Iga Swiatek sconfigge una tenace Naomi Osaka al Roland Garros

Iga Swiatek sconfigge una tenace Naomi Osaka al Roland Garros
Iga Swiatek sconfigge una tenace Naomi Osaka al Roland Garros

Bellissima partita che ci hanno regalato Noemi Osaka E Iga Swiatek nel secondo turno di Roland Garros. Tra i due campioni dello Slam ci si aspettava un grande spettacolo che di certo non ha deluso. Naturalmente abbiamo quasi potuto assistere alla sorpresa della giornata all’alto livello di Osaka. Il numero 1 del mondo ha finito per aggiudicarsi la vittoria 7-6(1) 1-6 7-5 dopo una partita in cui è stato difficile per lei prevalere contro uno dei migliori incontri della giapponese sulla terraferma. Così, anche se a disagio, il polacco ha ribaltato il risultato che era sul punto di cadere al fianco di una Naomi che ha dimostrato di stare bene fisicamente, con quei colpi che tanto ci sono mancati e con un’energia che ci darà una molta gioia.

La partita è iniziata con l’Osaka coinvolta dal primo minuto, che ha colpito la palla molto forte e ha tirato fuori il suo diritto. Tuttavia, dopo un piccolo malinteso, la giapponese non è riuscita a spezzare il servizio della numero 1 del mondo, che ha preso il controllo dell’incontro per essere quella di scagliare la prima pietra. Anche se era in vantaggio, Osaka non ha vacillato in nessun momento, aggrappandosi al campo ad ogni colpo. La velocità della palla di Swiatek è molto difficile da gestire, ma il giapponese non ha smesso di provarci, lasciando alcuni punti da ricordare con quella grande mano. E Naomi si avvicinava sempre di più al suo compito, facendo venire dei dubbi alla rivale. Anche se il fisico di Osaka si esibiva molto bene, la mentalità vincente sembrava non aver mai lasciato quella testolina.

L’apice dei dubbi su Iga è arrivato. La polacca sembrava aver padroneggiato il suo gioco finché la giapponese non ha mostrato un’aggressività extra, soprattutto sulla seconda di servizio, costringendo la sua avversaria a sbagliare due colpi di dritto che l’hanno portata a pareggiare la battaglia. Quindi, mentre il livello di tennis di Naomi era in crescendo, Iga sembrava piuttosto sotto pressione, dal momento che non si sentiva affatto a suo agio a causa delle richieste di Naomi. Anche così, Swiatek non si è arreso ed è riuscito a resistere alla pioggia dominante dei giapponesi per giocarsi tutto o niente nel tie-break. E lì Iga divenne proprietaria e amante. Pertanto, nonostante il buon atteggiamento di Osaka durante tutto il set, la frustrazione l’ha sopraffatta prima del cambio di vite. Preparati per Swiatek.

Miraggio di Osaka

Dopo come si è concluso il primo set, nulla sembrava indicare che la giapponese sarebbe arrivata a quel punto, riuscendo ancora una volta a riprendere il controllo della partita. Tre partite consecutive per la giapponese che le ha vissute abbastanza comodamente credendo in se stessa come una vera campionessa del Grande Slam. Anche la qualità del servizio di Swiatek è diminuita, mentre quella di Naomi è aumentata. E i giapponesi non hanno subito nemmeno un break point in questo secondo set. A questo punto la partita si è fatta molto tesa per il numero 1 del mondo, che non sapeva come uscire dallo stallo. Poco da dire di fronte al grande dominio di Osaka che non molla più i controlli del gioco per decidere tutto in un terzo set.

Sarebbe stato molto semplice dire che Naomi non ha dovuto affrontare la difesa di una Swiatek disposta a cambiare rotta. E infatti il ​​polacco lo ha messo in difficoltà appena iniziato questo set decisivo. Tuttavia, il modo in cui la donna giapponese manteneva la traccia e sfruttava il suo servizio per sopravvivere era qualcosa di un altro mondo. Ha preceduto la polacca dopo averla distrutta a colpi e con il suo rovescio micidiale, ma Iga ha voluto dire l’ultima parola. Al momento di vincere la partita, la polacca ha risposto da grande numero 1 quale è, segnando 5 game consecutivi dopo aver insistito e non smettere mai di crederci anche se tutto le andava contro. Naomi non è riuscita a uscire dal mare di dubbi in cui l’ha messa la sua rivale, una rivale che è riemersa per fare tutto bene e mettere la palla dove e come voleva. Pertanto, la vittoria della polacca era inevitabile in un campo in cui è determinata a continuare a regnare.

 
For Latest Updates Follow us on Google News
 

-

PREV Mike Studeman: “Taiwan potrebbe resistere indefinitamente agli attacchi della Cina con l’aiuto straniero”
NEXT Muore William Anders, astronauta dell’Apollo 8