Spagna: l’inflazione sale al 3,6% a maggio

Spagna: l’inflazione sale al 3,6% a maggio
Spagna: l’inflazione sale al 3,6% a maggio

A maggio l’indice dei prezzi al consumo (CPI) è aumentato dello 0,3% rispetto al mese precedente e ha aumentato il suo tasso su base annua di tre decimi al 3,6%, il livello più alto dall’aprile 2023, a causa dell’aumento dei prezzi dell’elettricità in seguito alla crisi economica. dell’IVA sull’elettricità e al fatto che i prezzi dei carburanti sono diminuiti meno di un anno prima, secondo i dati definitivi pubblicati giovedì dall’Istituto nazionale di statistica (INE), che hanno confermato quelli pubblicati alla fine del mese scorso.

Da parte sua, i prezzi dei prodotti alimentari e delle bevande analcoliche hanno moderato il loro aumento su base annua in maggio al 4,4%, tre decimi in meno rispetto ad aprile, soprattutto a causa degli aumenti dei prezzi di frutta e carne, inferiori a quelli del stesso mese del 2023, nonché il calo dei prezzi degli oli e dei grassi, rispetto al rialzo di maggio dello scorso anno.
Il Ministero dell’Economia, del Commercio e dell’Impresa ha sottolineato che questo tasso del 4,4% nel gruppo alimentare è uno dei più bassi da novembre 2021 e implica una riduzione di oltre 12 punti nell’ultimo anno.
Con l’aumento dell’indice dei prezzi al consumo su base annua nel quinto mese dell’anno, l’inflazione è ormai in aumento per tre mesi consecutivi, dopo gli aumenti di quattro decimi e un decimo di punto rispettivamente di marzo e aprile.
L’aumento di maggio porta l’inflazione al livello più alto dall’aprile 2023, quando l’indice dei prezzi al consumo ha superato il 4%.


L’inflazione rimbalza al 3,6% a maggio

L’indice dei prezzi al consumo (CPI) è aumentato dello 0,3% a maggio rispetto al mese precedente e ha alzato il suo tasso interannuale di tre decimi, al 3,6%, il livello più alto dall’aprile 2023, a causa dell’aumento del prezzo dell’elettricità dopo l’aumento dell’IVA sull’elettricità dal momento che i prezzi del carburante sono diminuiti meno di un anno prima, secondo i dati definitivi pubblicati giovedì dall’Istituto Nazionale di Statistica (INE), che confermano quelli avanzati alla fine del mese scorso.

Da parte sua, i prezzi dei generi alimentari e delle bevande analcoliche hanno moderato il loro aumento su base annua in maggio al 4,4%, tre decimi in meno rispetto ad aprile, a causa soprattutto degli aumenti dei prezzi di frutta e verdure e carne, inferiori rispetto allo stesso mese del 2023, nonché la diminuzione dei prezzi di oli e grassi, rispetto all’aumento registrato a maggio dello scorso anno.
Il Ministero dell’Economia, del Commercio e delle Imprese ha sottolineato che questo tasso del 4,4% nel gruppo alimentare è uno dei più bassi da novembre 2021 e implica una riduzione di oltre 12 punti nell’ultimo anno.
Con l’aumento dell’IPC interannuale nel quinto mese dell’anno, l’inflazione si sta susseguendo per tre mesi consecutivi di aumenti dopo gli aumenti di quattro e un decimo registrati rispettivamente a marzo e aprile.
Il rimbalzo di maggio porta l’inflazione al livello più alto dall’aprile 2023, quando l’indice dei prezzi al consumo ha superato il 4%.

 
For Latest Updates Follow us on Google News
 

-

NEXT Migliaia di persone voteranno in Venezuela con il desiderio di un cambiamento economico e di ricongiungimento familiare