Processo Trump a New York in dirittura d’arrivo

Processo Trump a New York in dirittura d’arrivo
Processo Trump a New York in dirittura d’arrivo

Trump è il primo ex presidente nella storia del Paese ad affrontare un processo penale.

Nel suo caso è accusato di 34 accuse di falsificazione di documenti aziendali allo scopo di nascondere i pagamenti con cui ha comprato il silenzio dell’attrice di film per adulti Stormy Daniels nel 2016.

La Daniels era disposta a rivelare di aver avuto una relazione con il magnate nel 2006, cosa che avrebbe danneggiato la sua reputazione all’epoca della sua prima campagna presidenziale.

Gli avvocati hanno deciso di non chiamare al banco dei testimoni l’ex presidente, anche se inizialmente aveva espresso l’intenzione di testimoniare.

Secondo l’indagine presentata, Trump avrebbe pagato 130mila dollari a Daniels tramite il suo avvocato di allora, Michael Cohen, oggi nemico.

Cohen è stato il testimone principale dell’accusa in questo processo. Gli avvocati dell’ex sovrano hanno sempre attaccato la sua credibilità.

Lunedì scorso l’accusa ha concluso la presentazione delle prove, dopo aver chiamato 20 testimoni, tra cui la stessa Daniels, che ha ripetuto la sua storia della relazione con Trump, fornendo abbondanti dettagli.

Martedì prossimo inizieranno le discussioni finali affinché la giuria composta da 12 persone giunga poi all’unanimità al verdetto.

Se non si raggiungesse un consenso, il giudice Merchán potrebbe essere costretto a dichiarare nullo il processo senza verdetto.

I resoconti della stampa qui indicano che i repubblicani del Senato stanno mostrando segni di nervosismo riguardo al verdetto finale del processo penale di Trump.

Se non si arrivasse ad una condanna, servirebbe a rafforzare l’ex presidente (2017-2021), ma, al contrario, una sentenza potrebbe avere un impatto negativo sulle elezioni del 5 novembre.

Tra il 20 e il 30 per cento degli elettori repubblicani alle primarie ha dichiarato che non considererebbero Trump idoneo alla carica se fosse condannato per un crimine, ha riferito The Hill.

Un sondaggio nazionale condotto il mese scorso dal Public Opinion Research Laboratory dell’Università della Florida del Nord ha rilevato che Trump potrebbe perdere il 10% dei suoi sostenitori se verrà condannato.

Altri sondaggi condotti all’inizio di quest’anno hanno mostrato che molti elettori, compresi i repubblicani, prenderebbero in considerazione una condanna penale per squalificare Trump dal ritorno alla Casa Bianca.

Il leader democratico del Senato Dick Durbin (Ill.) ha affermato che agli elettori “sicuramente interessa” se Trump sia un potenziale criminale.

“Naturalmente sarebbe una situazione vergognosa, la prima volta nella storia degli Stati Uniti che un presidente venisse condannato per un crimine grave”, ha sottolineato.

ode/dfm

 
For Latest Updates Follow us on Google News
 

-

PREV A causa di una fuga di gas, il traffico sulla Route 17 è stato complicato
NEXT Riepilogo, risultato e vincitore di Alcaraz – Sinner: semifinali Roland Garros