Donald Trump viene fischiato mentre cerca di conquistare i membri del Libertarian Party | Internazionale | Notizia

Donald Trump viene fischiato mentre cerca di conquistare i membri del Libertarian Party | Internazionale | Notizia
Donald Trump viene fischiato mentre cerca di conquistare i membri del Libertarian Party | Internazionale | Notizia

L’ex presidente Donald Trump (2017-2021) non ha avuto un compito facile questo sabato per attirare il sostegno dei partecipanti al Conferenza Nazionale del Partito Libertarioche a volte lo ha fischiato e non ha lasciato che il repubblicano brillasse nel suo discorso.

Il prevedibile candidato repubblicano si è trovato di fronte ad un pubblico al quale non è abituato e che lo ha accolto con grida di rifiuto nel suo discorso al Washington Hilton, nella capitale degli Stati Uniti.

Tuttavia, per Trump, i voti libertari possono fare la differenza negli stati chiave Non rappresentano una percentuale considerevole nel voto a livello nazionale.

La situazione di tensione si è intensificata quando l’ex presidente ha affermato che il Partito Libertario avrebbe dovuto nominarlo come candidato alla presidenza, cosa che ha suscitato ancora una volta grida di rifiuto e minimi applausi.

Vista la scarsa accettazione della proposta, il repubblicano ha sfidato il pubblico: “Se vuoi perdere, non farlo (non votatemi). “Continua a ricevere il tre per cento ogni quattro anni”, riferendosi alla percentuale media ricevuta dai candidati presidenziali di quel partito.

Il candidato del Partito Libertario del 2016 Gary Johnson ha vinto il 3% dei voti nazionali, e nel 2020 Jo Jorgensen ha guadagnato poco più dell’1%. Tuttavia, quei pochi voti potrebbero fare la differenza per Trump negli stati chiave e dargli la carta vincente.

Trump ha quindi proseguito il suo discorso di 30 minuti in cui ha ringraziato i presenti per essere importanti “difensori della libertà”.

Fin dall’inizio del discorso, Trump si è definito un libertario e ha assicurato che sarebbe stato un “vero amico” di questo partito se avesse raggiunto la Casa Bianca”.

Si è anche impegnato a inserire dei libertari nel suo gabinetto e in posizioni di alto livello se il partito lo avesse sostenuto.

La risposta del pubblico è rimasta un mix di fischi e applausi finché Trump non ha promesso di commutare le sentenze di persone come Ross Ulbricht, che è stato condannato all’ergastolo per aver gestito un mercato web illegale chiamato Via della Setail momento di maggior sostegno al suo intervento.

Il repubblicano ha detto che, se eletto, rilascerà anche i partecipanti all’assalto al Campidoglio del 6 gennaio.

Trump ha attaccato anche il presidente degli Stati Uniti, Joe Biden, che ha definito il peggior presidente degli Stati Uniti e lo ha criticato per non essere stato presente a quella convention.

Inoltre, ha attaccato il Dipartimento di Giustizia degli Stati Uniti (DOJ) e l’FBI e ha promesso che avrebbe licenziato i funzionari dell’agenzia se fosse stato rieletto.

Questa settimana, Trump ha aperto un nuovo campo di battaglia contro le autorità federali garantendo ciò Il Dipartimento di Giustizia ha autorizzato l’uso della “forza mortale” contro di lui nel raid nella sua villa di Mar-a-Lago (Florida)), per cui la Procura ha chiesto al tribunale un ordine di silenzio nei suoi confronti.

L’ex presidente degli Stati Uniti Donald Trump parla alla Convenzione Libertaria a Washington, DC, USA, il 25 maggio 2024. Foto: EFE

Trump ha parlato della questione questo sabato e ha dichiarato di aver ricevuto ordini di silenzio ingiusti, una questione con la quale ha cercato di raggiungere i libertari, che danno priorità ai piccoli governi e alle libertà individuali.

Domenica i libertari eleggeranno il loro candidato alla Casa Bianca. Oltre a Trump, venerdì il candidato presidenziale indipendente Robert F. Kennedy Jr. ha tenuto il suo discorso alla convention libertaria cercando il sostegno del partito.

La campagna del presidente Joe Biden non si è lasciata passare il momento. Il suo portavoce, Kevin Muñoz, ha dichiarato in un comunicato che “Trump dice che il suo Partito Repubblicano è il partito della libertà, ma ditelo alle donne a cui è stata tolta la libertà di prendere le proprie decisioni sull’assistenza sanitaria e sulle loro gravidanze. “

“La libertà non è libera nel Partito repubblicano di Trump e questo fine settimana sarà solo un altro promemoria di ciò”, ha aggiunto il portavoce democratico. (YO)

 
For Latest Updates Follow us on Google News
 

-

PREV Avrebbe dovuto essere rosso? Terribile fallo di Erick Pulgar su Gianluca Lapadula
NEXT Dipartimento Morón vs. San Miguel dal vivo: come arrivano alla partita