5 cose che dovresti sapere sul Memorial Day, inclusa la sua evoluzione e le sue controversie

5 cose che dovresti sapere sul Memorial Day, inclusa la sua evoluzione e le sue controversie
5 cose che dovresti sapere sul Memorial Day, inclusa la sua evoluzione e le sue controversie

Il Memorial Day dovrebbe servire a piangere i militari caduti della nazione, ma è arrivato a sancire l’inizio non ufficiale dell’estate e un lungo fine settimana di sconti su tutto, dai materassi ai tosaerba.

Ma per persone come Manuel Castañeda Jr., la giornata è molto personale. Perse suo padre, un marine americano che prestò servizio in Vietnam, in un incidente nel 1966 in California mentre suo padre stava addestrando altri Marines.

“Non si tratta solo di quelli speciali. Non si tratta solo di barbecue”, ha detto Castañeda all’Associated Press in una discussione del Memorial Day l’anno scorso.

Castañeda prestò servizio anche nel Corpo dei Marines e nella Guardia Nazionale dell’Esercito, dove incontrò uomini morti in combattimento. Ma cerca di non giudicare diversamente gli altri che trascorrono le vacanze: “Come posso aspettarmi che capiscano la profondità di ciò che provo quando non hanno sperimentato nulla del genere?”

1. PERCHÉ VIENE CELEBRATA LA GIORNATA DELLA MEMORIA?

Secondo il Congressional Research Service, è una giornata di riflessione e ricordo per coloro che sono morti mentre prestavano servizio nell’esercito americano. La festa viene celebrata in parte attraverso il National Moment of Remembrance, che incoraggia tutti gli americani a fermarsi alle 15:00 per un momento di silenzio.

2. QUALI SONO LE ORIGINI DEL MEMORIAL DAY?

La festa ha le sue origini nella guerra civile americana, nella quale morirono più di 600.000 militari (sia dell’Unione che dei Confederati) tra il 1861 e il 1865.

Ci sono poche controversie sulla prima celebrazione nazionale di quello che allora veniva chiamato Giorno della Decorazione. Ciò accadde il 30 maggio 1868, dopo che un’organizzazione di veterani dell’Unione chiese di decorare le tombe di guerra con fiori sbocciati.

La pratica era già diffusa a livello locale. Waterloo, New York, iniziò una celebrazione formale il 5 maggio 1866 e in seguito fu proclamata il luogo di nascita della festa.

Tuttavia, secondo la Biblioteca del Congresso, Boalsburg, Pennsylvania, fa risalire la sua prima celebrazione all’ottobre 1864. E le donne in alcuni stati confederati decoravano le tombe prima della fine della guerra.

David Blight, professore di storia di Yale, fa riferimento al 1 maggio 1865, quando fino a 10.000 persone, molte delle quali nere, tennero una parata, ascoltarono discorsi e dedicarono le tombe dei morti dell’Unione a Charleston, nella Carolina del Sud.

Un totale di 267 soldati dell’Unione morirono in una prigione confederata e furono sepolti in una fossa comune. Dopo la guerra, i membri delle chiese nere li seppellirono in tombe individuali.

“Quello che è successo a Charleston ha il diritto di essere rivendicato per primo, se questo conta”, Blight ha detto all’Associated Press nel 2011. .

Nel 2021, un tenente colonnello dell’esercito americano in pensione ha citato la storia in un discorso del Memorial Day a Hudson, Ohio. Gli organizzatori della cerimonia hanno spento il microfono perché dicevano che non era rilevante per onorare i veterani della città. Gli organizzatori dell’evento si sono poi dimessi .

3. È SEMPRE STATA UNA FONTE DI CONTENIMENTO?

Qualcuno si è sempre lamentato del fatto che la festività si discosta dal suo significato originario.

Già nel 1869 il New York Times scriveva che la festa avrebbe potuto diventare “sacrilega” e non più “sacra” se si fosse concentrata maggiormente sullo sfarzo, sulle cene e sull’oratoria.

