Forte sostegno dell’arco politico della Terra del Fuoco alla protezione collettiva promossa dal Governatore Melella – Governo della Terra del Fuoco

Forte sostegno dell’arco politico della Terra del Fuoco alla protezione collettiva promossa dal Governatore Melella – Governo della Terra del Fuoco
Forte sostegno dell’arco politico della Terra del Fuoco alla protezione collettiva promossa dal Governatore Melella – Governo della Terra del Fuoco

L’intero arco politico fuegino si è espresso a favore dell’iniziativa che verrà presentata oggi in risposta all’aumento del servizio di gas naturale nella provincia, che arreca gravi danni a tutti i settori.

In questo senso, il sindaco della città di Río Grande, Martín Pérez, durante la presentazione zoom provinciale guidata dal governatore Gustavo Melella con il sostegno dei diversi settori della società fuegina, ha insistito sul fatto che “le tariffe non sono pagabili” e che “questo è una decisione del governo nazionale di intervenire duramente nei confronti di coloro che ne hanno più bisogno”.

Per questo ha celebrato “questa iniziativa del Governatore” e ha aggiunto che “dobbiamo accompagnare; Penso che insieme, con molta forza e con la spinta che avremo da Río Grande saremo in grado di fermare tutto questo”.

Da parte sua, anche il capo comunale di Tolhuin, Daniel Harrington, ha aderito alla protezione collettiva, comprendendo che “i nostri vicini soffrono questi aggiustamenti, questo aggiornamento delle tariffe, come amano chiamarlo”.

“Lavoreremo sempre insieme per fornire soluzioni, ma anche per difendere ciascuno dei Tolhuinenses e ciascuna delle imprese della nostra provincia”, ha sottolineato.

Nel frattempo, il sindaco di Ushuaia, Walter Vuoto, si è congratulato con il governatore Melella “per aver preso l’iniziativa di fronte agli attacchi che la nostra provincia ha subito, non oggi, ma da quando è iniziato questo governo”.

“È davvero un orgoglio vederlo difendere la provincia, gli interessi degli uomini e delle donne fuegini”, ha proseguito, riconoscendo che “per noi segna una direzione, crediamo che la forza di una tutela comune convenga alla giustizia strategia.”

Allo stesso modo, il legislatore provinciale, Federico Sciurano, ha definito “molto importante la decisione presa dal Governatore di convocare l’intera provincia per sottolineare una posizione unanime di tutti i Fuegini”.

“È impossibile pensare che l’uso del gas nella Terra del Fuoco sia paragonabile a quello della città di Buenos Aires o di altri luoghi dell’Argentina e ci mette chiaramente in una situazione di rischio”, ha concluso.

D’altro canto, la deputata provinciale Victoria Vuoto ha ricordato che “la Terra del Fuoco è la seconda riserva di gas del Paese” quindi “in questo contesto è necessario comprendere che oltre ad essere una provincia produttrice di gas, siamo siamo una provincia che, per le sue condizioni climatiche, ha un elevato consumo di gas, quindi la nostra realtà non è uguale a quella del resto delle province del Paese”.

“Con questa consapevolezza, il Governatore ha preso l’iniziativa in questa lotta per garantire che questi aumenti eccessivi non vengano applicati, in molti casi questi aumenti hanno raggiunto il 1.600%”, motivo per cui “troviamo molto importante questa richiesta del Governatore, perché “Noi; comprendiamo che è tempo per noi tutti di essere uniti difendendo gli interessi del nostro popolo.”

La presidente del Consiglio Deliberativo del Río Grande, Guadalupe Zamora, ha infine affermato che “è un giorno storico in cui tutto l’arco sociale e politico della provincia della Terra del Fuoco si riunisce in questa decisione del governo provinciale di denunciare la brutale adeguamento delle tariffe, soprattutto per la nostra provincia”.

 
For Latest Updates Follow us on Google News
 

-

PREV Sorriso! Che oggi è il “Giorno Giallo” ovvero il giorno più felice dell’anno
NEXT Dipartimento Morón vs. San Miguel dal vivo: come arrivano alla partita