni dureranno circa un’ora, dopodiché si potrà iniziare a discutere il caso, forse già dal 29 maggio. Finora ai giurati era stato chiesto di non discutere il caso tra di loro o con nessun altro.

Merchan ha osservato che di solito le sintesi seguono immediatamente la conclusione delle argomentazioni della difesa, ma che in questo caso richiederebbero almeno un giorno e, data la vicinanza della festività del Memorial Day, “non c’è modo di fare tutto ciò che deve essere fatto” prima di esso.

“Ci vediamo tra una settimana”, disse Merchan.

Trump è accusato di aver escogitato un piano di pagamento per mettere a tacere le accuse che avrebbero influenzato la sua campagna presidenziale del 2016, e di aver poi falsificato i registri aziendali per nasconderlo. Trump si dichiara innocente e nega di aver commesso qualsiasi illegalità.

Le accuse provengono da documenti interni della Trump Organization secondo i quali un pagamento di 130.000 dollari a Michael Cohen, ex avvocato e confidente di Trump, è stato classificato come spese legali. L’accusa sostiene che, in realtà, si è trattato di un rimborso a Cohen per i soldi che ha pagato all’attrice porno Stormy Daniels in cambio del fatto che lei avesse taciuto sulla sua versione secondo cui aveva avuto un incontro sessuale con Trump. Trump insiste di non aver avuto rapporti sessuali con Daniels.

______

Long, Eric Tucker e Alanna Durkin Richer hanno riferito da Washington; Jill Colvin e Michelle Price a New York; e Meg Kinnard alla Columbia.

 
For Latest Updates Follow us on Google News
 

-

PREV Putin difende Trump
NEXT Dairon Asprilla, forte candidato per raggiungere il Nacional