Il caso Hezonja bolle: il Barça dice che non sarà un giocatore del Barça

Lui Il caso Mario Hezonja arriva a ebollizione: Al Real Madrid si scommette sulla continuità dell’attaccante croato, nonostante abbia rifiutato le prime proposte di rinnovo; Allo stesso tempo, questo venerdì è stato rivelato che aveva un accordo chiuso con il Barcellona, ​​come annunciato Marca E Mondo dello sport e ha potuto incontrare AS. Addirittura, secondo diverse fonti, la cosa va avanti da settimane. Mercoledì Hezonja, 29 anni, è stato proclamato campione del campionato con il Real e, appena finita la partita, lo ha detto senza che gli venisse chiesto del suo futuro: “Non parlerò di tre titoli, vorrei parlare di più. Io sono così, sono sempre un perfezionista. Quest’anno abbiamo perso solo la partita giocata male e abbiamo perso un titolo. Mi sento davvero male per questo, ma Vorrei ricambiare alla nostra gente, al mio club, al Real Madrid… Nei prossimi anni vorrei ricambiare con molti altri titoli. Spero che accada”.

Queste dichiarazioni hanno fatto davvero male al Barça e il club ha messo in dubbio l’idoneità dell’incorporazione del croato. A tal punto che questo venerdì pomeriggio L’entità ha chiuso la porta alla sua firma tramite l’agenzia Efe, alla quale una fonte autorizzata del Barcellona ha assicurato che non esiste. “nessun accordo” di firmare l’attaccante e che non giocherà al Palau. Il portavoce spiega che non c’è nulla di definitivo e che il club era interessato al suo futuro prima delle Final Four, perché c’era interesse da tutte le parti, ma “non è mai stato firmato nulla”secondo la stessa fonte, e successivamente il Barça ha valutato “altre opzioni che sembrano migliori”. Una di queste opzioni è Kevin Punter. Il club del Barça ha anche negato al Real Madrid qualsiasi impegno nei confronti dell’atleta nato a Dubrovnik.

D’altronde uno dei principali gruppi di animazione culés, quello di i Dracs, postati sui social network un messaggio riguardante Hezonja con il seguente testo: “Dopo tutte le dichiarazioni che ha fatto ultimamente, i gesti e gli sguardi beffardi, anche quando è venuto a giocare al Palau… Date le voci esistenti, siamo chiari. Mario? No grazie”.

L’opzione di Kevin Punter al posto di Hezonja

Questo venerdì pomeriggio, Mondo dello sport Si è inoltre riferito di un accordo tra il club del Barça e Kevin Punter, che è stato confermato all’AS. La guardia tiratrice è uno dei migliori giocatori esterni d’Europa ed era già molto vicino a impegnarsi con la squadra catalana la scorsa estate. Adesso gli resta un anno al Partizan Belgrado, con il quale ha finalmente deciso di rinnovare nel 2023, quindi dovrebbe negoziare la rescissione con la squadra serba. Diverse fonti di mercato consultate ritengono improbabile che il Barça effettui gli inserimenti di Punter e Hezonja nella stessa estate e credono che sarà l’uno o l’altro.

HezonjaInoltre, come spiegato ad AS, Ha incontrato questa mattina la dirigenza sportiva del club bianconero, che continua a scommettere sul suo rinnovamento come uno dei protagonisti della prossima stagione. Con il caso Hezonja in pieno svolgimento, il tuo agente principale, Kostas Papadakis, cercato di calmare la situazione nell’ambiente greco SDNA: “Tutto ciò che riguarda il suo presente e il suo futuro è valido solo se proviene da lui o da me. Hezonja ha un contratto con il Real Madrid fino alla fine della stagione e poi prenderai la tua decisione”.

E con il caso in ebollizione, Alessandro Petrovicil fratello di Drazen, ex allenatore croato e ora allenatore del Brasile, dice di vederlo al Panathinaikos: I dirigenti del Real Madrid parleranno con lui ogni giorno. Il problema che hanno è un altro: Ha una rosa troppo numerosa, 15 giocatori. Hezonja non capisce i minuti che desideri, né il ruolo che vorrei. Al Panathinaikos c’è molto più spazio nelle posizioni di ala piccola e ala grande e questo può essere un vantaggio. Sarebbe tornato al punto di partenza. Lo adorano lì. Fuori dalla Spagna è stato legato anche al Partizan Belgrado.

