Epica rimonta del campione Swiatek al Roland Garros

Epica rimonta del campione Swiatek al Roland Garros
Epica rimonta del campione Swiatek al Roland Garros

Tre volte campione del Roland Garros (2020, 2022 e 2023). Numero uno al mondo, posizione garantita nella classifica che verrà pubblicata dopo il torneo di Parigi. Quindici partite imbattute nel torneo, tredici partite vinte consecutive, le migliori delle quali nel WTA 1000 di Madrid e Roma a garanzia della difesa della corona nella capitale francese.

La regina della terra battuta e favorita, la polacca Iga Swiatek, evitando di essere fuori dalla competizione già al secondo turno. Quale sarebbe stato il suo peggior risultato in sei partecipazioni.

Se il sorteggio è stato capriccioso, abbinamento Rafael Nadal con Alexander Zverevha dato vita anche ad un duello tra campioni e numero 1 del mondo che è stato quasi letale per la Swiatek, devota ammiratrice dello spagnolo, che ha seguito dalla tribuna nel suo match con il tedesco.

In quello stesso scenario, anche al chiuso perché la pioggia ha preso il sopravvento nei primi giorni dell’evento, Swiatek ha messo in scena un’epica rimonta contro l’ex numero uno e campione di due Australian Open e di un altro paio di US Open, i giapponesi Noemi Osaka.

Swiatek, 23 anni appena compiuti, ha superato l’Osaka, 26enne e solo 134esima in classifica, perché ha deciso di smettere di giocare per diventare madre, di una bambina, nel luglio 2023. È tornata nel gennaio 2024, dopo quindici mesi di pausa. Il Roland Garros non è mai stato il suo feudo, perché si adatta meglio al cemento che allo sporco, ma ha salvato il suo status di figura per costringere il polacco all’agonia.

Ha vinto Swiatek 7-6 (1), 1-6 e 7-5 in 2h.57′. L’asiatico era reduce da 9 palle break sotto. Ha perso il decimo, subito dopo dopo aver mancato il match point nel nono game del terzo set. Ha aperto una porta per Swiatek, che lei non ha sprecato.

Dall’essere sull’orlo dell’1-5, dall’essere un piede e mezzo fuori con il 3-5 e il match ball, al vincere cinque partite consecutive.

“Naomi, Naomi, Naomi”, ha sostenuto i tifosi giapponesi, superando il loro ultimo grande campione. Nel 2021 si è ritirato prima di giocare gli ottavi perché si era rifiutato di partecipare alle conferenze stampa, facendo appello al suo diritto alla preservazione della salute mentale. Il torneo rifiutò, alla fine lo abbandonò.

L’Osaka ha sofferto con l’azzurra Lucia Bronzetti, si è vendicata contro Iga Swiatek, che le ha tolto il premio. È sopravvissuta fino ad arrivare al terzo turno contro la croata Jana Fett o la ceca Marie Bouzkova.

 
For Latest Updates Follow us on Google News
 

-

PREV Le turbolente acque politiche sulla salute del fiume Pisuerga sulla spiaggia di Valladolid | Spagna
NEXT Dipartimento Morón vs. San Miguel dal vivo: come arrivano alla partita