Nel pieno dell’ondata di freddo, avvertono che la mancanza di gas si protrarrà almeno fino al fine settimana

Nel pieno dell’ondata di freddo, avvertono che la mancanza di gas si protrarrà almeno fino al fine settimana
Nel pieno dell’ondata di freddo, avvertono che la mancanza di gas si protrarrà almeno fino al fine settimana

Nel mezzo dell’ondata di freddo e dopo più di dieci giorni senza rifornimenti, lo hanno avvertito lunedì mancanza di fornitura di gas il gas naturale compresso (GNC) che incide sull’attività delle industrie e delle stazioni di servizio potrebbe prolungare fino al fine settimana.

Lo ha confermato il presidente della Federazione degli Enti Carburanti della provincia di Buenos Aires, Juan Carlos Basilico. Allo stesso modo, ha condizionato la soluzione del problema al arrivo delle navi che trasportano gas naturale liquefatto (GNL). acquisito dal Governo.

Leggi anche: Quando aumenterebbe il prezzo della benzina e del diesel se il governo aggiornasse le tasse sul carburante?

“Nessuno si aspettava l’inverno in questo periodo. Sono in arrivo 20 navi per la prima metà di giugno e ne hanno ordinate altre 10. La situazione si risolverà entro il fine settimana.“, ha detto Basilico nelle dichiarazioni a Radio Splendida.

Lo ha spiegato anche il rappresentante aziendale La federazione ha inviato lettere documentali al presidente Javier Milei e al ministro dell’Energia, Eduardo Rodríguez Chirilo, per rispondere all’argomento. Hanno chiesto spiegazioni anche al governatore della provincia di Buenos Aires, Axel Kicillof.

“Nel governo precedente dicevano che avremmo avuto il gas per fermarci e ogni 100 chilometri facevano un’inaugurazione e ora non abbiamo gas. Mettiamo i soldi e non sprechiamoli”, ha affermato Basilico.

La produzione di gas di Vaca Muerta è limitata dalla scarsa capacità di trasporto (Foto: Télam).

Come riportato TNil sistema energetico è dentro la fase pre-emergenzache consiste in un monitoraggio permanente con Taglio dell’offerta per gli utenti con contratto interrompibile, come quelli che ne hanno industrie e stazioni di metano.

Inizialmente, il servizio era ridotto a quelli contratti interrompibili e rimarranno così finché non passerà l’ondata di freddo. Ora, a causa dell’evoluzione della domanda, sono passati al passo successivo: quello le industrie con contratti fissi riducono al minimo il loro consumo in modo che non si verifichino carenze di gas nelle case o interruzioni di corrente.

Allo stesso modo, più di 200 stazioni di servizio in tutto il paese non possono vendere metano ai propri clienti.

Perché c’è carenza di gas?

Questo maggio sta registrando temperature più basse del normale per l’autunno, ma il collo di bottiglia si è creato, come riportato TNPerché I lavori sugli impianti di compressione del gasdotto Vaca Muerta non sono stati completati.

Leggi anche: Una famiglia spende quasi 120.000 dollari a maggio in trasporti, elettricità, gas e acqua nell’AMBA, il 15% in più rispetto al mese scorso

Il completamento di questi compiti, a Neuquén e nella provincia di Buenos Aires, è stato ritardato a causa del cambio di governo e solo poche settimane fa ha cominciato ad accelerare. Si prevede che nel breve termine potrà immettere nel sistema altri 5 milioni di metri cubi agli 11 milioni di m3 oggi disponibili. Nel settore dicono che se gli stabilimenti di Otrayén, Salliqueló e Mercedes fossero stati completati entro i termini previsti, Vaca Muerta avrebbe già iniettato almeno 22 milioni di m3 al giorno.

A colmare la mancanza di gas ci sono gli acquisti di GNL all’estero, che vengono rigassificati nel terminale di Escobar (fino al 2023 c’era un’altra nave a Bahía Blanca). L’azienda statale Enarsa ha già bandito una gara 20 navi (la metà di quelli acquistati lo scorso anno) per un totale di 1 milione di mc. La maggior parte ha date di ormeggio tra l’inizio di giugno e la fine di agosto.

 
For Latest Updates Follow us on Google News
 

-

PREV Il Celta vuole il ritorno di Borja Iglesias
NEXT Dipartimento Morón vs. San Miguel dal vivo: come arrivano alla partita