La Cina afferma che le esercitazioni militari intorno a Taiwan sono progettate per testare la sua capacità di “prendere il potere”

La Cina afferma che le esercitazioni militari intorno a Taiwan sono progettate per testare la sua capacità di “prendere il potere”
La Cina afferma che le esercitazioni militari intorno a Taiwan sono progettate per testare la sua capacità di “prendere il potere”

(CNN) — Le esercitazioni militari della Cina attorno a Taiwan sono progettate per testare la sua capacità di “prendere il potere” sull’isola, ha dichiarato venerdì l’Esercito popolare di liberazione, mentre le sue forze hanno iniziato una seconda giornata di esercitazioni su larga scala attorno al suo vicino democratico.

Le manovre sono le più grandi da oltre un anno e avvengono pochi giorni dopo l’insediamento a Taiwan del nuovo presidente Lai Ching-te, apertamente detestato da Pechino per aver difeso la sovranità e l’identità dell’isola.

Pechino ha denunciato Lai come un “pericoloso separatista” e ha censurato il suo discorso di insediamento di lunedì, in cui ha invitato la Cina a porre fine al bullismo nei confronti di Taiwan, diventato molto più pronunciato sotto il leader Xi Jinping.

L’EPL, che fa impallidire l’enorme esercito di Taipei, ha dato il via alle esercitazioni giovedì mattina, inviando navi da guerra e aerei da combattimento intorno a Taiwan e alle sue isole periferiche in quella che ha definito “una forte punizione per gli atti separatisti delle forze indipendentiste taiwanesi.

Un grande schermo a Pechino mostra un aereo da caccia cinese che prende parte alle esercitazioni militari di due giorni della Cina intorno a Taiwan il 23 maggio 2020. (Credito: Kyodo News/Getty Images)

Venerdì, il Comando del Teatro Orientale del PLA ha dichiarato che stava continuando le esercitazioni su entrambi i lati dell’arcipelago di Taiwan per “testare la capacità di prendere congiuntamente il potere, lanciare attacchi congiunti e occupare aree chiave”.

Il Partito Comunista cinese al potere considera Taiwan parte del suo territorio, nonostante non l’abbia mai controllata, e ha promesso di conquistare l’isola con la forza, se necessario.

La stragrande maggioranza dei taiwanesi non vuole vivere sotto il dominio cinese. Ma Xi, il leader più autoritario della Cina da una generazione, ha chiarito che “l’inevitabile riunificazione” dell’isola con la terraferma non può essere rinviata indefinitamente.

Le esercitazioni di due giorni, che comprendono operazioni congiunte dell’esercito, della marina, dell’aeronautica e della forza missilistica cinese, si svolgono nello stretto di Taiwan, uno stretto specchio d’acqua che separa l’isola dalla Cina continentale, così come dal nord. a sud e ad est di Taiwan, secondo il PLA.

Per la prima volta, le esercitazioni del PLA hanno visto anche la partecipazione della guardia costiera cinese, che ha operato in aree vicine alle isole periferiche taiwanesi di Kinmen, Matsu, Wuqiu e Dongyin, situate al largo della costa sud-orientale della Cina.

Il ministero della Difesa di Taiwan ha condannato le esercitazioni militari cinesi definendole “provocazioni irrazionali” e ha inviato in risposta le proprie forze marittime, aeree e terrestri.

Tra le 6 di giovedì e le 6 di venerdì, il ministero ha rilevato 49 aerei cinesi, 35 dei quali hanno attraversato la linea mediana, un punto di demarcazione informale nello stretto di Taiwan che Pechino non riconosce ma che fino a poco tempo fa aveva molto rispettato.

Secondo il ministero, un totale di 19 navi da guerra cinesi e sette navi della guardia costiera sono state rilevate vicino allo stretto di Taiwan.

 
For Latest Updates Follow us on Google News
 

-

PREV Il difensore civico di Chubut non è “legittimato” a reclamare
NEXT Dipartimento Morón vs. San Miguel dal vivo: come arrivano alla partita