Centinaia di ONG georgiane escludono il rispetto della nuova legge sugli agenti stranieri dopo mesi di proteste

Centinaia di ONG georgiane escludono il rispetto della nuova legge sugli agenti stranieri dopo mesi di proteste
Centinaia di ONG georgiane escludono il rispetto della nuova legge sugli agenti stranieri dopo mesi di proteste

MADRID, 29 maggio. (STAMPA EUROPA) –

Quasi 200 ONG georgiane hanno escluso mercoledì di conformarsi alla nuova legge sugli agenti stranieri, dopo più di due mesi di proteste contro la misura, che ha finalmente ottenuto l’approvazione definitiva del Parlamento dopo aver superato il veto della presidente del Paese, Salome Zurabishvili.

“Il popolo georgiano difende e difenderà fermamente il proprio futuro europeo e non accetterà la vita sotto lo sguardo della Russia. La legge russa non funzionerà nel nostro Paese, rimarrà un pezzo di carta a cui nessuno obbedirà”, hanno detto. le organizzazioni in una dichiarazione congiunta.

La legislazione colpisce soprattutto le organizzazioni di questo tipo, che impongono loro di registrarsi come “agenti di influenza straniera” se ricevono almeno il 20 per cento dei loro finanziamenti dall’estero, una misura simile a quelle in vigore in Russia e che, secondo i diritti umani gruppi di difesa, mina le libertà e i diritti fondamentali.

In questo senso, ha affermato che il testo “rompe il settore pubblico” e crea “una minaccia per l’economia, la reputazione internazionale, l’ordine pubblico e la pace in Georgia”. “Le proteste continueranno finché la legge non sarà ritirata, nonostante le intimidazioni e i pestaggi da parte delle forze di sicurezza”, ha detto.

“Proteggeremo tutti coloro che sono arrestati e multati. I nostri avvocati si batteranno davanti alla giustizia sia a livello nazionale che internazionale. Raccoglieremo denaro per pagare ciascuna delle multe inflitte per aver combattuto con amore per la Georgia e la sua libertà”, ha dichiarato.

Martedì pomeriggio il Parlamento georgiano ha finalmente approvato la legge sugli agenti stranieri dopo aver revocato il veto di Zurabishvili. I deputati hanno sostenuto a maggioranza l’annullamento del veto del capo dello Stato e anche l’adozione del testo originale, facendo valere così l’approvazione del 14 maggio sulla decisione adottata dal presidente quattro giorni dopo.

 
For Latest Updates Follow us on Google News
 

-

PREV CHASER rende omaggio al defunto amico con il nuovo singolo “Stay Gold”
NEXT Dipartimento Morón vs. San Miguel dal vivo: come arrivano alla partita