Classi sospese in 7 regioni e oggi a Santiago sono previsti 80 mm di acqua

Classi sospese in 7 regioni e oggi a Santiago sono previsti 80 mm di acqua
Classi sospese in 7 regioni e oggi a Santiago sono previsti 80 mm di acqua

Sistema frontale: classi sospese in 7 regioni e oggi previsti fino a 80 mm di acqua

DFin dalle prime ore di questo giovedì, il sistema frontale che già sta colpendo le regioni di Ñuble, Biobío e Araucanía, si è fatto sentire fortemente a Maule, O’HIggins e la regione metropolitana. Sono 7 totale le regioni che hanno sospeso preventivamente le lezioni, cioè dalla regione di Coquimbo all’Araucanía per oggi giovedì e domani venerdì. Secondo Junaeb si stanno adottando misure per garantire la continuità del servizio di alimentazione scolastica, nonostante la sospensione delle lezioni. la pioggia a Santiago è iniziata intorno alle 2 del mattino con grande intensità ed è previsto che lasciano cadere tra 70 e 80 mm d’acqua con venti fino a 50 km/h. Durante èmattina presto Lo ha annunciato il Senapred È stata dichiarata un’allerta gialla per i comuni di Pinto, San Ignacio, Chillán, Chillán Viejo e Bulnes a causa dell’esondazione del fiume Larqui. Poco prima era stata dichiarata l’emergenza per i comuni di Angol, Renaico, Lumaco, Collipulli ed Ercilla per Evento Meteorologico. L’ultimo rapporto del Senapred, questa mattina indica che le persone colpite sono più di 1.245, quasi interamente nella regione del Biobío, di cui 50 protette e 482 richiedenti asilo. Sono 2.035 le case con danni a causa delle piogge e delle inondazioni e altre 250 con danni considerati gravi. Il numero di clienti senza fornitura elettrica nelle 8 regioni colpite è di 53mila, e la maggior parte è concentrata nelle regioni di Maule e Biobío.

Daniel Jadue resterà in custodia cautelare, dopo il ricorso della difesa

La Corte d’Appello di Santiago ha mantenuto la custodia cautelare per il sindaco di Recoleta Daniel Jadue, accusato dal Pubblico Ministero come autore dei delitti di scorretta amministrazione, frode, frode finanziaria ripetuta e del reato di bancarotta. Il tribunale ha inoltre ratificato la custodia cautelare di José Matias Muñoz Becerra, ex segretario esecutivo dell’Associazione cilena dei farmacisti (Achifarp), accusato di essere l’autore dei reati di corruzione commessa da un dipendente pubblico, amministrazione scorretta, frode fiscale ripetuta e appropriazione indebita di fondi pubblici. lLa Quarta Sezione della Corte d’Appello – composta dai giudici Jessica González, Lilian Leyton e Tomás Gray – ha condiviso le argomentazioni della Terza Corte di Garanzia sulla necessità di cautela e ha confermato la decisione che il 3 giugno ha decretato la prevenzione carceraria della pena accusato. Nel frattempo, Jadue ha reso pubblico ancora una volta un messaggio in cui questa volta invita a “raddoppiare gli sforzi per difendere il progetto Recoleta per un Cile più giusto dove nessuno sia lasciato indietro. Dobbiamo continuare a correre sul limite del possibile, evitando che la destra distrugga tutto ciò che è stato portato avanti”, ha scritto il sindaco in un articolo trasmesso dall’account YouTube del programma Sin Maquillaje.

Dura la risposta dell’UDI a Carter dopo l’annuncio della partecipazione alle primarie presidenziali

L’UDI ha risposto duramente al sindaco Rodolfo Carter dopo che questi aveva annunciato sgarbatamente la sua intenzione di andare alle primarie contro Evelyn Matthei, per, come ha detto, picchiarla. Come ha pubblicato martedì scorso El Mostrador, in Cile Vamos lo hanno intuito e hanno subito abbassato la sua visibilità perché alla coalizione non piaceva che Carter entrasse in conflitto con Matthei in questo modo e in questo momento politico. Il senatore e presidente del partito sindacale, Javier Macaya, ha affermato che le primarie presidenziali “sono uno scenario che non dovrebbe rientrare nelle priorità di quelli di noi che vogliono sconfiggere la sinistra”, mentre la segretaria generale, María José Hoffmann, ha criticato il tono iniziale del sindaco Carter. Ma il timoniere del sindacato è andato oltre e ha affermato che non gli sembra che oggi, “in uno scenario in cui ci sono sfide così rilevanti come concordare un’unica candidatura, facciamo qualcosa di vecchia politica come lottare per la stampa o inviare convocazioni a l’un l’altro. “.

