La Cina pone fine alle esercitazioni militari intorno a Taiwan

L’esercito cinese ha completato le manovre avviate giovedì intorno Taiwan per mettere alla prova la loro capacità di prendere il potere su quest’isola autonoma rivendicata da Pechino.

Le forze armate hanno “completato con successo” le esercitazioni di due giorni nei dintorni Taiwanha detto venerdì sera un presentatore di CCTV-7, il canale statale dedicato alle notizie militari.

Nei due giorni di manovre militari111 aerei e dozzine di navi hanno circondato quest’isola governata democraticamente, secondo il ministero dell’ Difesa taiwanese.

Venerdì sera, l’esercito cinese ha diffuso un video che mostrava camion missilistici pronti a sparare, ufficiali a bordo di navi da guerra che scrutavano con un binocolo le navi taiwanesi e soldati in uniforme che proclamavano la loro fedeltà all’esercito taiwanese. partito Comunista.

Queste esercitazioni, che dovevano simulare il blocco dell’isola, prevedevano la partecipazione delle forze di terra, della marina, dell’aeronautica e dell’unità missilistica responsabile dei missili strategici.


{{#values}} {{#ap}}

{{/ap}} {{^ap}}

{{/ap}} {{/valori}}


Hanno avuto luogo principalmente nello Stretto di Taiwan, a nord, sud ed est del territorio.

A Taiwan, il portavoce dell’ufficio presidenziale, Karen Kuoha denunciato le manovre sabato.

“La recente provocazione unilaterale della Cina non solo mina lo status quo della pace e della stabilità nello Stretto di Taiwan, ma è anche una palese provocazione all’ordine internazionale, che ha sollevato seria preoccupazione e condanna da parte della comunità internazionale”, ha affermato in una nota.

Pechino considera Taiwan come una delle sue province, che non è ancora riuscita a riunificarsi con il suo territorio dalla fine della guerra civile cinese e dall’arrivo dei comunisti al potere sulla terraferma nel 1949.

Le esercitazioni sono iniziate giovedì, tre giorni dopo l’entrata in vigore del nuovo presidente taiwanese. Lai Ching-te, si è insediato con un discorso denunciato dalla Cina come una “confessione di indipendenza”.

Portavoce del Ministero della Difesa cinese Wu Qianha accusato Lai venerdì di “spingere i nostri compatrioti di Taiwan in una pericolosa situazione di guerra”.

“Ogni volta che (il movimento che sostiene) l’indipendenza di Taiwan ci provoca, faremo un ulteriore passo avanti con le nostre contromisure, fino a raggiungere la completa riunificazione della patria”, ha avvertito il portavoce.

Il dispositivo fa parte di una campagna per aumentare la pressione militare della Cina su quest’isola autonoma e governata democraticamente, con incursioni quasi quotidiane di navi e aerei nei suoi dintorni e diverse esercitazioni su larga scala dal 2022.

Leggi anche La Cina afferma che le manovre a Taiwan mettono alla prova la sua capacità di “prendere il potere”


Unisciti al nostro canale

EL UNIVERSAL è ora su Whatsapp Dal tuo dispositivo mobile, scopri le notizie più rilevanti del giorno, articoli di opinione, intrattenimento, tendenze e altro ancora!

 
For Latest Updates Follow us on Google News
 

-

PREV Due armi trovate nella casa criminale di Soto del Real
NEXT Gli attivisti di Just Stop Oil dipingono Stonehenge di arancione