Benzina e diesel: l’aumento delle tasse avrà poco impatto questo sabato ma prevede un balzo del 18% a luglio

Benzina e diesel: l’aumento delle tasse avrà poco impatto questo sabato ma prevede un balzo del 18% a luglio
Benzina e diesel: l’aumento delle tasse avrà poco impatto questo sabato ma prevede un balzo del 18% a luglio

Benzina e gasolio torneranno ad aumentare a partire da sabato. (Immagine illustrativa Infobae)

Il governo ha annunciato per questo sabato, 1 giugno, a aumento delle tasse sui combustibili liquidi (ICL)ma ciò avrà un impatto solo dell’1% sui prezzi del nafta e il gasolio se le compagnie petrolifere decidono di trasmetterlo al consumatore. Le compagnie petrolifere –YPF, Shell, Axion e Puma Energy– potranno essere applicati aumenti per recuperare margini e uno scostamento mensile del 2%. dollaro ufficiale.

Nel tentativo di sostenere il rallentamento inflazionel’aumento della Lci che governerà nei prossimi giorni, ufficializzato questa mattina attraverso l’Assessorato Decreto 466/2024è notevolmente inferiore a quello che avrebbe dovuto essere applicato a maggio e che il ministro dell’Economia, Luis Caputoha deciso di iniziare il mese prossimo.

La norma prevede però per luglio un aumento delle tasse che alla pompa si tradurrà in un aumento del carburante del 18%. Ecco come lo ha calcolato Istituto Argentino di Analisi Fiscale (Iaraf) sulla base della norma pubblicata sulla Gazzetta Ufficiale.

Istituto Argentino di Analisi Fiscale (IARAF).
Istituto Argentino di Analisi Fiscale (IARAF).

“Per stimolare la crescita dell’economia garantendo un percorso fiscale sostenibile, è ragionevole rinviare parzialmente gli effetti degli aumenti applicabili dal 1° giugno 2024 per la benzina senza piombo, la benzina vergine e il diesel”, affermano considerando del decreto.

L’imposta sul carburante viene aggiornata trimestralmente in base alla variazione della Indice dei prezzi al consumo (IPC) del Indic accumulato nel periodo precedente. Il governo di Alberto Fernández lo ha mantenuto congelato da metà giugno 2021 a dicembre 2023.

Nell’ambito della sua tabella di marcia per raggiungere l’equilibrio fiscale, Caputo ha proposto uno schema di aumento graduale per recuperare tutti quei periodi a cui è stato aggiunto uno scioglimento dei limiti agli aumenti per le imprese. Dallo scorso dicembre, i prezzi della benzina e del diesel sono più che raddoppiati.

A maggio sarebbe dovuto essere applicato un aumento della ICL del 53% a causa dell’inflazione accumulata nell’ultimo trimestre del 2023, che Caputo aveva rinviato a giugno e ora viene nuovamente rinviato, e a luglio un altro 56% a causa del IPC del primo trimestre di quest’anno. Il decreto 466/2024 conosciuto questa mattina applica un piccolo aumento a partire da sabato ma concentra l’aumento più forte il mese prossimo.

Istituto Argentino di Analisi Fiscale (IARAF).
Istituto Argentino di Analisi Fiscale (IARAF).

La Iaraf ha calcolato che dal 1° giugno l’aumento della tassa sul carburante sarà dell’8%. Se questo incremento venisse interamente trasferito al prezzo, la superbenzina potrebbe aumentare dell’1,2%. CABA e 1% dentro Cordova.

“A luglio l’imposta dovrebbe aumentare del 115%, se fosse interamente trasferita sul prezzo benzina super Potrebbe aumentare al massimo del 18% a CABA e del 16% a Córdoba”, hanno spiegato.

Considerando il valore attuale di un litro di superbenzina, questo aggiornamento della tassa di giugno, nell’ipotesi di trasferimento totale, implicherebbe un passaggio da un valore di 1.005 dollari a 1.016 dollari nella città di Cordoba, cioè un aumento dell’1% come indicato da Iaraf. In CABA passerebbe da 870 a 881 dollari, con un aumento dell’1,2%, in questa ipotesi.

Intanto, secondo il decreto e partendo dal presupposto che a giugno la benzina aumenterà solo il suo prezzo a causa del trasferimento della tassa, hanno indicato che a luglio la superbenzina a Cordoba passerebbe da 1.016 dollari a 1.179 dollari, cioè un aumento del 16% . centinaio. Nel CABA passerebbe da 881 dollari a 1.044 dollari, con un aumento del 18,5%.

Riguardo a questi importi, non è escluso che le compagnie petrolifere aggiungano la variazione mensile del 2% del tasso di cambio ufficiale e una ricomposizione dei loro prezzi nel tentativo di raggiungere valori internazionali. YPF, leader del mercato locale, ha stimato in occasione della presentazione dei risultati finanziari del primo trimestre quanto le resta un aumento del 7% in attesa di dollari per raggiungere tali livelli.

Parallelamente, nel mese di aprile si è assistito ad un consolidamento del calo delle vendite di carburante al pubblico in tutto il paese. Lo riferisce la società di consulenza Politico Chacosecondo i dati del Ministero dell’Energia, con un calo del 13,7% su base annua, il quinto consecutivo.

In riferimento alle loro performance, la benzina ha mostrato un calo dell’11,4% su base annua anche se con forti disparità a seconda del segmento: le vendite di benzina super sono diminuite del 6,8% su base annua ma le vendite di benzina premium sono diminuite del -24,2%. Per quanto riguarda il diesel, il risultato complessivo è stato un calo del 16,5% su base annua: all’interno di questo, il petrolio comune è sceso del 19,1% e il petrolio premium è sceso del -10,7%.

 
For Latest Updates Follow us on Google News
 

-

NEXT Dipartimento Morón vs. San Miguel dal vivo: come arrivano alla partita