Il rover della NASA scopre una roccia misteriosa su Marte che non ha alcuna spiegazione scientifica | Canariasenred

Il rover della NASA scopre una roccia misteriosa su Marte che non ha alcuna spiegazione scientifica | Canariasenred
Il rover della NASA scopre una roccia misteriosa su Marte che non ha alcuna spiegazione scientifica | Canariasenred

Se guardando questa immagine di Marte ti senti un già visto dalla filastrocca “Una di queste cose non è come le altre”, non sei solo. Anche gli scienziati della NASA hanno sperimentato questa sensazione di recente.

Lui Rover perseveranza, un laboratorio mobile grande quanto un’auto, è arrivato la settimana scorsa nella Neretva Vallis, una regione del Pianeta Rosso che, sebbene oggi sembri un deserto arido, miliardi di anni fa era un canale fluviale che sfociava nel cratere Jezero. Durante il suo viaggio lungo questo antico canale, Perseverance incontrò una collina piena di rocce. Uno di questi ha particolarmente attirato l’attenzione del team scientifico: una pietra punteggiata di luce che risaltava in un mare di formazioni scure.

“Ogni tanto, qualcosa di insolito nel paesaggio marziano attira la nostra attenzione, e il team dice: ‘Investighiamolo'”, ha detto Katie Stack Morgan, vice scienziata del progetto Mars 2020 della NASA. “Questa roccia era l’esempio perfetto di qualcosa che merita di essere indagato, perché brillava intensamente ed era di un colore bianco molto sorprendente.”

La roccia in questione è così straordinaria che il scienziati L’hanno classificato come l’unico del suo genere su Marte. Un’analisi dettagliata con gli strumenti del rover suggerisce che potrebbe trattarsi di anortosite, un tipo di roccia mai rilevata prima su Marte, secondo Stack Morgan. Sebbene fosse stata teorizzata la possibile esistenza di queste rocce su Marte, nemmeno il rover Curiosity, che ha esplorato un’ampia varietà di terreni nel cratere Gale, aveva trovato un campione simile.

Questa roccia è unica su Marte e gli scienziati continuano a studiarla

Gli anortositi sono più comuni sulla Luna e in alcune catene montuose della Terra, ma sono considerati rari nel sistema solare. Finora non era stata trovata alcuna prova concreta di anortositi su Marte, nemmeno tra i meteoriti marziani che hanno raggiunto la Terra.

Questa scoperta su Marte potrebbe avere importanti implicazioni per la nostra comprensione della crosta primordiale di Marte, suggerendo che potrebbe essere stata più complessa di quanto si pensasse in precedenza e simile alla crosta originale della Terra. Comprendere l’antica crosta marziana potrebbe anche fornire indizi sull’evoluzione del nostro pianeta e sull’emergere della vita.

La squadra di Perseveranza Ha chiamato la roccia speciale su Marte, larga circa 45 centimetri e alta 35 centimetri, “Atoco Point”, in onore di un punto di riferimento nel Grand Canyon. “Vedere una roccia come Atoco Point è un’indicazione che sì, abbiamo anorthositi su Marte, e questo potrebbe essere un campione di quel materiale della crosta inferiore”, ha spiegato Stack Morgan. “Se trovassimo più esempi nel contesto di altre rocce, potremmo avere una visione più chiara di come si è formata la prima crosta di Marte.”

Gli anortositi sono composti prevalentemente da feldspato, un minerale legato alle colate laviche. I feldspati sono più ricchi di silice rispetto ai basalti e cristallizzano nelle fasi successive del raffreddamento del magma. Al contrario, sulla superficie di Marte sono comuni i basalti, rocce vulcaniche scure ricche di ferro e magnesio.

Luogo in cui gli scienziati della NASA hanno trovato la roccia su Marte

Molti scienziati del team Perseverance ritengono che il magma del sottosuolo abbia prodotto i minerali di Atoco Point e che un impatto enorme sulla Marte potrebbe aver portato questa roccia in superficie e che un frammento sia successivamente caduto dal bordo del cratere nella sua posizione attuale. Altri pensano che la roccia possa essersi formata in un luogo lontano e sia stata trasportata da un antico fiume nella sua posizione attuale.

Resta da vedere se gli scienziati saranno mai in grado di analizzare questa roccia o una simile sulla Terra. Dal 2021, Perseverance raccoglie campioni dal cratere Jezero, una regione che un tempo ospitava un delta secco dove si ritiene che esistessero organismi microscopici. Tuttavia, l’ambizioso piano di inviare questi campioni sulla Terra, una missione nota come Mars Sample Return, è in pericolo a causa dell’aumento dei costi, che ha portato a licenziamenti e avvisi di cancellazione da parte del Congresso. La NASA è alla disperata ricerca di soluzioni per salvare la missione su Marte.

Potrebbe sorprendere che il squadra rover ha deciso di non prelevare un campione da Atoco Point nonostante la sua importanza. Questo perché si aspettano di trovare molti altri campioni simili nei prossimi mesi, quando il rover raggiungerà il bordo del cratere. Trovare esempi nel loro contesto originale potrebbe fornire agli scienziati informazioni preziose.

“Abbiamo deciso di tenere a mente questa roccia”, ha detto Stack Morgan. “‘Forse torneremo qui se non troviamo qualcosa di simile sul bordo del cratere.'”

 
For Latest Updates Follow us on Google News
 

-

PREV Leone contro Pachuca: gol, video e risultato della partita Apertura 2024 Liga MX | TUDN Liga MX
NEXT Ammissione BUAP: La registrazione inizia dopo la pubblicazione dei risultati, ecco il bando – El Sol de Puebla