“Non sono andati nel quartiere e quando lo hanno fatto hanno caricato” « Diario y Radio Universidad Chile








Gli agenti in divisa arrestati per corruzione nel quartiere di Meiggs avrebbero offerto servizi di protezione ai commercianti e avrebbero ricevuto compensi per omettere azioni tipiche del loro lavoro di polizia. La sua formalizzazione avverrà venerdì a mezzogiorno.

Venerdì 24 maggio 2024 11:30

Polizia del Cile. Jonnathan Oyarzun/Aton Cile

Shock causato nell’istituzione di polizia cilena la notizia del arresto di, per ora, 12 agenti in uniforme. Questo evento si verifica nel bel mezzo di un’indagine su presunti atti di corruzione e mancanza di probità presso la Seconda Stazione di Polizia di Santiago Centro. “Confonde ciò che molti fanno quotidianamente a beneficio della comunità”, ha detto giovedì il generale. Marcelo Lepin.

L’accusato Saranno sottoposti a controllo penitenziario e successiva formalizzazione per i reati di corruzione, traffico di stupefacenti e coercizione illegittima. durante questo venerdì, 24 maggio, nel settimo tribunale di garanzia di Santiago. Dall’indagine condotta dalla Procura risulta che gli agenti di polizia coinvolti facevano parte di una rete criminale legata ai commercianti ambulanti che operano nella zona. quartiere di Meiggs.

Secondo i retroscena, riportati dal media Biobio Chile, gli uomini in uniforme potrebbero raccogliere fino a 600mila dollari in un giorno nel settore, per pagamenti da parte di commercianti a titolo di protezione o per omettere atti inerenti al loro lavoro.

Intanto, in dichiarazioni rilasciate a 24 Horas, il presidente del sindacato per lo sviluppo del quartiere di Meiggs, Alfonso Numiha spiegato che: “I carabinieri non si recavano più nel quartiere e, quando lo facevano, caricavano”.

A questo proposito, ciò che è noto è che le persone coinvolte avrebbero addebitato costi ai commercianti cinesi in cambio di garanzie. Secondo quanto riferito, avrebbero chiesto fino a 1,6 milioni di pesos in cambio dei loro servizi, fatto che gli stessi commercianti hanno riferito all’unità a cui appartenevano i detenuti.

In alcuni periodi consentivano la vendita di sigarette di contrabbando nel quartiere“, Numi ha raccontato le azioni degli agenti di polizia detenuti.

Inoltre uno degli imputati è indagato pressioni illegittime, per aver picchiato uno dei mercanti a cui chiedevano il denaro. Tra i dettagli rivelati attraverso i video, si vede anche come gli agenti di polizia occupavano i loro veicoli senza faro acceso e nascondevano la loro identificazione.

Al momento, in attesa dell’ufficializzazione prevista per mezzogiorno, non è inoltre escluso che gli agenti di polizia fermati abbiano legami con il traffico di droga.

Shock causato nell’istituzione di polizia cilena la notizia del arresto di, per ora, 12 agenti in uniforme. Questo evento si verifica nel bel mezzo di un’indagine su presunti atti di corruzione e mancanza di probità presso la Seconda Stazione di Polizia di Santiago Centro. “Confonde ciò che molti fanno quotidianamente a beneficio della comunità”, ha detto giovedì il generale. Marcelo Lepin.

L’accusato Saranno sottoposti a controllo penitenziario e successiva formalizzazione per i reati di corruzione, traffico di stupefacenti e coercizione illegittima. durante questo venerdì, 24 maggio, nel settimo tribunale di garanzia di Santiago. Dall’indagine condotta dalla Procura risulta che gli agenti di polizia coinvolti facevano parte di una rete criminale legata ai commercianti ambulanti che operano nella zona. quartiere di Meiggs.

Secondo i retroscena, riportati dal media Biobio Chile, gli uomini in uniforme potrebbero raccogliere fino a 600mila dollari in un giorno nel settore, per pagamenti da parte di commercianti a titolo di protezione o per omettere atti inerenti al loro lavoro.

