Dream Chaser, il primo aereo cargo a viaggiare verso la ISS è già in Florida :: NASANET

Dream Chaser, il primo aereo cargo a viaggiare verso la ISS è già in Florida :: NASANET
Dream Chaser, il primo aereo cargo a viaggiare verso la ISS è già in Florida :: NASANET
Dream Chaser Tenacity, lo spazioplano cargo senza pilota di Sierra Space, è arrivato allo Space Systems Processing Facility (SSPF) presso il Kennedy Space Center della NASA in Florida lunedì 20 maggio 2024. Lo spazioplano è arrivato all’interno da un container a clima controllato proveniente dal test Armstrong della NASA Struttura nell’Ohio. I test finali e l’elaborazione pre-lancio saranno completati all’interno dell’high bay SSPF prima del lancio inaugurale di Dream Chaser a bordo di un razzo Vulcan ULA (United Launch Alliance) dalla vicina Cape Canaveral Space Force Station. Crediti: NASA/Kim Shiflett

Nell’ambito degli sforzi della NASA per espandere i rifornimenti commerciali nell’orbita terrestre bassa, lo spazioplano senza pilota di Sierra Space è arrivato al Kennedy Space Center della NASA in Florida prima del suo primo volo verso la Stazione Spaziale Internazionale.

Lo spazioplano Dream Chaser, chiamato Tenacity, è arrivato a Kennedy il 18 maggio all’interno di un container climatizzato dal Neil Armstrong Test Center della NASA a Sandusky, Ohio, ed è stato raggiunto dal suo modulo cargo Shooting Star, arrivato l’11 maggio.

Prima di arrivare al Kennedy, lo spazioplano e il suo modulo di carico sono stati sottoposti a test di vibrazione nel sistema di vibrazione per veicoli spaziali più potente e con la più alta capacità del mondo all’interno dello Space Environment Complex dell’agenzia, esponendosi a vibrazioni come quelle che sperimenterai durante il lancio e il rientro a bordo. l’atmosfera terrestre. Dopo i test sulle vibrazioni, i due sono stati spostati presso la Space Propulsion Facility della NASA ed esposti a basse pressioni ambientali e temperature comprese tra -150 e 300 gradi Fahrenheit.

All’arrivo a Kennedy, i team hanno spostato Dream Chaser Tenacity nella baia alta all’interno dello Space Systems Processing Facility, dove sarà sottoposto ai test finali e all’elaborazione pre-lancio prima del decollo, previsto per la fine dell’anno.

Lo spazioplano decollerà a bordo di un razzo Vulcan della ULA (United Launch Alliance) dallo Space Launch Complex-41 presso la Stazione Spaziale di Cape Canaveral e consegnerà più di 3,5 tonnellate di carico alla Stazione Spaziale Internazionale.

Le restanti attività preliminari al Kennedy includono interferenze acustiche ed elettromagnetiche e test di compatibilità, il completamento dei lavori sul sistema di protezione termica dello spazioplano e l’integrazione finale del carico utile.

Dream Chaser è un aereo spaziale dal design lift-body che misura più di 9 metri di lunghezza e 4,5 metri di larghezza. L’esclusivo design alato gli consente di trasportare carichi da e verso l’orbita terrestre bassa e mantenere la capacità di atterrare su una pista in stile navetta spaziale della NASA. Il modulo Shooting Star da 4,5 metri può trasportare internamente fino a 3 tonnellate di carico utile ed è dotato di tre supporti esterni per carico utile senza pressione.

Il sistema di trasporto parzialmente riutilizzabile effettuerà almeno sette missioni cargo verso la Stazione Spaziale come parte degli sforzi dell’agenzia per espandere i servizi di rifornimento commerciale nell’orbita terrestre bassa. Le missioni future potrebbero durare fino a 75 giorni e consegnare fino a 5 tonnellate di carico.

Mentre la navicella spaziale Dream Chaser è riutilizzabile e può riportare sulla Terra fino a 1,5 tonnellate di carico, il modulo Shooting Star è progettato per essere gettato in mare e bruciato durante il rientro nell’atmosfera terrestre, creando l’opportunità di smaltire fino a 3,8 tonnellate di rifiuti con ogni missione.

Dream Chaser Tenacity è il primo di una flotta di spaziplani pianificata da Sierra Space per aiutare a portare a termine queste missioni.

Come parte del processo di certificazione del sistema del veicolo per le future missioni di rifornimento dell’agenzia, la NASA e Sierra Space testeranno lo spazioplano una volta che sarà in orbita. Mentre Dream Chaser Tenacity si avvicina alla Stazione Spaziale, condurrà una serie di dimostrazioni per dimostrare il controllo dell’assetto, le manovre di traslazione e le capacità di interruzione. Dopo aver completato la dimostrazione di manovrabilità, gli astronauti della Stazione Spaziale utilizzeranno il braccio robotico Canadarm2 per afferrare la navicella spaziale e attraccarla a un porto rivolto verso la Terra.

Dopo essere rimasto nel laboratorio orbitale per circa 45 giorni, lo spazioplano verrà rilasciato dalla ISS e ritornerà ad atterrare presso la Kennedy Launch and Landing Facility. Dopo l’atterraggio, Dream Chaser verrà spento e il team Sierra Space lo trasferirà nuovamente all’impianto di lavorazione per eseguire le ispezioni necessarie, scaricare il carico rimanente della NASA e iniziare il processo di preparazione per la missione successiva.

 
For Latest Updates Follow us on Google News
 

-

PREV La Colombia è il “paese degli uccelli”, cosa stai facendo per preservarli?
NEXT La Banca Mondiale avverte che il gas flaring nel 2023 è stato il più alto dal 2019