L’UE approva una legge che limita le emissioni di metano derivanti dalle importazioni di gas

L’UE approva una legge che limita le emissioni di metano derivanti dalle importazioni di gas
L’UE approva una legge che limita le emissioni di metano derivanti dalle importazioni di gas

Lunedì i paesi dell’Unione Europea hanno approvato una legge per imporre limiti alle emissioni di metano derivanti dalle importazioni europee di petrolio e gas a partire dal 2030, esercitando pressioni sui fornitori internazionali affinché riducano le perdite del potente gas serra.

Il metano è il componente principale del gas naturale che i paesi bruciano nelle centrali elettriche e per riscaldare le case. È anche la seconda causa del cambiamento climatico, dopo l’anidride carbonica, e contribuisce al riscaldamento globale quando viene rilasciata nell’atmosfera attraverso perdite di oleodotti, gasdotti e infrastrutture.

In un incontro a Bruxelles, i ministri dell’agricoltura dei paesi dell’UE – che, come tutti gli altri ministri, hanno il potere di approvare leggi su qualsiasi materia – hanno dato l’approvazione finale dei loro paesi alla politica, il che significa che ora può entrare in vigore. Solo l’Ungheria ha votato contro.

Questo contenuto è stato realizzato grazie al supporto della comunità El Destape. Unisciti a noi. Continuiamo a fare la storia.

ISCRIVITI ALLA SCOPERTA

Dal 2030, l’UE imporrà “valori massimi di intensità di metano” sui combustibili fossili commercializzati sul mercato europeo. La Commissione Europea definirà i limiti esatti di metano per quella data.

Gli importatori di petrolio e gas che superano il limite potrebbero essere soggetti a sanzioni finanziarie.

È probabile che le norme sull’importazione colpiscano i principali fornitori di gas come Stati Uniti, Algeria e Russia. Mosca ha tagliato drasticamente le sue consegne all’Europa dopo l’invasione dell’Ucraina nel 2022 e da allora è stata sostituita come principale fornitore di gas dell’Europa dalla Norvegia, la cui fornitura ha una delle intensità di metano più basse al mondo.

L’amministrazione Biden negli Stati Uniti, che insieme all’UE ha esortato i paesi a ridurre le emissioni di metano del 30% entro il 2030 per limitare il cambiamento climatico, ha accolto con favore la legge UE sul metano.

L’anno scorso, gli Stati Uniti hanno stabilito le proprie regole che obbligano le compagnie petrolifere a limitare le proprie emissioni di metano.

Dal 2027, l’UE richiederà inoltre che i nuovi contratti di importazione di petrolio, gas e carbone possano essere firmati solo con produttori stranieri che soddisfano standard di comunicazione delle emissioni di metano equivalenti a quelli dell’UE.

Queste regole includono l’obbligo per i produttori europei di verificare periodicamente le loro operazioni per eventuali perdite di metano, da ogni quattro mesi nel caso dei terminali di gas naturale liquefatto, a ogni tre anni nel caso delle fonti energetiche infrastrutturali situate sotto il fondale marino.

La politica dell’UE vieta inoltre la maggior parte dei casi di flaring e venting, quando le compagnie petrolifere e del gas bruciano o rilasciano intenzionalmente metano indesiderato nell’atmosfera.

Con informazioni provenienti da Reuters

 
For Latest Updates Follow us on Google News
 

-

NEXT Dipartimento Morón vs. San Miguel dal vivo: come arrivano alla partita