Il massiccio ritiro degli Artisti al Great Escape Festival

Il massiccio ritiro degli Artisti al Great Escape Festival
Il massiccio ritiro degli Artisti al Great Escape Festival

Più di 100 artisti hanno preso una posizione ferma ritirandosi dal festival, per protestare contro la sponsorizzazione di Barclays

Quasi un quarto delle band e dei musicisti in programma per il festival Great Escape hanno aderito a una campagna chiamata Le band boicottano la Barclays (I gruppi musicali boicottano Barclays). Questa campagna cerca di convincere i festival a porre fine alla loro collaborazione con la banca britannica, accusata da questi artisti e attivisti di mantenere legami finanziari con aziende che vendono armi a Israele. Questa azione riflette la crescente consapevolezza e attivismo all’interno della comunità artistica, evidenziando le preoccupazioni etiche sui finanziamenti e sul sostegno aziendale.

La campagna di boicottaggio ha ottenuto un sostegno significativo, con più della metà degli artisti previsti per il festival che hanno appoggiato la petizione affinché Barclays rinunci alla sua sponsorizzazione. Tra i nomi importanti che hanno espresso la loro disapprovazione ci sono Idle, Kneecap, Brian Eno E Alfie Templemann. Inoltre, la banda Attacco di massa ha aggiunto la sua voce alla protesta, condannando la partecipazione di Barclays e dichiarando che il coinvolgimento di una banca con tali legami non trova posto negli eventi culturali.

La situazione evidenzia un movimento crescente all’interno dell’industria musicale per mettere in discussione e confrontarsi con le fonti di finanziamento e gli sponsor degli eventi culturali. Gli artisti stanno dimostrando che la loro etica e i loro principi possono avere un impatto reale e significativo, influenzando la struttura e le decisioni di eventi importanti. Questa protesta non solo mette sotto i riflettori le pratiche di Barclays, ma invia anche un forte messaggio ad altre aziende sull’importanza di allinearsi ai valori etici nelle loro partnership.

In risposta al boicottaggio, è stato organizzato un evento alternativo Il Grande Boicottaggio, che si terrà anche a Brighton. Questo evento sarà caratterizzato da esibizioni di artisti come Alice Russell, J Felix, Liv Wynter, Go For It Tribe, Vita ideale, tra gli altri. Il Grande Boicottaggio è organizzato da Rendi la musica importanteun’organizzazione che cerca di sostenere i musicisti che hanno preso la difficile decisione di ritirarsi da The Great Escape, fornendo loro aiuti finanziari e una piattaforma per le loro esibizioni.

Con lo sviluppo del Grande Boicottaggio, è chiaro che la comunità artistica è disposta ad adottare misure drastiche per difendere i propri principi e ritenere responsabili gli sponsor degli eventi culturali. Questa iniziativa promette di essere più di una semplice protesta, affermandosi come un nuovo modello su come gli artisti possono unirsi per creare un cambiamento positivo e significativo nel settore.

 
For Latest Updates Follow us on Google News
 

-

PREV Donald Trump si è raddoppiato e ha avvertito che imporrà tariffe sull’immigrazione clandestina
NEXT Dipartimento Morón vs. San Miguel dal vivo: come arrivano alla partita