Sfondo

A maggio hanno rappresentato a bomba, Quando sono venuti alla luce i contatti tra il Barça e l’attaccante croato, che non andavano avanti nella trattativa eterno con il Real Madrid. Sul tavolo, una questione economica evidente. Ma si diceva anche che non fosse del tutto soddisfatto del suo ruolo nella squadra di Chus Mateo. Dall’anno scorso, il Panathinaikos era stato la grande minaccia per prenderlo. Ha giocato nella squadra ateniese e ha confessato più volte che gli piacerebbe vestire nuovamente la maglia verde, con cui ha recuperato sensazioni e felicità per il gioco dopo un periodo in NBA terminato con l’amaro in bocca.

In lizza c’è il Barça, ma il Real Madrid continua a lavorare per chiudere un accordo che ormai sembra sulla buona strada. Lo stesso Hezonja ha già scherzato sulla sua situazione alle Final Four di Berlino (“Florentino Pérez mi minaccia di continuare… e si spera”). E ora, dopo aver vinto il campionato, Ancora una volta ha rilasciato alcune dichiarazioni che sembravano sapere di continuità in bianco e che sono state così negative per l’entità culé.

Nel caso in cui il Barcellona, ​​o qualsiasi altra squadra dell’ACB, presentasse un accordo per lui, il Real Madrid avrebbe il diritto di prelazione, ma sembra impossibile esercitarlo se le cifre sono quelle pubblicate: circa tre milioni di euro netti a stagione, quasi sei milioni di euro lordi a stagione, quasi 24 milioni in un contratto di almeno quattro stagioni. Alcune fonti di mercato ritengono altamente improbabile che l’accordo raggiunga effettivamente tale importo, ma non ne sono consapevoli.

Dal Barça a Madrid passando per la NBA

Dopo aver vinto l’Eurolega la scorsa estate, circolavano voci su una sua partenza, ma Hezonja ha chiarito che avrebbe rispettato il secondo anno di contratto a Madrid mentre si allungava l’ombra verde del Panathinaikos. Dopo, Sulla scena è apparso il Barça, un ritorno con molta morbosità a causa della sosta a Madrid e perché non gli andava bene che il club non lo avesse avuto quando decise di lasciare l’NBA. Era un giocatore del Barça dal 2012, quando dopo aver vinto l’Eurolega Junior con lo Zagabria firmò per tre stagioni. Da giocatore del Barça, è stato eletto Stella Emergente (Stella nascente) della LEB Oro con la squadra riserve, per poi passare alla prima squadra sotto la guida di Xavi Pascual, con il quale si vociferava che non avesse avuto un buon rapporto e che finissero per avere problemi di comunicazione. L’allenatore di Dubrovnik ha smentito e anche Hezonja ha chiarito in un’intervista per l’AS di non aver avuto problemi con l’uomo di Gavá: “Con lui le cose sono sempre andate molto bene, mi ha aiutato tantissimo, mi parlava più che poteva e non ho mai smesso di imparare. Un grande allenatore con molta autorità nel club e questo mi andava bene.”.

Al Barça ha lasciato lampi superclasse senza, ancora giovanissimo, continuità. In una partita contro Manresa (febbraio 2015) ha segnato 8/8 in tripla. Nell’Eurolega 2014-15 ha segnato 7.7 punti di media e 2 rimbalzi. Ma più tardi, prima di diventare una vera star con il Barça, ha fatto il salto nella NBA, dove ha continuato a giocare come giocatore del Barcellona.

Le cose sono cambiate più tardi, quando è dovuto tornare e non lo ha fatto in un club che aveva i suoi diritti in Europa, con un prezzo di 400.000 euro per la sua libertà. Al Palau cercavano un attaccante… ma con un profilo diverso, così hanno rinunciato ai diritti di un giocatore passato all’UNICS, e ha giocato al suo miglior livello agonistico (14,2 punti e 6 rimbalzi). La sua destinazione successiva è stata il Real Madrid, dove è arrivato in un momento ideale della sua carriera per contribuire come un giocatore molto solido in campo, sia in difesa che in attacco, con le tracce della stella che ha sempre voluto essere e, per di più, già con un carattere da veterano riposato nello spogliatoio. In bianco ha vinto tutti i titoli negli ultimi due anni, sotto la guida di Chus Mateo.

Segui il canale Diario AS su WhatsApp, dove troverai tutto lo sport in un unico spazio: le notizie del giorno, l’agenda con le ultime notizie sugli eventi sportivi più importanti, le immagini più belle, il parere dei migliori AS aziende, rapporti, video e un po’ di umorismo di tanto in tanto.

 
For Latest Updates Follow us on Google News
 

-

PREV la finale di Euro 2024, minuto dopo minuto
NEXT Jota Peleteiro, ex di Jessica Bueno, si sposa a sorpresa cinque mesi dopo la sua conversione all’Islam