Sabato sarà attivato il Piano Calore dell’Estremadura fino a ottobre

Sabato sarà attivato il Piano Calore dell’Estremadura fino a ottobre
Sabato sarà attivato il Piano Calore dell’Estremadura fino a ottobre

La Junta de Extremadura attiverà da questo sabato, 1 giugno, e fino al 30 settembre, il Piano di sorveglianza e prevenzione degli effetti del caldo eccessivo sulla salute per la stagione 2024, che comprende misure di informazione sugli effetti del caldo eccessivo e l’identificazione dei rischi gruppi.

L’obiettivo di questo piano è ridurre l’impatto delle temperature eccessive sulla salute della popolazione e per fare ciò stabilisce una procedura di coordinamento e funzionamento tra le diverse organizzazioni ed enti coinvolti.

Una delle novità rispetto alle stagioni precedenti è l’inserimento delle zone meteosanitarie, definite dall’Agenzia Meteorologica dello Stato (Aemet) come il territorio che, dal punto di vista climatologico, si comporta in modo omogeneo rispetto alle temperature, soprattutto quelle massime.

Il piano prevede misure di coordinamento e informazione da parte delle diverse organizzazioni coinvolte, informazioni alla popolazione sugli effetti del caldo eccessivo, identificazione dei gruppi a rischio e previsione delle ondate di caldo.

I responsabili del Servizio Sanitario dell’Estremadura (SES) consigliano alla popolazione di seguire le raccomandazioni di prevenzione, visti i rischi per la salute posti dalle alte temperature e ricordano che l’estate scorsa le persone colpite sono state 41, di cui sei hanno dovuto essere ricoverate in ospedale e due sono morte.

Secondo il documento, la popolazione particolarmente suscettibile alle situazioni di caldo eccessivo sono, tra gli altri, quelli di età superiore ai 65 anni; quelli sotto i 4 anni; donne incinte; Persone con malattie croniche; con disturbi della memoria; e coloro che ricevono determinati trattamenti come diuretici, neurolettici, anticolinergici e tranquillanti.

Anche consumatori di alcol o altre droghe; persone senza fissa dimora; coloro che vivono soli; in condizioni sociali ed economiche svantaggiate; oppure chi soffre di un’eccessiva esposizione al caldo per motivi di lavoro, sport o tempo libero.

Quando viene dichiarata la situazione di allerta di livello 2 (arancione) o 3 (rosso), i servizi sociali dei comuni e del governo dell’Estremadura devono contattare le fasce di popolazione particolarmente a rischio, per assicurarsi che adottino le misure necessarie minimizzare il rischio o, se necessario, garantire l’assistenza in luoghi adeguati alle persone che ne hanno bisogno.

In caso di allerta arancione, le Cure Primarie e i presidi ospedalieri, si legge nel documento, manterranno un elevato atteggiamento di allerta e diffidenza nei confronti delle persone colpite dalle alte temperature e i centri ospedalieri si prepareranno entro un periodo di 24 ore per prendere le decisioni necessarie nel caso in cui venga raggiunto il livello di allerta successivo.

Se si verifica un allarme di livello 3, i dispositivi di assistenza accentueranno il loro livello di allerta e sospetto e attiveranno le risorse necessarie in caso di necessità di aumentare la capacità di risposta e i ricoveri ospedalieri.

 
For Latest Updates Follow us on Google News
 

-

PREV In quali paesi è obbligatorio votare alle elezioni europee?
NEXT Lola Índigo, Myke Towers e Jhayco iniziano in grande stile lo Share Festival a Barcellona