Una delegazione degli Stati Uniti è arrivata a Taiwan dopo le manovre militari cinesi sull’isola

I raid aerei degli ultimi giorni sono i più numerosi registrati dall’11 aprile dello scorso anno.

Michael McCaul, repubblicano del Texas e presidente della commissione per gli affari esteri della Camera. Foto: Reuters

Una delegazione di membri del Congresso americano, guidata da Michael McCaulrepubblicano del Texas, raggiunto Taiwan per monitorare la delicata situazione che sta vivendo l’isola in seguito Cina effettuerà una delle più grandi esercitazioni navali degli ultimi mesi.

L’aumento delle attività intimidatorie da parte del colosso asiatico è una risposta al nuovissimo insediamento del nuovo presidente taiwanese, Guglielmo Laiconsiderato a “separatista” E “piantagrane” per Pechino.

William Lai, presidente di Taiwan. Foto: EFE

Lunedì Lai incontrerà i legislatori per discutere di pace e stabilità il territorio che la Cina cerca di “riunificare”. Verranno discusse anche le relazioni commerciali tra Taiwan e gli Stati Uniti.

Esercitazioni militari cinesi intorno a Taiwan. Foto: EFE.

Potrebbe interessarti:

La Cina ha descritto le sue manovre militari intorno a Taiwan come “legittime e necessarie”

Gli Stati Uniti erano preoccupati per l’atteggiamento della Cina nei confronti di Taiwan

Negli ultimi quattro anni, La Cina ha organizzato regolari attività militari intorno a Taiwan per fare pressione sul governo dell’isola.

Il Paese nordamericano aveva già esortato la Cina a farlo agire con “moderazione” nelle sue manovre militari intorno a Taiwan, e evitare “provocazioni” che potrebbero minare i suoi rapporti con l’isola.

Trova altri video

Così, il portavoce del Dipartimento di Stato americano, Matteo Milleraveva rilasciato una dichiarazione chiedendo alla Cina “di agire con moderazione. Usare una transizione normale, di routine e democratica come scusa per provocazioni militari comporta il rischio di un’escalation ed erode le norme di lunga data che per decenni hanno mantenuto la pace.

Secondo la dichiarazione di Miller, queste operazioni rappresentano a “profonda preoccupazione” per gli Stati Uniti e mette in pericolo la “stabilità” dello Stretto di Formosa, che rappresenta una minaccia critica “alla sicurezza e alla prosperità regionale e globale, e una questione di interesse internazionale“.

William Lai, presidente di Taiwan. Foto: EFE

Potrebbe interessarti:

Il presidente di Taiwan risponde alla Cina: “Mostreremo al mondo la nostra determinazione nel proteggere l’isola”

La delicata situazione tra Taiwan e Cina

Cina, che considera Taiwan come il proprio territorioha effettuato le esercitazioni militari giovedì e venerdì, sostenendo che si trattava di a “punizione” dopo il discorso di insediamento di Lai lunedì.

La Cina si è ripetutamente scagliata contro Lai, dicendo che è un “separatista”. Il mandatario respinge le pretese di sovranità di Pechino e afferma che solo il popolo di Taiwan può decidere del suo futuro. Allo stesso modo, ha ripetutamente offerto conversazioni, ma è stato rifiutato.

Xi Jinping con il segretario generale del Partito Comunista del Vietnam. Foto: EFE. Xi Jinping con il segretario generale del Partito Comunista del Vietnam. Foto: EFE.

William Lai, che ha vinto le elezioni a gennaio, ha detto anche lui “sperava di migliorare la comprensione reciproca e la riconciliazione con la Cina attraverso gli scambi e la cooperazionecreando vantaggi reciproci e avanzando verso una posizione di pace e prosperità comuni.”

Anche ringraziato agli Stati Uniti e ad altri paesi per le loro espressioni di preoccupazione per le manovre cinesi: “La comunità internazionale non accetterà che un paese crei onde nello stretto di Taiwan e comprometta la stabilità regionale”, ha aggiunto.

 
For Latest Updates Follow us on Google News
 

-

PREV IndyCar: Agustín Canapino e la cronologia della sua assenza a Road America
NEXT Santiago Ixcuintla: le previsioni del tempo per questo 7 giugno