Nel 1871, l’abolizionista Frederick Douglass temeva che gli americani stessero dimenticando l’impeto della guerra civile (schiavitù) quando tenne un discorso per il Giorno della Decorazione al cimitero nazionale di Arlington.

“Non dobbiamo mai dimenticare che i soldati leali che riposano sotto questo territorio si frapponevano tra la nazione e i suoi distruttori”, ha detto Douglass.

Le loro preoccupazioni erano fondate, ha detto Ben Railton, professore di studi inglesi e americani alla Fitchburg State University nel Massachusetts. Sebbene circa 180.000 uomini neri abbiano prestato servizio nell’esercito dell’Unione, la festa in molte comunità sarebbe diventata essenzialmente il “Giorno della Memoria dei bianchi”, soprattutto dopo l’ascesa del Jim Crow South, ha detto Railton all’AP nel 2023.

Nel frattempo, il modo in cui è stata trascorsa la giornata (almeno da parte dei funzionari eletti della nazione) potrebbe essere oggetto di esame per anni dopo la guerra civile. Nel 1880, si diceva che l’allora presidente Grover Cleveland fosse andato a pescare e “la gente rimase scioccata”, ha detto l’anno scorso all’AP Matthew Dennis, professore emerito di storia all’Università dell’Oregon.

Nel 1911, la 500 Miglia di Indianapolis tenne la sua gara inaugurale il 30 maggio, attirando 85.000 spettatori. Un rapporto dell’Associated Press non ha menzionato la vacanza o alcuna controversia.

4. COME È CAMBIATO IL GIORNO DELLA MEMORIA?

Dennis ha affermato che la potenza del Memorial Day è stata in qualche modo diminuita con l’aggiunta del Giorno dell’Armistizio, che segnò la fine della Prima Guerra Mondiale l’11 novembre 1918. Il Giorno dell’Armistizio divenne festa nazionale nel 1938 e passò a essere chiamato Giorno dei Veterani nel 1954.

Un atto del Congresso ha cambiato il Memorial Day da ogni 30 maggio all’ultimo lunedì di maggio nel 1971. Dennis ha affermato che la creazione del fine settimana di tre giorni ha riconosciuto che il Memorial Day era stato da tempo trasformato in una memoria più generica dei morti, così come una giornata di svago.

Nel 1972, la rivista Time disse che la festa era diventata “una furia nazionale di tre giorni che sembra aver perso gran parte del suo scopo originale”.

5. PERCHÉ IL MEMORIAL DAY È LEGATO AI SALDI E AI VIAGGI?

Anche nel 19esimo secolo, le cerimonie funebri erano seguite da attività ricreative come picnic e corse podistiche, ha detto Dennis.

Secondo il libro del 2002 “A History of Memorial Day: Unity, Discord and the Pursuit of Happiness”, la vacanza si è evoluta insieme al baseball e all’automobile, alla settimana lavorativa di cinque giorni e alle vacanze estive.

A metà del XX secolo, un piccolo numero di attività commerciali iniziò ad aprire con aria di sfida durante le festività.

Una volta che le festività si sono spostate al lunedì, “le tradizionali barriere al fare affari hanno cominciato a sgretolarsi”, hanno scritto gli autori Richard Harmond e Thomas Curran.

Oggi, le vendite e i viaggi del Memorial Day sono profondamente radicati nella memoria muscolare della nazione.

Jason Redman, un Navy SEAL in pensione che ha combattuto in Iraq e Afghanistan, ha detto l’anno scorso all’AP che onora gli amici che ha perso. Ha trenta nomi tatuati sul braccio “per ogni uomo che ho conosciuto personalmente che è morto”.

Vuole che gli americani ricordino i caduti, ma si divertano anche sapendo che delle vite sono state sacrificate per creare la festa.

 
For Latest Updates Follow us on Google News
 

-

PREV Chi è chi nella ‘Danza dei Draghi’? – La finanziaria
NEXT Dipartimento Morón vs. San Miguel dal vivo: come arrivano alla partita