Hansi Flick è ufficialmente nominato nuovo allenatore del Barcellona | TUDN La Liga

Il tedesco Hans-Dieter Flick, 59 anni, sarà l’allenatore dell’FC Barcelona per le prossime due stagioni, fino a giugno 2026, come annunciato mercoledì dal club del Barça.

“Culers és el nostre moment. Força Barça (Culers è il nostro momento. Força Barça)”, ha detto Flick in un video pubblicato sui social network del Barça.

L’impegno è stato annunciato una volta che il club catalano e il precedente allenatore, Xavi Hernández, hanno raggiunto un accordo per la risoluzione del contratto dell’allenatore catalano e del suo team tecnico.

Flick, il terzo tedesco a sconfiggere il Barça

Flick sarà il terzo allenatore tedesco nella storia del Barcellona. Il primo è stato Hennes Weisweiler nella stagione 1975-76, percorso che non si concluse dopo l’esonero a causa degli scarsi risultati e del pessimo rapporto con Johan Cruyff.

Il secondo era Udo Lattek, tra il 1981 e il 1983. Nel suo caso gli pesava il pessimo rapporto con Diego Armando Maradona. È stato sostituito al Barcellona da César Luis Menotti.

Nato a Heidelberg, Flick ha iniziato il suo viaggio in panchina nel 1996 come giocatore-allenatore dell’FC Victoria Bammental (1996-00), prima di prendere le redini dell’Hoffenheim per cinque stagioni (2000-05).

Successivamente è stato assistente di Giovanni Trapattoni e Lothar Matthäus nell’RB austriaco Salisburgo, prima di unirsi alla nazionale tedesca nell’agosto 2006.

Lì ha trascorso sei anni all’ombra di Joachim Löw, il sostituto di Jürgen Klinsmann dopo il fallimento della Coppa del Mondo in Germania nel 2006. Da quel momento, Löw e Flick hanno guidato la squadra tedesca che si è esibita a pieni voti nelle quattro principali competizioni a cui ha giocato.

La Mannschaft ha giocato tra il 2008 e il 2014 una finale di Coppa dei Campioni (2008), una semifinale di Coppa del Mondo (2010) e un’altra semifinale di Coppa dei Campioni (2012) prima di alzare la Coppa del Mondo nell’estate del 2014 in Brasile, primo dei suoi più grandi successi su panchina.

Dopo quel Mondiale, ricordato per l’1-7 in semifinale contro il Brasile, Flick ha smesso di essere l’assistente di Löw ed è diventato direttore sportivo della Federcalcio tedesca (DFB) fino al 2017 prima di accettare la direzione sportiva generale dell’Hoffenheim fino a febbraio 2018.

Grande successo e ‘sestetto’ con il Bayern Monaco

Un anno dopo, nell’estate del 2019, Flick viene assunto come assistente Niko Kovac al Bayern Monaco, ma mesi dopo, il croato viene licenziato e scommette temporaneamente sull’allenatore dell’Heidelberg, una decisione che cambierà la storia di Flick e del Bayern, e che si rivelerà una stagione da record per tutti i soggetti coinvolti.

I successi si moltiplicano e la stagione si chiude con un triplete e un doloroso 2-8 per il Barça in Champions League. Conclude la stagione nominato miglior allenatore dell’anno.

La tripletta diventa un sestetto, che eguaglia quello del Barça Pep Guardiola della stagione 2009, a cui si aggiungono la Supercoppa tedesca, la Supercoppa europea e il Mondiale per club.

Nella stagione successiva, Flick vinse la sua seconda Bundesliga, il settimo titolo in un anno e mezzo, e poi accettò l’offerta della Federazione tedesca di essere il nuovo allenatore.

Ma nonostante il buon inizio, la sua squadra finisce per pagare a caro prezzo la sconfitta contro il Giappone ai Mondiali del 2022 in Qatar e la Germania viene eliminata nella fase a gironi. È stato licenziato dal suo incarico nel settembre 2023, Hans Flick da allora aspettava una nuova opportunità, ora il Barça gliel’ha data.

In alleanza con

 
For Latest Updates Follow us on Google News
 

-

PREV “Tenevano più allo sciopero che alla perdita di gas” – FM del Lago 105.5 Esquel
NEXT Si tratta del cittadino rimasto gravemente ferito dall’esplosione della motobomba innescata dai dissidenti