Putin vuole riprendere i colloqui di pace con l’Ucraina se manterrà i risultati ottenuti

Putin vuole riprendere i colloqui di pace con l’Ucraina se manterrà i risultati ottenuti
Putin vuole riprendere i colloqui di pace con l’Ucraina se manterrà i risultati ottenuti

BarcellonaIl presidente russo Vladimir Putin ha chiesto questo venerdì di riprendere i negoziati di pace con l’Ucraina. In una conferenza stampa a Minsk, capitale della Bielorussia, il leader russo ha chiesto di incontrarsi nuovamente con Kiiv per “firmare documenti giuridicamente vincolanti”. “Ritornare [las negociaciones]! Ma lasciamoli ritornare in base alla situazione attuale sul campo. Siamo disposti a farlo”, ha affermato. Putin si è chiesto se il suo omologo ucraino, Volodymyr Zelenskyj, debba essere al tavolo delle trattative. Il mandato del presidente ucraino è scaduto il 20 maggio e questo, per il presidente russo, significa che “la legittimità del capo dello Stato [de Ucrania] è scaduta”.

Secondo fonti vicine al presidente russo consultate dalla Reuters, l’idea di Putin è quella di “congelare la guerra”, cioè di consegnare all’Ucraina alla Russia tutti i territori che attualmente sono sotto il controllo di Mosca. Non è la prima volta che fa un’offerta di questo tipo. Il presidente ha offerto un cessate il fuoco alle stesse condizioni negli Stati Uniti lo scorso febbraio, secondo la Reuters.

Le stesse fonti ritengono che Putin voglia approfittare dell’occasione quantità di moto della Russia a lasciarsi la guerra alle spalle e a vendere l’annessione di questi territori ucraini come una vittoria.

E da mesi la Russia prende l’iniziativa sul campo di battaglia. Mosca controlla già il 18% del territorio ucraino e due settimane fa ha aperto un nuovo fronte vicino alla città di Kharkiv, nel nord-est dell’Ucraina.

Un altro motivo per cui Putin ha apportato questo cambiamento di discorso, secondo fonti vicine al Cremlino, è il fatto che una vittoria totale sul campo è quasi impossibile. Qualsiasi nuova grande offensiva sul territorio ucraino significherebbe una nuova mobilitazione dei riservisti. Dopo il primo reclutamento a livello nazionale, nel settembre 2022, la sua popolarità è crollata e migliaia di uomini sono fuggiti dal Paese.

Nulla indica, tuttavia, che questa volta l’Ucraina dovrà accettare di incontrare il presidente russo. Zelenskyj ha insistito più volte sul fatto che non accetterà alcuna cessione di territorio alla Russia e, di fatto, ha firmato un decreto nel 2022 in cui dichiara formalmente che qualsiasi negoziato con Putin è “impossibile”.

Gli sforzi di Kiev per raggiungere un accordo di pace prevedono il vertice che si terrà questo giugno in Svizzera, dove i leader di tutto il mondo studieranno la formula in dieci punti che Zelenskyj ha presentato nel 2022. Ci sono ospiti da alleati russi, come la Cina, ma il Il presidente ucraino ha dichiarato più volte di non credere che Mosca debba partecipare.

Putin ha dichiarato la settimana scorsa, durante la sua visita in Cina, che la pace non potrebbe arrivare dalla Svizzera perché altrimenti si tratterebbe di una “condizione imposta” e non di un “negoziato serio”. “Credo che uno degli obiettivi della conferenza sia che la comunità occidentale, sponsor del regime di Kiiv, confermi la legittimità del capo dello Stato”, ha detto il presidente russo nella conferenza stampa di venerdì.

Il ministro degli Esteri ucraino, Dmitro Kuleba, ha detto a X che se Putin ora difende il ritorno ai negoziati è perché “ha paura del successo” del vertice in Svizzera. “Putin non ha intenzione di porre fine alla sua aggressione in Ucraina. Solo la voce della maggioranza mondiale può costringerlo a scegliere la pace invece della guerra”, ha assicurato.

Zelenskyj si recherà a Madrid questo lunedì

Il presidente ucraino, Volodymyr Zelenskyj, si recherà a Madrid questo lunedì, poco più di una settimana dopo aver annullato una visita ufficiale nella capitale spagnola per concentrarsi sul nuovo fronte che la Russia ha aperto nella regione ucraina di Kharkiv. Zelenskyj intende incontrare il presidente del governo spagnolo, Pedro Sánchez, e firmare l’accordo bilaterale sulla sicurezza con il quale la Spagna si impegna a continuare a fornire sostegno militare a Kiev. Si tratterà della prima visita bilaterale del presidente dell’Ucraina in Spagna, anche se ha già partecipato al vertice della Comunità politica europea, a Granada, lo scorso ottobre.

 
For Latest Updates Follow us on Google News
 

-

PREV Sergio Cánovas rinvia fino a due volte il suo colloquio con la squadra investigativa
NEXT Il bellissimo rapporto di Paulina Rubio con uno dei membri di Parchís