Il villaggio medievale Campanópolis festeggia il 25 maggio con colori patriottici

Il villaggio in stile medievale Campanópolis è diventato un luogo unico non solo a González Catán, ma in tutto il paese. Promosso da Antonio Campana più di 35 anni fa, è sede di grandi contenuti storici. Ora, inoltre, durante tutto il mese si celebra una delle date nazionali più importanti: il 25 maggio.

Oscar Campana, figlio di Antonio e incaricato di portare avanti l’eredità, ha invitato l’intera comunità a partecipare ad una giornata speciale a tema patriottico che si svolgerà questo sabato 25 In dialogo con L’1ha raccontato come il sorprendente villaggio si prepara a celebrare la Rivoluzione di maggio.

“Ogni mese svolgiamo diverse attività legate ad uno specifico anniversario. In questo mese nazionale siamo intervenuti in una delle prime costruzioni di Campanópolis, molto simile al Cabildo, con coccarde e bandiere. Vogliamo mostrare la nostra bandiera e averla sempre in mente”, ha sottolineato.

Durante questo fine settimana i visitatori potranno godersi una visita del magico villaggio, della durata di circa un’ora e un quarto. Durante il tuo soggiorno imparerai anche la storia di Antonio Campana, i castelli e i musei di questo spazio unico situato a La Matanza.

L’origine di Campanópolis

Secondo Campana il borgo medievale è un luogo unico nel Cono Sud, creato da un uomo senza studi professionali ma con una “laurea magistrale in immaginazione”. “È stato realizzato con materiali riciclati e puro polmone. Si può dire che è una storia d’amore di oltre 30 anni di lavoro di una sola persona: mio papà ci investiva ogni giorno 16 ore al giorno e i propri risparmi”, ha ricordato.

Pavimenti con piastrelle e soffitti con porte, così Campana descrive l’intenzione del padre di utilizzare materiali di riciclo nella progettazione di quello che oggi è un luogo senza paragoni. “Antonio è stato un grande pioniere nella cura dell’ambiente e dell’ecologia”, ha affermato.

Lo conferma Manuel, che lavora a Campanópolis dal 1994 e afferma di aver visto nascere molte strutture della cittadina. “Con Antonio abbiamo raccolto oggetti che, sicuramente, sarebbero finiti nella spazzatura. Per lui era un gioco: dal nulla creava nuovi oggetti con il materiale che aveva”, ha ricordato.

Tra gli edifici di Campanópolis spiccano i Musei del Ferro e del Legno e il Museo Antonio, uno spazio dedicato all’uomo che sognava un luogo magico di cui potesse godere l’intera comunità. Il villaggio riceve visitatori costanti, che non smettono mai di sorprendersi per le sue caratteristiche.

Un luogo con molta storia

Entrando nel paese risaltano numerosi pezzi e oggetti di grande valore storico. Alcuni sono stati recuperati dalle aste, altri sono stati donati dai visitatori nel corso degli anni. “In questo villaggio si può trovare molta storia. Abbiamo un elmo appartenuto a un venditore ambulante di Juan Manuel de Rosas. Abbiamo anche un albero del reggimento di fanteria n. 3 La Tablada”, ha indicato Campana.

Chi desidera visitare Campanópolis può farlo il mercoledì, giovedì e venerdì, dalle 13:00 alle 17:00, e il sabato, dalle 21:00 alle 13:00. I biglietti possono essere acquistati sul sito ufficiale del villaggio.

 
For Latest Updates Follow us on Google News
 

-

NEXT Dipartimento Morón vs. San Miguel dal vivo: come arrivano alla partita