Le società sportive presentano una tutela davanti alla Giustizia Federale per le fatture del gas che raggiungono il milione di pesos

Le società sportive presentano una tutela davanti alla Giustizia Federale per le fatture del gas che raggiungono il milione di pesos
Le società sportive presentano una tutela davanti alla Giustizia Federale per le fatture del gas che raggiungono il milione di pesos

Istituzioni sportive private Rio Grande, Terra del Fuocoha ricevuto fatture del gas che ammontavano a circa un milione di pesos, per cui il Comune ha presentato una tutela giurisdizionale per fermare gli aumenti. Sebbene il governo nazionale abbia rinviato l’aumento delle tariffe del gas per “consolidare la disinflazione”, il settore è preoccupato per la manutenzione delle palestre che migliaia di ragazzi frequentano ogni giorno.

In una città che in inverno ha temperature sotto lo zero, le strutture pubbliche e private chiuse legate allo sport sono luoghi che generano senso di appartenenza, unità, solidarietà e sostegno per bambini, adolescenti e adulti.

“Tutte le istituzioni hanno un denominatore comune, che è in primo luogo la preoccupazione per l’aumento dei servizi, a causa di quanto diventa proibitivo questo aumento, il che genera incertezza sulla possibilità o meno di continuare a operare”, ha detto il manager a questo mezzo. Dirigente dell’Agenzia Municipale per lo Sport e la Gioventù del Comune di Río Grande, Sebastián Bendaña.

Bendaña ha spiegato che “pensare che un club di quartiere debba iniziare il mese con un debito o un obbligo di pagamento di un milione di pesos significa che quel club corre il serio rischio di poter continuare a fornire i servizi che offre, tenendo conto che la cosa più importante è il contenimento, il fatto di far sentire i nostri vicini radicati in tutto ciò che è città”.

Un caso preoccupante è quello dello storico Club Sportivo nel quale hanno trascorso da 55 anni generazioni di fuegini e intere famiglie della città. Noemi Torres, presidente dell’istituto, ha espresso: “Quello che ci è arrivato è un enorme aumento perché non stiamo ancora entrando nel divieto invernale” e ha sottolineato come esempio che è passata dal pagare 17mila pesos per una fattura a pagarne 340mila .

«Siamo complicati perché non possiamo trasferire questo aumento sugli emolumenti, che è ciò di cui sopravvive la società, oltre all’affitto dell’uso dei campi. Non so come faremo, è un problema molto serio e non possiamo abbassare il consumo di gas anche se volessimo, in pieno inverno dobbiamo accendere il riscaldamento alle 2 del pomeriggio in modo che quando le attività inizieranno alle 17:30 la palestra sarà attrezzata per far allenare i ragazzi”, ha aggiunto.

La stessa cosa accade negli stabilimenti comunali, che sono 18 spazi sportivi dislocati in diversi quartieri della città. “Questo succede a noi nel comune, dove abbiamo anche le nostre palestre aperte dalle 7 del mattino fino a mezzanotte, vediamo che i servizi del gas sono aumentati in modo esponenziale fino a oltre un milione di pesos”, ha commentato Bendaña.

Altri luoghi, come l’Arena Sports Center, hanno avuto un aumento delle tariffe del gas da $ 73.000 a $ 900.000 e delle tariffe dell’elettricità da $ 120.000 a $ 440.000. La settimana scorsa, dopo un incontro con il sindaco Martín Perez, gli spazi privati ​​hanno sollevato il timore di dover smettere di funzionare, motivo per cui il sostegno del Comune è fondamentale per attuare diverse misure, lavorando direttamente con l’Agenzia Sportiva e il Consulente Legale. Comunale.

Nel Club ADEFU, il suo presidente Víctor Caliva ha commentato che è “molto difficile” sostenere un luogo così grande che ospita più di 560 bambini che praticano sport come il futsal, la pallavolo e l’hockey. “Questa situazione ci mette in una posizione molto difficile perché ci rende impossibile sostenere questo spazio per così tante persone perché non possiamo trasferire la quota da un mese all’altro perché la differenza era di un milione di pesos”, ha indicato.

“Se dovessimo trasferire tale importo alla quota, molte persone rimarranno senza fare attività fisica e avremo un istituto selettivo dove alcuni potranno andare e altri no”, ha concluso.

Azione giudiziaria per fermare la tariffa

Il consulente legale del Comune di Río Grande, Verónica Ramirez, ha formalizzato questo pomeriggio la presentazione dell’azione di amparo con misura cautelare davanti alla Giustizia Federale, con l’obiettivo di sospendere gli effetti della Risoluzione dell’Ente Regolatore (ENARGAS), questa in risposta agli eccessivi aumenti delle tariffe del gas subiti da vicini, associazioni civili e commerciali, società sportive, sindacati, fondazioni e centri comunitari e pensionistici.

L’azione è stata realizzata su richiesta del sindaco Martín Perez e mira a fermare le tariffe elevate che si riflettono sulle bollette del gas del mese di aprile, che secondo gli utenti sono “impagabili”. Allo stesso modo, Perez ha confermato che accompagnerà la presentazione che farà nello stesso senso il governatore Gustavo Melella.

“Questa azione è volta a porre fine a questa situazione”, ha affermato Pérez, spiegando che “cerca di garantire che i diritti dei vicini siano tutelati e che siano prese misure urgenti per evitare l’impatto negativo di questi aumenti tariffari sulle famiglie e sulle comunità. “Istituzioni locali.

Il sindaco ha aggiunto: “Ogni entità nella nostra città svolge un ruolo fondamentale nel contenimento e nello sviluppo e dobbiamo proteggerla”. Successivamente ha fatto riferimento alla questione attraverso il suo social network Ecco perché oggi presentiamo davanti al tribunale una misura precauzionale per fermare l’aumento. Difenderemo Río Grande e i suoi vicini a tutti i livelli. Gli aumenti dovrebbero essere moderati e non esorbitanti. Sosterremo anche la presentazione del governatore Gustavo Melella di fronte a questa situazione”.

Cos’è un’azione di protezione collettiva con misura cautelare?

È un’azione con la quale un gruppo di persone o istituzioni presenta congiuntamente una richiesta per la tutela dei propri diritti contro un’azione o un’omissione di un terzo, che insieme alla misura cautelare mira a sospendere gli effetti di una Risoluzione come nella presente caso.

In questo senso, il Comune di Río Grande cerca di proteggere la comunità dal grave impatto economico negativo causato da aumenti sproporzionati delle tariffe del gas.

MM

 
For Latest Updates Follow us on Google News
 

-

PREV Free Fire: codici per oggi giovedì 13 giugno 2024, diamanti, premi e skin gratuiti
NEXT Il segreto dell’esplosione mediatica dei Rugby Lions: “Quello che facciamo è impressionante”