Intanto, in dichiarazioni rilasciate a 24 Horas, il presidente del sindacato per lo sviluppo del quartiere di Meiggs, Alfonso Numiha spiegato che: “I carabinieri non si recavano più nel quartiere e, quando lo facevano, caricavano”.

A questo proposito, ciò che è noto è che le persone coinvolte avrebbero addebitato costi ai commercianti cinesi in cambio di garanzie. Secondo quanto riferito, avrebbero chiesto fino a 1,6 milioni di pesos in cambio dei loro servizi, fatto che gli stessi commercianti hanno riferito all’unità a cui appartenevano i detenuti.

In alcuni periodi consentivano la vendita di sigarette di contrabbando nel quartiere“, Numi ha raccontato le azioni degli agenti di polizia detenuti.

Inoltre uno degli imputati è indagato pressioni illegittime, per aver picchiato uno dei mercanti a cui chiedevano il denaro. Tra i dettagli rivelati attraverso i video, si vede anche come gli agenti di polizia hanno occupato i loro veicoli senza faro acceso e hanno nascosto la loro identificazione.

Al momento, in attesa dell’ufficializzazione prevista per mezzogiorno, non è inoltre escluso che gli agenti di polizia fermati abbiano legami con il traffico di droga.

Shock causato nell’istituzione di polizia cilena la notizia del arresto di, per ora, 12 agenti in uniforme. Questo evento si verifica nel bel mezzo di un’indagine su presunti atti di corruzione e mancanza di probità presso la Seconda Stazione di Polizia di Santiago Centro. “Confonde ciò che molti fanno quotidianamente a beneficio della comunità”, ha detto giovedì il generale. Marcelo Lepin.

L’accusato Saranno sottoposti a controllo penitenziario e successiva formalizzazione per i reati di corruzione, traffico di stupefacenti e coercizione illegittima. durante questo venerdì, 24 maggio, nel settimo tribunale di garanzia di Santiago. Dall’indagine condotta dalla Procura risulta che gli agenti di polizia coinvolti facevano parte di una rete criminale legata ai commercianti ambulanti che operano nella zona. quartiere di Meiggs.

Secondo i retroscena, riportati dal media Biobio Chile, gli uomini in uniforme potrebbero raccogliere fino a 600mila dollari in un giorno nel settore, per pagamenti da parte di commercianti a titolo di protezione o per omettere atti inerenti al loro lavoro.

Intanto, in dichiarazioni rilasciate a 24 Horas, il presidente del sindacato per lo sviluppo del quartiere di Meiggs, Alfonso Numiha spiegato che: “I carabinieri non si recavano più nel quartiere e, quando lo facevano, caricavano”.

A questo proposito, ciò che è noto è che le persone coinvolte avrebbero addebitato costi ai commercianti cinesi in cambio di garanzie. Secondo quanto riferito, avrebbero chiesto fino a 1,6 milioni di pesos in cambio dei loro servizi, fatto che gli stessi commercianti hanno riferito all’unità a cui appartenevano i detenuti.

In alcuni periodi consentivano la vendita di sigarette di contrabbando nel quartiere“, Numi ha raccontato le azioni degli agenti di polizia detenuti.

Inoltre uno degli imputati è indagato pressioni illegittime, per aver picchiato uno dei mercanti a cui chiedevano il denaro. Tra i dettagli rivelati attraverso i video, si vede anche come gli agenti di polizia occupavano i loro veicoli senza faro acceso e nascondevano la loro identificazione.

Al momento, in attesa dell’ufficializzazione prevista per mezzogiorno, non è inoltre escluso che gli agenti di polizia fermati abbiano legami con il traffico di droga.

 
For Latest Updates Follow us on Google News
 

-

PREV Il giornalista ha proposto a Pedro Gallese di indossare una maglia verde per ‘provocare’ Ricardo Gareca e la sua cabala: “Se lo fai, il ‘Tigre’ entra perdendo 1-0″
NEXT Questi sono i 3 migliori cellulari per giocare a Free Fire nel 2024