Janza amareggiato nei confronti di Eriksen – AS.com

Non c’è niente di scritto. Tutti i pronostici davano la Danimarca come favorita, a maggior ragione visto il primo tempo, con un recital di Eriksen. A tre anni dalla rinascita – uscito da un arresto cardiaco – in Coppa degli Europei, il giocatore dello United ha fatto tutto e bene, portando avanti quella che sembrava chiaramente una vittoria. Tuttavia la Slovenia ha saputo dominare le sorprese e le illusioni. Ha resistito al dominio e agli attacchi dei rivali per emergere nel tratto finale. Un tiro di sinistro di Janza pareggia i conti e lascia in aria il futuro di entrambe le squadre.

La Danimarca ha seguito il copione fin dalla prima pagina e ha preso l’iniziativa. Era un monologo rosso. Quando Wind si è inserito nell’area di Oblak, l’assistente ha alzato la bandierina per dare sollievo ad una Slovenia che appena si affacciava alla frenesia iniziale. Gli uomini di Hjulmand provano ad aprire una breccia nella squadra rivale deviando il loro gioco sulle fasce e sui calci piazzati. Lo sloveno Sesko è apparso dal nulla per sfiorare l’1-0 e, subito dopo, è crollato sullo 0-1. Nasce da una rimessa laterale, che ha colto fuori posizione la squadra di Kek. Il vento fa da sprone a Eriksen, che controlla con il petto, prima di creare un destro che crossa per battere Oblak.

La Slovenia è stata costretta a farsi avanti. Non c’erano alternative. Apparvero altri Sporar e Sesko, ma non furono sufficienti. Lo spavento arriva con una brutta respinta su un tiro di Eriksen, che Sesko si schianta contro il corpo di Miakar e quasi scivola tra i tre pali.. Hanno schivato il proiettile nel piede, ma i colpi nemici sono continuati. Bijol taglia un tiro-cross di Eriksen, più attivo che mai, sentendosi il protagonista assoluto di questo film. Il pericolo danese era evidente, mentre le occasioni slovene erano poche e innocue. Il vento ha messo la palla a Eriksen dalla sinistra, che ha tirato alto per quello che sembrava essere 0-2.

Il secondo atto è iniziato con le stesse linee guida del primo. Più Danimarca che Slovenia. Più possesso del Dinamite Rossa. Più pressione. Più pericolo. Più sale contro una rivale troppo insipida. La Slovenia non solo era vestita di bianco, era anche bianca. In effetti, Oblak sembrava aver salvato i mobili. Kristiansen ha colpito Hojlund con un manganello, ma Bijol ha respinto il pericoloso cross nello stomaco del portiere. Ci fu per un po’ uno stop e un disagio… Da lì, grazie ai cambiamenti, si scatenò l’assedio sloveno. Cerin e Sporar l’hanno mandata via, anche se si sospettava un pareggio.

Sesko ha lanciato una palla sul palo. E per contrastare, La fortuna si allea con Janza, che con un sinistro da fuori area tocca leggermente Hjulmand, deviando la sua traiettoria quanto basta per pareggiare il punteggio al 77′.. Fu allora che vennero fuori. All’improvviso tutto era possibile. Schmeichel ferma un tiro di Sporer. La Slovenia trasudava fiducia contro una Danimarca caduta in rovina. L’illusione vince su tutto e la resistenza della squadra di Kek nei momenti peggiori della partita ha permesso loro di arrivare vivi ad una fine pazzesca. Il pareggio ha rotto gli schemi e i pronostici. Anche lo spettacolo di Eriksen.

Goditi tutta l’emozione dell’Euro Cup con Biwenger, la fantasia ufficiale di Diario AS e il numero 1 sul mercato. Mbappé, Kane, Lamine Yamal… In Biwenger puoi ingaggiare tutte le stelle e prendere le decisioni di un vero allenatore. Gioca gratuitamente a Euro Fantasy e ottieni fantastici premi cliccando qui!

I cambiamenti

Benjamin Verbico (66′, Petar Stojanovic), Zan Celar (74′, Jan Mlakar), Jon Gorenc Stankovic (74′, Timi Max Elsnik), Joakim Maehle (76′, Victor Kristiansen), Yussuf Poulsen (82′, Rasmus Højlund), Cristiano Norgaard (82′, Pierre-Emile Højbjerg), Kasper Dolberg (82′, Jonas Wind), Tommaso Delaney (88′, Morten Hjulmand), Gelsomino Kurtic (93′, Benjamin Sesko), David Brekalo (93′, Andraz Sporar)

Obiettivi

0-1, 16′: Eriksen1-1, 76′: Erik Janza

Carte

Arbitro: Sandro Schärer
Arbitro VAR: Fedayi San, Bartosz Frankowski
Morten Hjulmand (48′, Giallo), Stojanovic (52′, Giallo), Zan Celar (83′, Giallo)

Classificazione
Gruppo C P.T. P.J. P.G. PE PP
1 3 1 1 0 0
2 1 1 0 1 0
3 1 1 0 1 0
4 0 1 0 0 1
Gruppo C P.T. P.J. P.G. PE PP
1 3 1 1 0 0
2 1 1 0 1 0
3 1 1 0 1 0
4 0 1 0 0 1
 
For Latest Updates Follow us on Google News
 

-

PREV Incontra i personaggi di ‘Una vita perfetta’, la nuova serie turca che debutta oggi su Telecinco
NEXT Migliaia di persone voteranno in Venezuela con il desiderio di un cambiamento economico e di ricongiungimento familiare