Quirónsalud, HM, Vithas, HLA e SJD: i re degli ospedali privati ​​in ogni provincia

Quirónsalud, HM, Vithas, HLA e SJD: i re degli ospedali privati ​​in ogni provincia
Quirónsalud, HM, Vithas, HLA e SJD: i re degli ospedali privati ​​in ogni provincia

Cinque grandi gruppi rappresentano più di un terzo dell’offerta ospedaliera privata in Spagna. Ciò è, a causa del numero di centri posseduti, Quirónsalud, HM, Vithas, HLA e quelli dell’Ordine di San Juan de Dios (SJD). Il primo resta molto lontano dal secondo, presente in 24 province. La seconda concentra la sua attività in cinque di questi quartieri, con un ruolo forte per Madrid. Il terzo è forte, soprattutto nella Comunità Valenciana. E gli ultimi due spiccano in Andalusia.

Dal 2019, l’offerta ospedaliera privata spagnola è stata inferiore al 50% del totale a causa di un mix di chiusure ospedaliere ed espansione dell’offerta pubblica. Il tutto è ricavato dal Catalogo Nazionale degli Ospedali del Ministero della Salute.

La distribuzione di questi gruppi nelle province spagnole è irregolare ed è dovuta, in alcuni casi, a situazioni politiche e al luogo di origine della compagnia. Questa è la mappa degli ospedali dei grandi gruppi privati ​​in Spagna.

Quirónsalud è il primo grande gruppo privato in Spagna. È il frutto dell’unione nel 2014 del Gruppo Ospedaliero Quirón, fondato a Saragozza nel 1961 dall’imprenditore Publio Cordón, e dell’Ibérica de Diagónico Cirugía (IDC), che ha iniziato le attività nel 1998. Dieci anni fa, all’inizio di questa fusione, gestivano complessivamente quaranta ospedali, cifra che oggi sale a 52..

Quelle di Madrid e Barcellona sono le province in cui operano il maggior numero di ospedali, rispettivamente undici e otto. Questo gruppo ha una forte implementazione nella Comunità di Madrid, ed è entrato con forza in Catalogna, una comunità autonoma che ha una lunga storia di collaborazione pubblico-privato. Infatti, L’offerta ospedaliera privata catalana rappresenta oltre il 68% del totale dei centri.

Seguono questi territori le province delle Isole Baleari, Santa Cruz de Tenerife e Siviglia, con tre ospedali ciascuna, e Albacete, Toledo e Saragozza, con due. Nel resto c’è un ospedale per provincia.

Il secondo gruppo privato per numero di centri è HM Hospitales. Fondata nel 1989 da un gruppo di medici guidati dai dottori Juan Abarca Campal e Carmen Cidón Tamargo, HM ha iniziato la sua attività con la locazione dell’Ospedale San Pedro Apóstol di Madrid, oggi Ospedale Universitario HM Madrid.

Dalla sua fondazione, HM ha raggiunto il numero di 21 ospedali. Di questi, la maggioranza, otto, operano nella loro provincia d’origine, Madrid, seguita da A Coruña e Málaga, con quattro in ciascuna di queste demarcazioni, Barcellona, ​​con tre, e León con due. A differenza di altri gruppi, questo si impegna a concentrare la propria attività in alcuni territori, anziché espandersi con uno o due centri per provincia..

Il terzo gruppo spagnolo per numero di ospedali gestiti è Vithas. È di proprietà della famiglia Gallardo, a loro volta proprietaria dell’azienda farmaceutica Almirall, attraverso la società madre Goodgrower, creata nel 2007. Vithas ha iniziato la sua attività nel 2000 dopo l’acquisto di alcuni centri, ma Nel 2011 fa il salto acquistando l’80% del ramo che raggruppava l’offerta ospedaliera di Adeslas Segurcaixa.

Con questa operazione Vithas ha aggiunto subito dieci ospedali al proprio portafoglio, arrivando ai venti centri che oggi gestisce. La famiglia Gallardo controlla da quattro anni il 100% della casa madre, dopo aver acquistato da Criteria Caixa il 20% non ancora in suo possesso per 93 milioni di euro.

Vithas concentra la sua attività nelle province di Madrid, Málaga e Valencia, con tre ospedali ciascuna. Alicante segue con due, che fa della Comunità Valenciana il suo bastione, con un totale di sei ospedali, tra cui quello che opera a Castellón.

In parità con l’SJD c’è l’HLA Hopsitales. Questo gruppo opera come fornitore di servizi ospedalieri per la compagnia assicurativa Asisa, compagnia fondata nel 1971 e poi confluita nella cooperativa medici Lavinia, creata nel 1976.

Attualmente gestisce 18 ospedali, tre dei quali si trovano nella provincia di Cadice. È proprio in Andalusia che si concentra la maggior parte della sua offerta.. Seguono Murcia e Alicante con due centri ciascuna. HLA ha una distribuzione territoriale che lo posiziona come il gruppo più presente nelle province dopo Quirónsalud, quattordici in totale.

Alla fine del 2023, questo gruppo ha investito 24,8 milioni di euro per aprire la sua prima clinica internazionale a Barcellona.

L’ordine ospedaliero SJD è legato a HLA per numero di ospedali gestiti. Fondato nel 1572 dai discepoli del portoghese San Giovanni di Dio, oggi questo gruppo è presente in più di cinquanta paesi, nei quali offre servizi sanitari attraverso più di 400 centri.

Attualmente conta 18 ospedali in Spagna, nelle province delle Isole Baleari, Barcellona, ​​Madrid e Siviglia, con due in ciascuna, dove ha la maggiore presenza. È alla pari con Vithas per numero di province in cui è presente, per un totale di tredici.

 
For Latest Updates Follow us on Google News
 

-

PREV Gli ABBA si riuniscono per essere nominati cavalieri in Svezia
NEXT Cosa attende Trump dopo essere stato giudicato colpevole di 34 crimini?