L’esercito iraniano esclude che l’incidente in cui è morto Raisí sia stato causato da un’esplosione dovuta ad un sabotaggio

L’esercito iraniano esclude che l’incidente in cui è morto Raisí sia stato causato da un’esplosione dovuta ad un sabotaggio
L’esercito iraniano esclude che l’incidente in cui è morto Raisí sia stato causato da un’esplosione dovuta ad un sabotaggio

Lo Stato Maggiore delle Forze Armate iraniane ha scartato questo mercoledì che l’incidente in elicottero nel quale è morto il presidente Ebrahim Raisí è stato dovuto ad un’esplosione provocata da un sabotaggio, come indicato nel secondo rapporto del 19 maggio sull’incidente.

“Secondo i campioni e le prove effettuate dei resti e delle parti dell’elicottero, del modo della loro dispersione e delle distanze dei componenti separati dal corpo principale, è esclusa un’esplosione durante il volo causata da un sabotaggio,” ha dichiarato l’Esercito, secondo EFE.

Anche i militari non hanno trovato prove di questo “guerra elettronica” contro l’ordigno nel quale è stato ucciso anche Raisí Il ministro degli Esteri Hosein Amir Abdolahian e altri sei passeggeri nel nord-est del paese, nella provincia dell’Azerbaigian orientale.

[La muerte de Raisi abre una nueva lucha por el poder en Irán en plena crisis regional e interna]

Inoltre, non hanno riscontrato “nessun difetto nei documenti di manutenzione o riparazione dell’elicottero”. una “Bell 212” americanail numero degli occupanti rientrava nei limiti consigliati e I piloti non hanno segnalato nulla di anomalo nelle loro comunicazioni durate fino a 69 secondi prima dell’incidente.

L’Esercito, tuttavia, ha precisato che “stanno ancora indagando la situazione delle condizioni meteorologiche” e che “questi dati saranno resi pubblici in seguito”, secondo EFE.

[Irán confirma la muerte de su presidente tras estrellarse el helicóptero donde viajaba]

Lo Stato Maggiore Generale delle Forze Armate ha già pubblicato il 24 maggio un rapporto preliminare in cui lo afferma Nel dispositivo non sono stati rinvenuti fori di proiettile. e ha preso fuoco una volta schiantato, quindi non hanno visto segni sospetti nell’incidente.

L’elicottero è scomparso dopo essere decollato domenica dalla città nord-orientale di Tabriz, nella provincia dell’Azerbaigian orientale, in quello che inizialmente era stato descritto come un “atterraggio di fortuna“.

Tre giorni di funerali

Dopo tre giorni di funerali imponenti in diverse città del paese Raisí fu sepolto il 23 maggio in un importante mausoleo religioso nella città di Mashad.

L’Iran terrà le elezioni presidenziali 28 giugno e fino a quella data il primo vice fino ad ora Il presidente Mohammad Mojber guiderà l’Esecutivo.

 
For Latest Updates Follow us on Google News
 

-

PREV Hanno nascosto quattro chili di cocaina nel tubo di scappamento di un camion: arrestate due persone
NEXT Dipartimento Morón vs. San Miguel dal vivo: come arrivano alla partita