La NASA ha inviato la sua navicella spaziale per osservare un robot morto su Marte. Il motivo: vedere come accumula polvere

La NASA ha inviato la sua navicella spaziale per osservare un robot morto su Marte. Il motivo: vedere come accumula polvere
La NASA ha inviato la sua navicella spaziale per osservare un robot morto su Marte. Il motivo: vedere come accumula polvere
  • Il robot InSight è stato recentemente fotografato dalla sonda Mars Reconnaissance Orbiter

  • Il rapido accumulo di polvere sui pannelli solari ha condannato il robot in passato, ma ora ha una sua utilità

22 maggio 2024, 00:14

Aggiornato il 22 maggio 2024, 00:15

A sinistra, l’ultima foto inviata dal robot InSight della NASA dalla superficie di Marte. A destra, un’immagine molto più recente presa dall’orbita di Marte dal Mars Reconnaissance Orbiter. È lo stesso posto da prospettive diverse.

Riesci a vedere InSight? “Il lander è stato recentemente osservato dal Mars Reconnaissance Orbiter”, afferma un post della NASA.

“Studiando il sito di atterraggio di InSight nel tempo, gli scienziati possono scoprire quanto velocemente accumula polvere, il che aiuta a stimare l’età di altri disturbi superficiali.”

L’esercitazione più solitaria su Marte. A differenza dei rover che vagano per il pianeta e delle sonde che gli orbitano attorno, InSight era dotato di un sismometro e di una trivella per atterrare su un punto fisso su Marte ed esplorare il sottosuolo.

Il robot è atterrato il 26 novembre 2018 su una pianura conosciuta come Elysium Planitia. Durante la sua missione ha rilevato più di 1.300 terremoti che hanno contribuito a determinare le dimensioni e la composizione del nucleo, del mantello e della crosta marziana.

Tuttavia, InSight ha avuto problemi nell’utilizzo del trapano. Si prevedeva di perforare fino a cinque metri nella superficie di Marte, ma il terreno era più compatto del previsto e si poteva scavare solo pochi centimetri.

Il lato positivo di raccogliere la polvere. Un altro problema che ha reso molto difficile la missione di InSight è stato il rapido accumulo di polvere sui pannelli solari. A differenza dei rover Perseverance e Curiosity a propulsione nucleare, InSight faceva affidamento sulle sue celle fotovoltaiche.

Il robot è rimasto senza la capacità di generare energia a causa della polvere e ha dovuto salutarlo alla fine del 2022 quando le sue batterie si sono esaurite. Se guardi da vicino la foto dall’orbita, puoi vedere i suoi due pannelli solari circolari schierati accanto al corpo del robot.

L’evoluzione “post mortem” di InSight è seguita da vicino dalla sonda Mars Reconnaissance Orbiter. La navicella spaziale gira attorno a Marte da 18 anni alla ricerca di prove dell’acqua e di altre caratteristiche del pianeta rosso.

La polvere è stata ciò che alla fine ha condannato InSight, ma seguire la sua evoluzione dall’orbita può aiutare gli scienziati a comprendere meglio le dinamiche marziane.

Immagini | NASA/JPL

 
For Latest Updates Follow us on Google News
 

-

PREV I dollari australiani e neozelandesi hanno toccato i massimi pluriennali sull’euro, le obbligazioni rimbalzano
NEXT Dipartimento Morón vs. San Miguel dal vivo: come arrivano alla partita