Il governo considera molto “pericoloso” il suggerimento di Trump secondo cui Biden lo voleva morto – Telemundo Washington DC (44)

Il governo considera molto “pericoloso” il suggerimento di Trump secondo cui Biden lo voleva morto – Telemundo Washington DC (44)
Il governo considera molto “pericoloso” il suggerimento di Trump secondo cui Biden lo voleva morto – Telemundo Washington DC (44)

WASHINGTON – Il procuratore generale degli Stati Uniti Merrick Garland ha definito “false” ed “estremamente pericolose” le accuse dell’ex presidente Donald Trump secondo cui il Dipartimento di Giustizia avrebbe autorizzato l’uso della “forza letale” contro di lui nel raid nella sua villa di Mar-a-Lago (Florida). ).

“Questa affermazione è falsa ed estremamente pericolosa”, ha detto in una conferenza stampa.

Questo martedì, l’ex presidente repubblicano ha suggerito in un’e-mail di raccolta fondi che il linguaggio utilizzato nel mandato di perquisizione implicava che l’attuale presidente, Joe Biden, volesse che agenti armati lo arrestassero.

Sul suo social network, Truth Social, ha osservato che “il Dipartimento di Giustizia di Joe Biden ha autorizzato l’FBI a usare la forza letale” contro di lui.

La sua campagna ha influenzato questa linea aggiungendo in un’altra email che “autorizzare l’uso della ‘forza letale’ contro un ex presidente degli Stati Uniti (e principale rivale politico del partito al potere) implica l’uso della legge come arma armata, per parte dell’amministrazione Biden, a un livello completamente nuovo.”

“Le conseguenze della negligenza corrotta e del malato desiderio di vendetta dell’amministrazione Biden avrebbero potuto essere catastrofiche. Non ci sono dubbi: il corrotto Joe Biden è la più grande minaccia per la democrazia e gli altri sono lontani”, si legge nel messaggio.

L’ordinanza a cui si riferivano precisava che gli agenti possono ricorrere alla forza letale quando c’è un soggetto che rappresenta un pericolo imminente di morte o di gravi lesioni fisiche per un agente o un’altra persona.

La stessa FBI ha risposto a queste accuse assicurando che in quella perquisizione fosse stato seguito il “protocollo standard”, come avviene in tutti gli ordini simili, e che “nessuno ha ordinato l’adozione di misure aggiuntive e non vi è stata alcuna deviazione dalla norma”. .” Di”.

La villa in Florida dell’ex presidente e candidato repubblicano alle presidenziali di novembre è stata perquisita quest’estate nell’ambito del procedimento penale aperto contro di lui per aver sottratto documenti riservati alla Casa Bianca quando aveva lasciato il potere.

Il 7 maggio, il giudice Aileen Cannon ha rinviato a tempo indeterminato la data del processo in attesa della risoluzione del contenzioso precedente, il che rende molto improbabile che il processo abbia luogo prima delle elezioni di novembre.

La residenza di Joe Biden nel Delaware è stata oggetto di una perquisizione simile da parte dell’FBI lo scorso anno nell’ambito di un’indagine sul presunto uso improprio di documenti riservati.

 
For Latest Updates Follow us on Google News
 

-

NEXT Dipartimento Morón vs. San Miguel dal vivo: come arrivano alla partita