“Si poteva evitare”: perché l’esplosione è stata provocata a San Martín per la quale c’è ancora una persona ricoverata in ospedale e tre famiglie che non possono tornare a casa

“Si poteva evitare”: perché l’esplosione è stata provocata a San Martín per la quale c’è ancora una persona ricoverata in ospedale e tre famiglie che non possono tornare a casa
“Si poteva evitare”: perché l’esplosione è stata provocata a San Martín per la quale c’è ancora una persona ricoverata in ospedale e tre famiglie che non possono tornare a casa

L’incidente è avvenuto all’incrocio tra Aguer e Reconquista

“Si poteva evitare” assicurato dall’Associazione degli Installatori di Gas, Acqua e Sanitari della Repubblica Argentina sul scoppiare avvenuto nelle ultime ore nel quartiere di San Martín, a Buenos Aires. Il forte rumore è risuonato questo giovedì a mezzogiorno agli angoli delle strade Aguer e la Reconquista e ha causato un grave incendio che ha lasciato ingenti danni nella zona. Anche un equilibrio di due feritidi cui uno di loro è ancora ricoverato in ospedale a causa delle ferite riportate, secondo quanto si è appreso Infobae.

L’episodio è stato causato da a macchina che stava effettuando lavori di risistemazione dell’area, che, nelle sue azioni, forato un tubo principale. A più di 24 ore dall’accaduto, fonti comunali hanno fornito al medium i dettagli della rottura del tubo e hanno insistito sul fatto che il problema che ha scatenato il pericoloso evento ha a che fare con la profondità ridotta a cui si trovava.

In questo senso hanno evidenziato che il condotto si trova anni fa a detto incrocio. “È lì che lo rende possibile mezzo secolo, Non è qualcosa di nuovo. La società Naturgy non esisteva nemmeno quando furono installati quei tubi, erano dello Stato”, hanno detto, facendo un paragone con l’emergere della società di distribuzione che attualmente opera nella zona, il cui personale è ancora sta lavorando per ripristinare il servizio. Lo stimano per questo venerdì sera gli utenti interessati ora potranno usufruire nuovamente del vantaggio.

L’incidente è avvenuto all’incrocio tra Aguer e Reconquista

Allo stesso modo, dal Comune hanno aggiunto: “Quello che è chiaro è questo Per legge devono stare a 80 centimetri di distanza ed era molto meno. Le prime informazioni a cui hanno avuto accesso questi media affermavano che il tubo si trovava a 40. Tuttavia, si è scoperto che si trovava un po’ più in alto e più vicino all’asfalto di quanto dovrebbe essere.

Per quanto riguarda le persone colpite, l’abitazione più colpita dall’esplosione è stata a condominio di otto appartamenti situato proprio di fronte all’incrocio. La maggior parte dei suoi abitanti ha potuto tornare alle proprie case dopo l’incidente. Tuttavia, ci sono tre famiglie, che abitano le tre unità più danneggiate, che non sono ancora riuscite a rientrare a causa dei danni provocati all’interno. “È stato offerto loro un posto dove alloggiare, ma hanno comunicato che avrebbero risolto la questione personalmente” indicato dal Comune.

L’esplosione è avvenuta giovedì a mezzogiorno

L’esplosione e il successivo incendio hanno provocato il ferimento di due persone. Uno di loro è stato portato al Thompson Hospital per ferite superficiali ed è stato rilasciato poco dopo. L’altra è stata curata presso l’UOM e, pur essendo fuori pericolo, È ancora ricoverata in ospedale: sofferto a frattura che non ha richiesto un intervento chirurgico.

Il distributore del gas ha spiegato al quotidiano quanto accaduto e i lavori in corso nella zona per porre rimedio all’incidente: “Una terna di un’azienda appaltata dal Comune ha strappato un tubo della rete del gas e ha causato un perdita, incendio e successiva esplosione“loro hanno detto.

E hanno aggiunto: “Per riparare questa perdita è necessario tagliare le quattro valvole angolari. Questo è ciò che viene fatto ora. Abbiamo tutto il personale che lavora 24 ore su 24 per ripararlo il prima possibile. Si comincia a pressare i tubi, ma ci vuole tempo perché è un lavoro complesso”.

“L’angolo dell’incidente è rifornito di gas attraverso quattro tubi, ai quali si accede attraverso gli scavi ed effettuando i relativi tagli di servizio. Lo sfogo della perdita di gas viene mantenuto come misura di sicurezza ed è completamente controllato”, ha riferito Naturgy dopo l’incidente.

 
For Latest Updates Follow us on Google News
 

-

NEXT Dipartimento Morón vs. San Miguel dal vivo: come arrivano alla partita