Miami chiude quattro isole della Baia di Biscayne per evitare l’inquinamento nel Memorial Day

Miami chiude quattro isole della Baia di Biscayne per evitare l’inquinamento nel Memorial Day
Miami chiude quattro isole della Baia di Biscayne per evitare l’inquinamento nel Memorial Day

Le autorità locali hanno riferito che la chiusura avrà luogo a partire da venerdì 24, prima del Giorno della Memoria, anche se non hanno specificato fino a quando la misura sarà prorogata.

Per far comprendere la nuova norma sono stati affissi diversi manifesti con cartelli indicanti la limitazione dell’accesso a tali spazi. Inoltre, ai turisti che visitano frequentemente le isole è stato consigliato di cercare destinazioni alternative.

Le autorità locali hanno affermato che la decisione rientra nella necessità di promuovere la tutela dell’ambiente e le attività ricreative responsabili nella baia per ripristinare la bellezza naturale della città.

Loren Parra, capo del dipartimento della baia della contea di Miami-Dade, ha osservato che “vogliamo assolutamente prendere tutte le misure necessarie per garantire che le persone possano ricrearsi, ma in modo responsabile”.

Da parte sua, il sindaco di Miami, Francis Suárez, ha affermato in un video trasmesso dalla città: “pensateci due volte prima di mettere qualcosa nell’acqua. Che tu sia in un parco, sia che tu sia in acqua, tutto arriva nella nostra baia. “Se vuoi continuare a goderti i corsi d’acqua, se vuoi continuare a divertirti tanto quanto adesso, devi prendertene cura.”

Aggiunta di sforzi

I funzionari dell’entità della Florida hanno unito le forze per attuare diversi programmi come “Leave no trace”, un’iniziativa che consiste nel rimuovere i bidoni della spazzatura in aree specifiche per incoraggiare i visitatori ad assumersi la responsabilità dei propri rifiuti e a non abbandonarli. nei parchi.

La legislazione, approvata dai commissari di Miami il 14 marzo, mira a proteggere l’ecosistema della Baia di Biscayne a lungo termine e a promuovere la gestione ambientale, nonché le attività ricreative legate alla natura.

“La filosofia del ‘Non lasciare traccia’ è implementata nei parchi nazionali, la gente sa già che quello che porti con te, lo porti con te. Ciò significa semplicemente che non si gettano rifiuti e non si abbandona la spazzatura”, ha detto l’attivista della comunità di Miami Sandy Moise durante il lancio ufficiale del programma.

L’enorme quantità di rifiuti che i visitatori lasciano regolarmente sull’isola è travolgente, raggiungendo più di 120.000 libbre raccolte ogni anno. Pertanto, si è presa la decisione di chiuderli e di attuare misure radicali durante questo fine settimana in cui si prevede che migliaia di persone visiteranno la città.

Il mancato rispetto della chiusura comporterà il carcere

La dichiarazione indica inoltre che il mancato rispetto della chiusura temporanea delle isole chiuse avrà conseguenze per coloro che violano il mandato. Chiunque entri in questi spazi verrà arrestato.

“Chiuderemo temporaneamente le isole in modo da poterle valutare e proteggere meglio la nostra baia e le isole. Sappiamo che il Memorial Day è alle porte, vogliamo solo che la gente capisca che non tollereremo questo. Chiunque abbia visto sconfinamenti lo farà essere arrestato”, ha detto Kenia Fallat, portavoce della città.

Le autorità hanno precisato che la pattuglia marittima sorveglierà in ogni momento le aree chiuse e attuerà una politica di tolleranza zero contro coloro che tentano di invaderle illegalmente.

“La polizia di Miami e i dipartimenti dei parchi e delle attività ricreative stanno collaborando per aumentare la consapevolezza pubblica sugli impatti dannosi dei rifiuti e faranno rispettare le leggi e i regolamenti esistenti”, si legge nella dichiarazione della città.

@Lydr05

 NULL      

FONTANA: Con informazioni dalla dichiarazione e Telemundo51 Miami

 
For Latest Updates Follow us on Google News
 

-

PREV L’Ue ha approvato un pacchetto di sanzioni che penalizza il trasferimento di gas naturale liquefatto russo nei porti europei
NEXT Dipartimento Morón vs. San Miguel dal vivo: come arrivano alla partita