È morto a 54 anni Kevin Campbell, leggenda dell’Arsenal

È morto a 54 anni Kevin Campbell, leggenda dell’Arsenal
È morto a 54 anni Kevin Campbell, leggenda dell’Arsenal

Dolore nel calcio inglese per la morte di Kevin Campbell (Pascal Rondeau/Allsport)

Kevin Campbellex calciatore dell’Arsenal e dell’Everton, è morto a 54 anni dopo “una breve malattia”. Lo riferisce il club londinese, che conferma la notizia attraverso un comunicato ufficiale. Come riportato Posta Sport, i suoi problemi di salute sono iniziati con un ictus subito qualche mese fa. Campbell sviluppò un’insufficienza renale e il suo peso diminuì rapidamente (circa 9 chili) al momento della morte.

“Siamo devastati nell’apprendere che il nostro ex attaccante Kevin Campbell è morto dopo una breve malattia. Kevin era adorato da tutti nel club. Pensiamo tutti ai suoi amici e alla sua famiglia in questo momento difficile. Riposa in pace, Kevin”, fu ciò che Artiglieri.

IL Caramelle Avevano confermato che il loro ex giocatore stava “molto male” all’inizio di giugno, anche se è emerso anche che aveva assicurato tramite sms ad alcuni ex compagni di squadra che stava bene. Tuttavia, sabato è arrivata la notizia che Campbell era tragicamente morto in ospedale.

“Tutti all’Everton sono profondamente rattristati dalla morte del nostro ex attaccante Kevin Campbell all’età di soli 54 anni. Non solo è un vero eroe di Goodison Park e un’icona del calcio inglese, ma è anche una persona incredibile, come saprà chiunque lo abbia incontrato. RIP, Super Kev”, era la dedica del Caramelle alla sua memoria.

Campbell ha brillato contro Arsenal ed Everton in Inghilterra (Nick Potts/PA tramite AP)
Campbell ha brillato contro Arsenal ed Everton in Inghilterra (Nick Potts/PA tramite AP)

Campbell divenne una leggenda del Merseyside per i suoi atti eroici all’Everton, dove trascorse sei anni Goodison Park tra il 1999 e il 2005. Ha segnato 50 gol in 160 presenze e molti dei suoi sforzi hanno contribuito a garantire che il club evitasse la minaccia di retrocessione all’inizio del millennio. L’attaccante ha avuto successo anche con l’Arsenal, squadra della sua infanzia, dove ha vinto la FA Cup e la Coppa di Lega e ha collezionato più di 200 presenze. Con i londinesi vinse un campionato inglese e la Coppa delle Coppe. In totale, Campbell ha segnato 107 gol in 394 presenze nella massima serie inglese e ha giocato anche per Nottingham Forest, West Brom, Cardiff City, Leyton Orient e Leicester City. Ha avuto anche un breve periodo in Turchia con il Trabzonspor dopo aver lasciato il City Ground nel 1998.

Intanto colleziona quattro partite con l’Under 21 e segna un gol. È il capocannoniere della Premier League senza aver disputato una partita ufficiale con la Nazionale maggiore (nel 1992 fu sostituto in un’amichevole contro la Spagna). Dopo aver appeso gli stivali al chiodo, ha lavorato per un periodo come opinionista in rete Sky Sport. Tuo figlio Tyrese Campbell continua l’eredità di famiglia nel calcio inglese, giocando per lo Stoke City nel campionato la scorsa stagione.

“Sono assolutamente devastato nel sentire la notizia di Kev, pensando a tutta la sua famiglia e ai suoi amici. “Kev è stato un grande compagno di squadra ma, soprattutto, una persona brillante che mi ha aiutato molto nei miei primi anni”, è stato quello che ha detto. Wayne Rooneyche lo ha avuto come compagno di squadra all’Everton quando stava esordendo nel calcio professionistico.

