La giuria ha iniziato a deliberare nel procedimento penale contro Donald Trump per pagamento illegale

La giuria ha iniziato a deliberare nel procedimento penale contro Donald Trump per pagamento illegale
La giuria ha iniziato a deliberare nel procedimento penale contro Donald Trump per pagamento illegale

Ascoltare

NEW YORK.– I membri della giuria nel processo contro Donald Trump a Manhattan si è conclusa mercoledì la prima giornata di dibattiti a porte chiuse, senza arrivare ad un verdetto che decida il destino dell’ex presidente nordamericano. I 12 giurati torneranno in tribunale giovedì mattina per esaminare le prove e le testimonianze che hanno ascoltato nell’arco di cinque settimane.

Alcune ore dopo l’inizio delle deliberazioni, la giuria era tornata con appunti chiedendo che le testimonianze sul presunto piano finanziario al centro del caso fossero ascoltate nuovamente e che le istruzioni legali del giudice fossero ascoltate nuovamente.

Da allora le note furono l’unica comunicazione con la corte la giuria composta da sette uomini e cinque donne È stato mandato in una stanza privata poco prima delle 11:30, ora locale, per iniziare a valutare il verdetto. Sebbene le deliberazioni siano segrete, le note vengono utilizzate per inviare domande o messaggi e per notificare alla corte un verdetto, o se non riescono a raggiungerlo.

Donald Trump entra nel tribunale dove si sta svolgendo il processo contro di lui, a ManhattanTENDINE MEZZI – PISCINA

“Non è mia responsabilità giudicare le prove qui. È tuo.” Il giudice Juan M. Merchan lo ha detto ai giurati prima di mandarli a deliberare. Ha anche ricordato loro la promessa fatta durante il processo di selezione di giudicare il caso in modo equo e imparziale.

Trump ha adottato un tono pessimista dopo aver lasciato l’aula dopo un’ora di lettura delle istruzioni alla giuria, ripetendo che si è trattato di un “processo molto ingiusto”. “Madre Teresa non poteva respingere quelle accuse, ma vedremo. Vedremo come farlo”, ha aggiunto.

A Trump e ai suoi avvocati, insieme ai pubblici ministeri, è stato ordinato di rimanere all’interno del tribunale durante le deliberazioni. Nell’attesa a porte chiuse, l’ex presidente ha continuato a postare sui suoi social una serie di post lamentandosi del processo e citando analisti giuridici e politici che vedono il caso a suo favore.

«Non so nemmeno quali siano le accuse in questo caso truccato: ho diritto alla specificità come chiunque altro. “Non esiste alcun crimine!”, ha detto in un post.

Michael Cohen lascia il suo condominio per andare in tribunale a Manhattan (File)Seth Wenig – AP

Trump è sotto accusa Di 34 capi d’imputazione per falsificazione di documenti aziendali in relazione alla presunta corruzione volta a nascondere storie potenzialmente imbarazzanti su di lui durante la sua campagna del 2016.

L’accusa nasce dai rimborsi pagati all’allora avvocato di Trump, Michael Cohen. Ha dichiarato che ha pagato di tasca propria 130.000 dollari per comprare il silenzio dell’attrice porno Stormy Daniels, che affermava che lei e Trump avevano avuto rapporti sessuali dieci anni prima.

Cohen ha anche affermato che Trump ha approvato il pagamento e ha accettato dopo le elezioni un piano per ripagarlo attraverso rate mensili camuffate da commissioni. Trump è accusato di aver travisato i rimborsi come spese legali per nascondere che erano legati alla corruzione.

Trump si è dichiarato non colpevole e ha sostenuto che i pagamenti di Cohen riguardavano servizi legittimi. Ha anche negato il presunto incontro sessuale con Daniels. I suoi avvocati hanno sostenuto che i giurati non possono fidarsi che Cohen, un criminale condannato con una lunga storia di menzogne, dica la verità.

Per condannare Trump, La giuria dovrebbe dichiarare all’unanimità che ha creato una voce fraudolenta nei registri della sua azienda, o hanno indotto qualcun altro a farlo, e che lo hanno fatto con l’intenzione di commettere o nascondere un altro reato.

Il crimine che secondo l’accusa Trump ha commesso o nascosto è una violazione di una legge elettorale di New York che lo rende illegale per due o più cospiratori “promuovere o impedire l’elezione di qualsiasi persona a cariche pubbliche con mezzi illegali”. Anche se la giuria deve concordare all’unanimità sul fatto che è stato fatto qualcosa di illegale per promuovere la campagna di Trump, non è necessario che sia unanime su quale fosse quella cosa illegale.

Attrice di film per adulti Stormy Daniels (Archivio) Instagram @thestormydaniels

I giurati – uno spaccato di residenti e professionisti di Manhattan – sembravano spesso affascinati dalle testimonianze, compresi quelli di Cohen e Daniels. Molti hanno preso appunti e hanno osservato attentamente mentre i testimoni rispondevano alle domande dei pubblici ministeri di Manhattan e degli avvocati di Trump.

I giurati iniziarono a deliberare Dopo una maratona di discussioni conclusive, dove un pubblico ministero ha parlato per più di cinque ore. La squadra di Trump non ha bisogno di dimostrare la propria innocenza per evitare una condanna, ma deve piuttosto aspettarsi che almeno un giurato creda che i pubblici ministeri non abbiano dimostrato la loro tesi.

I giurati hanno chiesto di ascoltare la testimonianza di Cohen e dell’ex redattore del tabloid Investigatore nazionaleDavid Pecker, a proposito di un incontro con Trump dell’agosto 2015 in cui l’editore accettò di essere il “occhi e orecchie” della sua incipiente campagna presidenziale.

Pecker ha testimoniato che il piano prevedeva l’identificazione di storie potenzialmente dannose su Trump in modo che potessero essere schiacciate prima di essere pubblicate. Secondo l’accusa, quello fu l’inizio del piano “prendi e uccidi” che costituisce il nocciolo della questione.

Qualsiasi verdetto deve essere unanime. Durante le deliberazioni, i sei giurati supplenti presenti durante il processo saranno tenuti in aula in una stanza separata nel caso in cui siano necessari per sostituire un giurato che si ammala o è altrimenti indisponibile. In tal caso i lavori riprenderanno una volta insediato il sostituto.

Se condannato, Trump potrà comunque ricorrere in appello e sfidare il presidente democratico. Joe Biden le elezioni del prossimo novembre.

Agenzie AP, AFP e Reuters

LA NAZIONE

Conosci il progetto Trust
 
For Latest Updates Follow us on Google News
 

-

PREV Free Fire: codici per oggi martedì 11 giugno 2024, diamanti, premi e skin gratuiti
NEXT TaiwanHebdo n.23-2024 | Osservatorio sulla politica cinese [OPCh]