Come sta andando lo Zimbabwe Gold? A cura di Invezz.com

Come sta andando lo Zimbabwe Gold? A cura di Invezz.com
Come sta andando lo Zimbabwe Gold? A cura di Invezz.com

Invezz.com – Il tasso di cambio tra USD e ZiG rimane stabile poiché il governo dello Zimbabwe prevede che la valuta mantenga la sua stabilità a lungo termine. I dati ufficiali sul sito web della Banca Centrale dello Zimbabwe mostrano che il prezzo medio bid-ask è passato a 13,22, vicino al punto di partenza di aprile.

ZiG ZiG rimane stabile

Questa stabilità è arrivata in un momento in cui il governo ha adottato misure per garantire agli investitori, alle imprese e alle istituzioni internazionali che la valuta reggerà bene. Ha escluso la stampa di moneta per finanziare la spesa pubblica, accusata dell’iperinflazione che ha distrutto altre valute.

Il governo si è inoltre impegnato a continuare ad aumentare le proprie riserve di dollari, che inizialmente ammontavano a 2,5 tonnellate e 100 milioni di dollari. In una recente dichiarazione, il vice governatore della banca centrale Innocent Matshe ha affermato che queste riserve sono in aumento. Le riserve auree dello Zimbabwe provengono dalle operazioni minerarie del paese.

Inoltre, il governo ha annunciato che lancerà nuove regole che obbligheranno le aziende a utilizzare il tasso di cambio ufficiale ZiG. Questa misura mira a prevenire l’ecosistema del mercato nero che è stato in parte accusato del recente crollo di altre valute.

L’altra misura implementata dal governo è la conversione del budget annuale per riflettere la valuta ZiG. In una dichiarazione dell’epoca, il ministro delle Finanze Mthuli Ncube disse:

“Questa è una traduzione del tasso di cambio alla fine della giornata. Si tratta semplicemente di passare da una valuta all’altra. “Dobbiamo utilizzare un tasso di cambio adeguato al mercato per garantire di poter allineare tali entrate e spese al budget effettivo”.

Anche la Banca Centrale dello Zimbabwe pubblica il tasso di cambio ufficiale sul proprio sito web per aumentare la trasparenza.

Il FMI accoglie con favore lo Zimbabwe ZiG tra i rischi

Il FMI ha accolto con favore l’uso dello ZiG nell’economia dello Zimbabwe e ora prevede di inviare una delegazione per valutarne le prestazioni.

Tuttavia, come ho avvertito in precedenza, ZiG è una valuta rischiosa che deve affrontare un futuro incerto a causa della difficoltà nel mantenere la sua stabilità. Come abbiamo visto in precedenza, mantenere l’ancoraggio valutario è una delle cose più difficili da fare.

Gli Stati Uniti abolirono il dollaro standard negli anni ’70, quando Richard Nixon dovette affrontare un’elevata inflazione e le sfide legate al cambio della valuta con l’oro. Più recentemente, Hong Kong ha speso miliardi di dollari per mantenere il suo ancoraggio al dollaro statunitense. Lo stesso vale per altri paesi ancorati al dollaro, come Qatar e Bahrein.

Inoltre, gli analisti avvertono che ci vorrà più tempo per effettuare una transizione completa all’ancoraggio a causa del predominio del dollaro USA nello Zimbabwe, dove la maggior parte delle persone è passata al dollaro USA. Ancora più importante, non è chiaro come il governo finanzierà interamente il proprio bilancio utilizzando lo ZiG, che ha un valore inferiore a 300 milioni di dollari.

Il post Da USD a ZiG: come sta andando lo Zimbabwe Gold? è apparso per la prima volta su Invezz

Questo articolo è stato originariamente pubblicato da Invezz.com

 
For Latest Updates Follow us on Google News
 

-

PREV Vaisala Corporation: riacquisto di azioni 17.6.2024
NEXT Dipartimento Morón vs. San Miguel dal vivo: come arrivano alla partita