Lo scioccante incidente di Checo Pérez a Monaco lascia tre vetture fuori combattimento

Lo scioccante incidente di Checo Pérez a Monaco lascia tre vetture fuori combattimento
Lo scioccante incidente di Checo Pérez a Monaco lascia tre vetture fuori combattimento

Il Gran Premio di Monaco è stato teatro di una partenza drammatica che ha lasciato fuori dalla competizione diversi piloti già nel primo giro.

L’incidente è avvenuto quando Magnussen ha tentato di sorpassare il compagno di squadra Nico Hulkenberg e lo stesso Pérez subito dopo la prima curva. Iniziando la salita, il danese ha toccato il guardrail sul lato destro in una zona senza spazio sufficiente. Questa manovra ha provocato un effetto domino che si è concluso con la compromissione del controllo della vettura da parte di Magnussen, colpendo la parte posteriore della RB20 di Pérez.

Questo tocco ha fatto sì che l’auto di Pérez, destabilizzata, si scontrasse violentemente contro l’auto di Hulkenberg. La collisione ha lasciato tutti e tre i veicoli gravemente danneggiati, con l’auto di Pérez che ha subito il peso maggiore. Solo la cabina di pilotaggio del messicano è rimasta intatta dopo l’incidente. Pérez è però riuscito a scendere da solo dalla vettura e si è diretto verso la zona box, evidentemente colpito ma illeso.

Quando la polvere si è diradata si è potuto constatare l’abbandono delle tre auto nella zona dell’incidente. La gara è stata momentaneamente sospesa con bandiera rossa, mentre i commissari di pista rimuovevano i veicoli e ripulivano dai detriti. Questo incidente, tuttavia, non è stato l’unico incidente avvenuto nel caotico primo giro.

In precedenza, Carlos Sainz, pilota della Ferrari, aveva perso posizioni in classifica dopo essere uscito di pista alla curva del Casinò a causa di una foratura. La sua vettura ha subito danni significativi, ma Sainz è riuscito a continuare la gara nonostante la perdita di tempo.

Allo stesso modo, si è verificato un altro incidente poco prima che fosse dichiarata la bandiera rossa. Alla chicane Nouvelle, i piloti Alpine Esteban Ocon e Pierre Gasly si sono scontrati all’uscita Portier mentre si dirigevano nel tunnel. Ocon, nel tentativo di sorpassare Gasly all’interno della curva, si è scontrato con il compagno di squadra ed è stato lanciato in aria. Nonostante lo spettacolare incidente, Ocon è riuscito a ricadere sull’asfalto e a proseguire la corsa, anche se l’intero gruppo è dovuto rientrare ai box in attesa che i vari incidenti si risolvessero.

Questi primi incidenti hanno chiarito che il Gran Premio di Monaco, con la sua conformazione stradale stretta, rimane uno dei circuiti più impegnativi e pericolosi del calendario di Formula 1. La difficoltà di sorpasso sulle strade strette del principato, unita all’aggressività i conducenti spesso provocano questo tipo di incidenti che alterano drammaticamente lo sviluppo della competizione.

Dopo la ripresa della gara, i team e i piloti hanno dovuto adeguare le proprie strategie per adattarsi alle nuove circostanze. La direzione gara, dal canto suo, ha prestato particolare attenzione alla sicurezza, intensificando le misure per prevenire futuri incidenti durante il prosieguo della competizione. Nel frattempo, i tifosi attendono con impazienza l’esito di questa edizione emozionante e ricca di eventi del Gran Premio di Monaco.

 
For Latest Updates Follow us on Google News
 

-

PREV “Buona festa del papà”: Claudia Sheinbaum festeggia con una tenera foto di lei e suo papà da piccola
NEXT Trasandino ha dato la sorpresa ed ha eliminato il Deportes La Serena dalla Coppa del Cile