Il Festival Tío Pepe giunge alla sua decima edizione a Jerez con Ana Mena, Raphael, Take That, Luis Fonsi e la chirigota del Selu nella sua squisita line-up

Il Festival Tío Pepe giunge alla sua decima edizione a Jerez con Ana Mena, Raphael, Take That, Luis Fonsi e la chirigota del Selu nella sua squisita line-up
Il Festival Tío Pepe giunge alla sua decima edizione a Jerez con Ana Mena, Raphael, Take That, Luis Fonsi e la chirigota del Selu nella sua squisita line-up

Il Festival Tío Pepe celebra quest’estate la sua decima edizione. In un ambiente unico come quello delle cantine González Byass a Jerez, i vicini e soprattutto i turisti sono invitati ad immergersi in un programma, all’insegna del motto ‘Veranea en la Bodega’, che oltre alla musica, riunendo artisti di alto livello, aggiunge cultura, gastronomia ed enologia. L’evento è stato presentato giorni fa a Siviglia.

In questo modo, nei mesi di luglio e agosto, González Byass cerca di offrire “un’esperienza completa per sfruttare al massimo i pomeriggi estivi in ​​un ambiente incomparabile”.

“È più di un festival. E’ uno stile di vita”. Si presenta così questo festival estivo giunto alla sua decima edizione, un evento che si è affermato come uno dei “più prestigiosi” dello Stato spagnolo. E che nella stessa Baia di Cadice “compete” e coincide con altri eventi di alto livello come il Festival di Musica Concertistica, nel Comune di Sancti Petri a Chiclana; o Bahía Sound, vicino al centro commerciale Bahía Sur a San Fernando.

Come dettagliato nella nota inviata a DIARIO Bahía de Cádiz, il programma del concerto è “impressionante”, che si terrà in luoghi emblematici come il Patio de la Tonelería e la Bodega Las Copas. I biglietti sono in vendita QUI (il più economico per Ana Mena è 35 euro, ma per esempio per Raffaello, con quasi tutta la carta già venduta, c’è chi ha pagato 152 euro…).

ELENCO DEI CONCERTI

Il festival inizierà il 12 luglio con Ana Mena, “una delle star di maggior successo ed essenziali del momento” e il suo ‘Bellodrama Tour’. Due giorni dopo, il 14 luglio, Gilberto Santa Rosa, conosciuto come il “gentiluomo della salsa”, presenterà il suo ‘Auténtico Tour 2024’.

Un altro momento clou del Festival Tío Pepe è Raphael, che tornerà nelle cantine di Jerez il 17 luglio con la sua ultima opera ‘Victoria’, scritta e prodotta da Pablo López. E il catalano Miguel Poveda salirà sul palco il 19 luglio, offrendo uno spettacolo in cui si fondono il flamenco e i testi di Federico García Lorca.

Il 20 luglio, i God Save The Queen porteranno il loro tributo all’iconica band britannica Queen; il giorno dopo, il 21 luglio, i Take That offriranno l’ultimo concerto del loro tour estivo in Spagna; La Oreja de Van Gogh, con più di venticinque anni di esperienza, si esibirà nella notte del 27 luglio; Il 28 luglio Luis Fonsi ricorderà il suo mezzo secolo di carriera musicale con uno spettacolo “ricco di sorprese e dei suoi più grandi successi”; e il 30 si esibirà Antonio José.

Agosto inizierà con Amaral il giorno 1. India Martínez si esibirà il 2 agosto, invitando i suoi follower a prendere parte al suo spettacolo dal vivo. E il 3 agosto, Arrival from Sweden proporrà “The Music of ABBA”, approfittando dei successi della leggendaria band svedese con i musicisti originali di quel progetto rafforzati dalla loro vittoria nel 1974 all’Eurovision.

José Mercé, originario di Jerez, presenterà in anteprima il 4 agosto il suo nuovo spettacolo ‘José Mercé canta a Manuel Alejandro’; I Sidecars festeggeranno i loro 18 anni come band l’8; mentre il 10 agosto sarà la volta di Santiago Auserón e della sua Accademia della Notte.

La lineup continua fino a metà agosto: Nil Moliner suonerà nelle cantine l’11 agosto presentando il suo terzo album ‘Lugar Paraíso’. E Los Secretos darà il tocco finale il 16, festeggiando i suoi 45 anni con un concerto che ripercorrerà la sua storia musicale e i suoi più grandi successi.

FLAMENCO, COMMEDIA E QUALCOSA IN PIÙ…

Inoltre, i Méndez accompagnati dal pianoforte di Borja Évora e dalla chitarra di Pepe del Morao.

E non mancherà anche la serie Tío Pepe Comedy, “comprendendo l’importanza vitale dell’umorismo nelle nostre vite”. Con due date, l’esecuzione del Selu chirigota ‘Non sentiremo nemmeno la fame’, il 26 luglio; e lo spettacolo “Il senso dell’umorismo: io e due sciocchi”, in cui si incontrano Santiago Segura, José Mota e Florentino Fernández.

Insieme a tutto questo, ancora una volta Tío Pepe offre la possibilità di concludere la serata al ‘The Village’, visitando, passeggiando o cenando nelle cantine, o le cosiddette ‘Cene Stellate’ con “la migliore cucina nazionale”.

‘Veranea en la Bodega’ 2024 è patrocinato dal Consiglio Provinciale di Cadice (che contribuisce fino a 115.000 euro), dal Comune di Jerez e da diverse aziende private. L’estate scorsa ha attirato circa 65.000 persone.

 
For Latest Updates Follow us on Google News
 

-

PREV L’oro è sulla buona strada per il suo primo rialzo settimanale in quattro settimane nella speranza di un taglio dei tassi negli Stati Uniti.
NEXT La NASA ha avvertito che nei prossimi mesi potrebbe verificarsi un’esplosione cosmica “irripetibile” – eju.tv