Prima che mancasse il gas a San Juan, il servizio era normalizzato

Prima che mancasse il gas a San Juan, il servizio era normalizzato
Prima che mancasse il gas a San Juan, il servizio era normalizzato

Mercoledì pomeriggio il governo nazionale ha riferito che l’approvvigionamento di gas si era normalizzato in tutto il paese. Questa normalizzazione del servizio annunciata dalle autorità del Paese è avvenuta poco prima che mancasse il gas nelle stazioni di servizio di San Juan.

In un comunicato diffuso dal Dipartimento Stampa della Presidenza, si informa che la fornitura di gas è stata garantita dopo che è stata risolta la riduzione del trasporto di due impianti di compressione a San Luis e Córdoba e la soluzione di un intoppo amministrativo con una nave che doveva scaricare GNL.

Il Governo ha spiegato che in questo mese di maggio si sono verificate “condizioni meteorologiche eccezionali” che hanno generato un elevato consumo della domanda prioritaria (passato da 44 milioni di m3 a 77 milioni di m3). Aggiungono inoltre che, sommati ai ritardi nei lavori infrastrutturali programmati ieri dalla precedente amministrazione, la fornitura del gas è stata interessata da due eventi indipendenti e simultanei;

Il primo è stato un problema tecnico in due impianti di compressione (nelle province di San Luis e Córdoba) gestiti dalla società Transportadora Gas del Norte (TGN), che ha causato una riduzione del trasporto di 3 milioni di m3 di gas naturale sul percorso di consegna nelle aree costiere e GBA. Tale situazione si è risolta nelle prime ore di oggi, secondo le informazioni pervenute ad ENARGAS.

D’altra parte c’è stato un intoppo amministrativo con la banca con cui opera la società Petrobras, che ha impedito lo scarico del GNL, acquisito da Enarsa la settimana scorsa per un totale di 44 milioni di m3.

In questo senso, grazie allo sforzo congiunto tra Petrobras ed ENARSA, il problema è stato risolto e la nave è già operativa e scaricando il GNL fin dalle prime ore del mattino, per essere rigassificato e immesso nel sistema di trasporto.

Si stima quindi, nell’arco della giornata, la normalizzazione dell’offerta della domanda non prioritaria (industrie, centrali CNG e centrali termoelettriche).

Per garantire l’approvvigionamento della domanda prioritaria (aziende, scuole, ospedali e abitazioni) e, seguendo le disposizioni della “Procedura transitoria per l’amministrazione dell’Ufficio”, si è riunito fino alla mezzanotte di ieri il Comitato esecutivo di emergenza per l’amministrazione di interruzioni della fornitura di gas – fino a 20 milioni di mc – alla domanda non prioritaria.

In questo quadro, il Governo ricorda agli utenti l’importanza di un uso efficiente e responsabile dell’energia.

 
For Latest Updates Follow us on Google News
 

-

NEXT Dipartimento Morón vs. San Miguel dal vivo: come arrivano alla partita