IL DICHIARAZIONE COMPLETA DELL’ARSENAL

Arsenal e una sentita dichiarazione in memoria di Kevin Campbell (Brunskill/Allsport)
Arsenal e una sentita dichiarazione in memoria di Kevin Campbell (Brunskill/Allsport)

Tutti all’Arsenal Football Club sono devastati nell’apprendere della morte del nostro amato ex giocatore Kevin Campbell, all’età di 54 anni. Tifoso dell’Arsenal fin dall’infanzia, Kevin si è unito alle nostre giovanili nel 1985, all’età di 15 anni, e presto ha iniziato a dimostrare il suo incredibile fiuto del gol, diventando il giovane attaccante più prolifico del paese.

Ha vinto la FA Youth Cup nel 1988, segnando 61 gol in quella stagione in 53 presenze a livello giovanile e di riserva. Il suo debutto in prima squadra avvenne poco dopo, all’età di 18 anni, ironicamente contro l’Everton, che avrebbe rappresentato con grande distinzione anche più avanti nella sua carriera. Dopo periodi di prestito di successo al Leyton Orient e al Leicester City, la sua svolta all’Arsenal arrivò nella stagione 1990/91. Giocando in attacco con Alan Smith e Paul Merson, ha segnato otto gol in 10 partite consecutive alla fine della stagione contribuendo a vincere lo scudetto, quando aveva ancora 21 anni. All’epoca nazionale Under 21 dell’Inghilterra, aveva giocato un ruolo importante nella nostra squadra vincitrice del titolo, che perse solo una partita di campionato in tutta la stagione.

Si è unito al nuovo acquisto Ian Wright la stagione successiva, raggiungendo nuovamente la doppia cifra di gol, e nel 1992/93 ha aggiunto altri due trofei al suo bottino, vincendo la FA Cup e la Coppa di Lega (la prima volta che ci riusciva). verso). ottenuti nel calcio inglese.

La stagione più prolifica di Kevin per noi è stata quella 1993/94, quando il potente e veloce attaccante ha segnato 19 gol, compreso quello della vittoria nella semifinale di Coppa delle Coppe contro il Paris Saint-Germain. Ha giocato tutti i 90 minuti della finale contro il Parma, mentre a Copenaghen abbiamo assaporato la gloria europea in una notte indimenticabile. Dopo un’altra stagione al club, la carriera di Kevin nell’Arsenal terminò nel 1995, quando si trasferì al Nottingham Forest. In totale ha giocato 228 volte con la prima squadra e ha segnato 59 gol. Ciò lo colloca al 40esimo posto nella nostra classifica dei marcatori di tutti i tempi, allo stesso livello di uno dei suoi predecessori con la maglia numero 7, Liam Brady, e uno davanti all’attuale titolare e compagno di squadra giovanile Bukayo Saka.

Dopo tre stagioni con il Forest, dove vinse il titolo di Prima Divisione nel 1998, Kevin ha avuto un breve periodo con la squadra turca del Trabzonspor, prima di passare all’Everton. Kevin ha giocato oltre 150 volte per il club del Merseyside, diventando anche il favorito dei tifosi, anche per la sua serie di reti alla fine del 1998/99 che ha aiutato la sua squadra a evitare la retrocessione. È stato nominato Giocatore del mese della Premier League per l’aprile di quella stagione. Ha concluso i suoi giorni da giocatore al West Bromwich Albion e al Cardiff City, e in seguito ha goduto di una carriera di successo nei media, un ruolo che lo avrebbe spesso riportato all’Arsenal, dove è sempre stato accolto calorosamente dai suoi ex colleghi. Rimase un caro e caro amico per molti nel club, mantenendo sempre gli stretti legami iniziati nei suoi primi giorni ad Highbury. Il figlio di Kevin, Tyrese, continua l’eredità della famiglia nel calcio inglese; L’attaccante ha giocato di recente per lo Stoke City nel campionato la scorsa stagione. I nostri pensieri sono con tutta la famiglia di Kevin in questo momento incredibilmente difficile.

 
For Latest Updates Follow us on Google News
 

-

NEXT Migliaia di persone voteranno in Venezuela con il desiderio di un cambiamento economico e di ricongiungimento familiare