L’Oviedo sorprende l’Eibar e si qualifica per la finale

L’Oviedo sorprende l’Eibar e si qualifica per la finale
L’Oviedo sorprende l’Eibar e si qualifica per la finale

L’Oviedo è il primo finalista nella promozione in Prima Divisione spagnola dopo aver sconfitto l’Eibar a Ipurua in una partita pratica e molto efficace.

Partita dell’Oviedo

È stata un’emozionante seconda tappa del primo turno di qualificazione della promozione. I primi minuti erano di tentativi ed errori. Nessuno voleva rischiare più del necessario. Gli armaioli sono intervenuti molto richiesti in difesa con una forte pressione per impedire le giocate offensive dell’Oviedo.

Nessuna occasione chiara in questi primi minuti. È stato Stoichkov a segnare la prima partita al 12′ con un tiro da dentro l’area ben parato da Leo Román.

L’Oviedo ha provato ad andare avanti ed Eibar ha dato il controllo, ma controllando la partita.

Un tiro innocuo di Moyano è stato il primo approccio di Oviedo tra i pali, ma la palla è stata fermata senza troppe cerimonie da Luca.

Quello che segue è stato il più chiaro di questo primo tempo. È stato protagonista di Corpas con un tiro d’angolo, dopo un cross misurato di Mario Soriano, che ha costretto una mano salvifica di Leo Román a deviare la palla in calcio d’angolo. Opportunità molto chiara per gli armaioli.

Matheus ci riprova dalla distanza con un tiro dalla distanza che finisce altissimo su rimbalzo su calcio d’angolo.

Stava succedendo questo

L’Oviedo ha una buona occasione al 36′ dopo un altro calcio d’angolo con un colpo di testa di Alemao che finisce alto di poco. E un minuto più tardi, sempre con un colpo di testa, Sebas Moyano ha avuto un’altra buona occasione, anche questa sprecata dalla cima.

Prima parte con grande parità e molta attenzione da parte di entrambe le formazioni. Nessuno dei due voleva fare un passo sbagliato in una partita così decisiva. Calcio controllato con entrambe le squadre che giocano al limite in attesa di risolversi nel secondo tempo, o anche nei supplementari.

Il periodo successivo iniziò con maggiore intensità. Al 55′ Aketxe stava per portare in vantaggio l’Eibar con un calcio di punizione diretto che viene fermato magistralmente da Leo Román, dopo un contrasto al limite dell’area di Mario Soriano.

Al 55′ l’Oviedo passa in vantaggio con un cross di Abel, che di testa Alemano finisce a terra e dopo un rimbalzo si infila, rendendo inutile il tiro di Luca.

L’Oviedo aveva la partita dove voleva. Ma l’Eibar non si arrende e al 61′ Mario Soriano crossa eccessivamente un pallone che stava per infilarsi in rete.

Sviluppo

Una giocata individuale di Abel, che ha anche crossato molto in un’occasione chiara per la squadra di Carbayón.

Al 72′, una frustata di Paulino stava per arrivare, ma finisce sopra la traversa.

L’ingresso di Borja Bastón è stato provvidenziale per l’Oviedo. Un minuto dopo essere entrato in campo, ha rubato una palla e ha crossato così che Sebas Moyano ha segnato in modo indiscutibile contro Luca Zidane.

All’85’ Stoichkov tenta di accorciare le distanze, ma Leo Román stoppa molto bene. Negli ultimi minuti non ci sono state praticamente occasioni. L’Eibar, sullo 0-2, ha provato a colmare il divario, ma il colpo è stato fortissimo e l’Oviedo ha potuto festeggiare e ha lasciato l’Eibar con il miele sulle labbra per la terza volta consecutiva.

 
For Latest Updates Follow us on Google News
 

-

NEXT Migliaia di persone voteranno in Venezuela con il desiderio di un cambiamento economico e di ricongiungimento familiare