Il PSOE rimprovera le parole di Susana Díaz di “favorire la destra” e le chiede di “prestare la spalla”

Il PSOE rimprovera le parole di Susana Díaz di “favorire la destra” e le chiede di “prestare la spalla”
Il PSOE rimprovera le parole di Susana Díaz di “favorire la destra” e le chiede di “prestare la spalla”

Il segretario generale del PSOE di Jaén, Francesco Reyes, Ha difeso che il partito andaluso “è unito” e si è rammaricato che persone che “hanno avuto la piena responsabilità” al suo interno facciano “dichiarazioni a favore della destra”, per le quali ha chiesto “che prestino la loro spalla”.

Lo ha affermato prima di partecipare all’inizio della campagna per le elezioni europee nella capitale Jaén e alle domande dei giornalisti dopo la l’ex segretaria generale del PSOE-A, Susana Díazha raccomandato a questa federazione di “alzare la testa”, di “accogliere” persone di diversa “sensibilità” che in questo momento “non si sentono parte” del progetto.

«Il Partito Socialista in Andalusia è unito. Ha più di 800 gruppi localidove ci sono quattro, cinque o sei gruppi in cui c’è un tipo di problema, ma i 42.000 andalusi che fanno parte del Partito Socialista stanno attorno ad un progetto”, ha affermato Reyes.

A suo avviso, “ciò che è difficile da comprendere è che colleghi che hanno avuto tutte le responsabilità” nel PSOE “facciano in questo momento dichiarazioni che“Stanno favorendo la destra di questo paese.”

“Non capisco. E penso che non sia legittimo che chi ha avuto tutto il potere, chi ha fatto quello che ha voluto all’interno di questo partito, chi ha subito vessazioni da sinistra e da destra, faccia dichiarazioni a favore di un’organizzazione politica che non è lui Partito Socialista«Reyes ha indicato.

Presta la tua spalla

Per questo ha chiesto “che presta la tua spalla a una festa che rappresenta il progressopiù diritti per i cittadini«, come »ha dimostrato« nel corso della sua storia e come intende continuare a fare anche da parte delle istituzioni europee.

In questo senso, durante l’evento tenutosi questo giovedì pomeriggio nel parco dell’Alameda, il segretario generale del PSOE di Jaén ha difeso che il 9 giugno “ci sono solo due opzioni, una di progresso, avanzamento, equilibrio e solidarietà, e un’altra ritirata che rappresentare la destra e l’estrema destra.”

“Abbiamo una nuova opportunità, come il 23 luglio dell’anno scorso, per fermare la destra e l’estrema destra, questa volta in Europa”, ha assicurato a proposito delle elezioni. Parlamento europeo. A tal fine ha sottolineato l’impegno per un modello “socialdemocratico”, che è “ciò di cui ha bisogno la maggioranza della popolazione” di questo Paese.

 
For Latest Updates Follow us on Google News
 

-

PREV Biden usa Juneteenth per fare appello al voto alle elezioni presidenziali
NEXT Dipartimento Morón vs. San Miguel dal vivo: come arrivano alla partita