Il Senato argentino dà il via libera al progetto di punta di Milei tra le proteste

Il Senato argentino ha approvato – in generale – la cosiddetta Legge delle Basi, l’ambizioso progetto legislativo del governo di Javier Milei, che stabilisce il quadro giuridico per la trasformazione del modello economico e sociale del Paese transandino sotto il mandato del leader del partito La Libertad Avanza. Dopo un dibattito ininterrotto e mentre migliaia di manifestanti in strada si sono espressi contro dell’ente giuridico, sappi anche cheO come “legge omnibus”, La proposta è stata approvata con 37 voti favorevoli e 36 contrari. includendo il chiamato “voto di qualità” della presidente della Camera alta e vicepresidente del governo Milei, Victoria Villarruel, che ha rotto la parità in una seconda votazione.

Il Ministero della Sicurezza, comandato da Patricia Bullrich, ha schierato circa 1.200 agenti di quattro corporazioni di polizia che hanno utilizzato gas lacrimogeni, idranti e proiettili di gomma per disperdere le migliaia di manifestanti che si erano radunati in strada fin dalle prime ore del mattino in Plaza del Congreso da parte delle organizzazioni sociali, politiche e sindacali nel ripudio del progetto di riforma economica. Secondo fonti della polizia sono state arrestate almeno 23 persone, cinque delle quali sono state assicurate alla giustizia.

Le organizzazioni per i diritti umani denunciano mA Cuba più di 1.100 “prigionieri politici”.

L’organizzazione per i diritti umani Prisoners Defenders (PD) ha denunciato questo giovedì che la “repressione” a Cuba ha lasciato 19 nuovi casi di “prigionieri politici” solo lo scorso maggioquindi il numero totale di questi sono saliti a 1.113. “Questo mese è stato caratterizzato dalla repressione contro i manifestanti pacifici, dall’operazione repressiva su larga scala contro i giornalisti indipendenti, dalla tortura dei prigionieri con patologie psichiatriche e dalla negazione dei benefici carcerari ai prigionieri politici che ne hanno diritto”, come libertà vigilata o sospensione dal lavoro correzionale, secondo una dichiarazione. Allora vai cita i casi di diversi giornalisti, come Yosmaury Casares Soto e Raciel Álvarez Díaz, del quotidiano Panorama Pinareño, arrestati il ​​9 maggio anche a chi Le loro attrezzature di lavoro sono state “confiscate”.

La Cina non esclude la ricerca sui latticini e sui suini europei per “proteggere i propri interessi”

La Cina ha dichiarato giovedì che le sue industrie “hanno il diritto di presentare una richiesta di indagine”, in risposta alla possibilità che il paese asiatico avvierà indagini sulle importazioni di latticini e prodotti a base di carne di maiale dall’Europa come ritorsione per l’imposizione di tariffe sulle importazioni di automobili elettriche cinesi aziende, che hanno imposto l’Unione Europea.

Stampa statale cinese era avanzato Nelle ultime settimane, possibili ritorsioni alle tariffe europee, comprese le indagini “antidumping” contro i latticini o le carni suine provenienti dall’Europa, soprattutto dalla Spagna.

L’Unione Europea ha annunciato l’applicazione di tariffe sui veicoli elettrici cinesi dopo il risultati di uno ricerca per scoprire fino a che punto la penetrazione di automobili del colosso asiatico nel mercato comunitario ha colpito i produttori europei. Nell’indagine, si è concluso che la catena di fornitura dei veicoli elettrici “beneficia in gran parte dei sussidi ingiusti in Cina” che “presentano una minaccia chiaramente prevedibile e imminente per l’industria statunitense”.nion Eeuropeo“.

 
For Latest Updates Follow us on Google News
 

-

PREV Cos’è la malattia di Crohn? la sofferenza incurabile di Adrián Olivares, ex Menudo
NEXT Migliaia di persone voteranno in Venezuela con il desiderio di un cambiamento economico e di ricongiungimento familiare