Arrestato a febbraio l’autore dell’incendio che ha provocato oltre 130 morti e 16mila vittime a Valparaíso (Cile)

Arrestato a febbraio l’autore dell’incendio che ha provocato oltre 130 morti e 16mila vittime a Valparaíso (Cile)
Arrestato a febbraio l’autore dell’incendio che ha provocato oltre 130 morti e 16mila vittime a Valparaíso (Cile)

MADRID, 25 maggio. (STAMPA EUROPA) –

Questo venerdì la polizia cilena ha arrestato un vigile del fuoco accusato di aver appiccato l’incendio scoppiato all’inizio di febbraio nella regione di Valparaíso che ha provocato oltre 130 morti e circa 16.000 feriti.

L’autore dell’incidente che il 2 febbraio ha colpito i comuni di Valparaíso, Viña del Mar, Quilpué e Villa Alemana, un giovane di 22 anni, collaborava come volontario con la 13ª Compagnia dei Vigili del Fuoco di Valparaíso da un anno e la metà, secondo il quotidiano ‘La Nación’.

In un comunicato raccolto dall’agenzia di stampa cilena Aton, la Polizia Investigativa (PDI) ha riferito dell’operazione che ha permesso di ritrovare il responsabile dell’incidente, grazie al lavoro della Brigata Investigativa di Crimini Contro l’Ambiente e il Patrimonio Culturale di Valparaiso.

“Siamo completamente devastati da quello che è successo. È un evento completamente isolato e vogliamo chiarirlo il prima possibile. Serviamo Valparaíso da più di 170 anni e non possiamo permetterci di avere questo tipo di situazione. Siamo metteremo a disposizione di chiunque sia interessato tutte le informazioni possibili per chiarire questa situazione”, ha dichiarato il comandante dei vigili del fuoco di Valparaíso, Vicente Maggiolo.

Da parte sua, il ministro cileno degli Interni e della Pubblica Sicurezza, Carolina Tohá, ha sostenuto il lavoro dei vigili del fuoco. “Si tratta di un’istituzione fondamentale nella lotta agli incendi. Non possiamo permettere che un caso come questo offuschi la funzione che svolge e il riconoscimento che ha nella società cilena”, ha dichiarato in una conferenza stampa.

Il ministro ha assicurato che l’indagine è ancora in corso e che riferirà su eventuali nuovi elementi che emergeranno. Allo stesso modo, ha insistito che si lavorerà con l’istituzione per cercare di capire perché uno dei suoi membri ha agito in questo modo e chiarire se esiste qualche tipo di schema, ma “facendo sempre attenzione a non macchiare o indebolire la funzione che l’istituzione svolge”. istituzione ha (…). Sarebbe bello se non mettessimo in discussione la vocazione, la serietà o l’impegno” con cui lavorano ogni giorno.

 
For Latest Updates Follow us on Google News
 

-

PREV Esproprio dei terreni di Colonia Dignidad: quando avverrà e cosa si sa
NEXT Real Madrid: Vinicius ha ribadito la sua candidatura per il Pallone d’Oro