Di fronte alla carenza di metano, Cammesa cerca di acquisire 12 spedizioni di gas liquefatto

Di fronte alla carenza di metano, Cammesa cerca di acquisire 12 spedizioni di gas liquefatto
Di fronte alla carenza di metano, Cammesa cerca di acquisire 12 spedizioni di gas liquefatto

La Società di gestione del mercato all’ingrosso dell’energia elettrica SA (Cammesa) ha aperto una gara per l’acquisto di 12 spedizioni di olio combustibile e gasolio con l’obiettivo di rispondere all’aumento del consumo di gas di fronte all’avanzare dell’ondata di freddo ed evitare maggiori restrizioni nel il sistema, che ha già cominciato a essere limitato nella vendita di metano.

La società incaricata della gestione del mercato energetico prevede di effettuare 7 spedizioni da 50.000 m3 di gasolio ciascuna e 5 spedizioni di olio combustibile per un totale di 200.000 tonnellate. Si stima che il costo di tutte le spedizioni ammonterebbe a circa 600 milioni di dollari. Le aziende interessate a partecipare alla gara dovranno presentare le loro offerte questo mercoledì.

L’ingresso di Cammesa nel mercato alla ricerca di carburante è dovuto alla riduzione della disponibilità di gas naturale nel sistema, a causa delle attuali limitazioni al trasporto energetico, che risiedono nella mancanza di capacità dei gasdotti durante i picchi di domanda. Questa capacità sarà aumentata una volta completati i lavori degli impianti di compressione di Treatyén e Salliqueló della Néstor Kirchner Gasoducto, che permetterebbero di raddoppiare il volume di gas trasportato da Neuquén a Buenos Aires (oggi vengono inviati 11 MMm3 di gas al giorno), dettagli una nota di Econojournal.

Il Ministero dell’Energia prevede l’entrata in funzione della centrale di compressione di Trayén nel corso di giugno, che consentirà di trasportare da Neuquén 5 milioni di metri cubi di gas naturale in più al giorno. Enargas ha recentemente rivelato che il linepack (pressione) del sistema di trasporto del gas è diminuito nell’ultima settimana. Ciò premesso, Energy ha incaricato Cammesa di avviare il dispacciamento del parco di generazione termoelettrica con la maggior quantità possibile di combustibili liquidi. A questa limitazione del mercato locale si aggiunge la sospensione delle spedizioni di energia dal Brasile all’Argentina a causa delle inondazioni nel sud del territorio governato da Lula Da Silva.

Considerato questo panorama, il Governo sta studiando alternative per rispondere alla crescente domanda ed evitare maggiori restrizioni alla fornitura di gas. In questo senso, dalla scorsa settimana si sono verificati problemi nel caricamento del metano per i veicoli, poiché alcuni distributori di gas hanno iniziato a interrompere la fornitura “interrompibile” a più di 124 stazioni di servizio situate in AMBA, La Plata, Mar del Plata, Santiago del Estero e Tucumán.

Il taglio del gas dei contratti interrompibili del GNC è stata la prima misura del sistema per raggiungere l’autoconservazione di fronte alla carenza. Il secondo, che l’Esecutivo vuole evitare, è il taglio dei contratti interrompibili del gas detenuti dalle industrie e dalle grandi imprese.

Intanto il Governo deve definire cosa fare con il costo differenziale del prezzo del gas importato via nave (Gas Naturale Liquefatto o GNL), il cui valore è più del triplo del prezzo del gas prodotto localmente. Per il momento l’esecutivo intende che questo costo aggiuntivo venga assunto dai distributori, ma queste società rifiutano. Il Ministero dell’Energia, presieduto da Eduardo Rodríguez Chirillo, per il momento non vuole trasferire questo differenziale sulle tariffe che gli utenti dovranno assumere. Ma anche il ministro dell’Economia, Luis Caputo, non è disposto a sborsare ulteriori sussidi per pagare le importazioni di GNL.

Il Governo è di fronte a un bivio che va definito al più presto se vuole evitare problemi di approvvigionamento: più sussidi statali, trasferimento alle tariffe o se lo fanno carico i distributori. Lo ha confermato una fonte del settore gas Lo scoprimento che, a causa di questo problema, “si stanno già verificando tagli ai contratti interrompibili di diverse CNG (stazioni di gas naturale compresso) in diverse parti del Paese”.

 
For Latest Updates Follow us on Google News
 

-

NEXT Dipartimento Morón vs. San Miguel dal vivo: come arrivano alla partita