ENARSA ha accettato di continuare ad acquistare gas dalla Bolivia

ENARSA ha accettato di continuare ad acquistare gas dalla Bolivia
ENARSA ha accettato di continuare ad acquistare gas dalla Bolivia

17 giugno 2024 – 00:05

La compagnia statale Energía Argentina SA (ENARSA) ha concordato con la Bolivia di continuare la fornitura di gas per soddisfare la domanda di sette province del Centro e del Nord del paese durante l’inverno, per evitare nuovi problemi di penuria e a seguito della il ritardato completamento dell’inversione del gasdotto Nord (vedi separato).

La società statale ha annunciato di aver firmato con Yacimientos Petrolófilos Fiscales Bolivianos (YPFB) il nono addendum al contratto che li vincola a garantire la fornitura di gas naturale per la domanda del Nord dell’Argentina per i mesi di agosto e settembre.

Dall’ENARSA assicurano che “questa fornitura consentirà di rifornire l’area centro-settentrionale del Paese fino a 4 milioni di metri cubi al giorno (MMm3/giorno) a seconda del fabbisogno della domanda interna, mentre il Gasdotto Nord il progetto è completato, attualmente in corso.”

Il contratto di fornitura tra Argentina e Bolivia, che fornisce gas a sette province del centro e del nord del Paese, scadeva il 31 luglio, dopo decenni di validità.

Con il nuovo rinnovo, sarà prorogato di altri due mesi, con l’obiettivo che, una volta scaduto il periodo di proroga, sarà completata la Reversione del Gasdotto Nord e la domanda inizierà a essere coperta con le risorse di Vaca Muerta.

Dopo la crisi dovuta alla mancanza di gas a maggio, il Governo cerca di garantire che questo scenario non si ripeta nei mesi più freddi dell’anno, così oltre all’accordo con la compagnia petrolifera boliviana, nelle ultime settimane ha fatto passi avanti nella conclusione dei negoziati con Brasile e Cile per rafforzare l’offerta.

Con il Brasile, a fine aprile è stato firmato un Memorandum of Understanding tra ENARSA e Petrobras per un periodo di tre anni, con diversi scopi, tra cui quello di “risolvere la fornitura di gas della NOA mentre i lavori recentemente appaltati per l’inversione della ” Gasdotto Nord.»

Nel frattempo, la scorsa settimana il Cile ha concordato con l’Enap, di proprietà statale, di importare gas naturale per rifornire l’Argentina settentrionale, dal terminale di gas naturale liquefatto (GNL) di Mejillones.

A questo proposito, il Ministero dell’Energia cileno ha riferito che “Engie Energía Chile ed Enap Refinerías firmeranno un contratto di compravendita di gas naturale per esportare i volumi concordati ad ENARSA”.

Jalil ha spiegato il “perché” del suo sostegno alla Legge sulle Basi

“Avremo un regime che andrà a beneficio di Catamarca”

Gutiérrez, con fucile e vestiti

Nei primi quattro mesi dell’anno

A causa del crollo dell’economia la raccolta delle province è crollata del 5,9%

Lo riferisce il Ministero della Salute della Nazione

Allerta per avvelenamento da monossido di carbonio, cresciuta del 64%

Nei primi cinque mesi dell’anno

Gli investimenti nazionali nella Regione Nord sono diminuiti dell’87,6%

Saranno sette le notti di festa

Cartellone completo del Poncho Festival 2024

Testa e croce

Legge Base: l’incertezza continua

 
For Latest Updates Follow us on Google News
 

-

NEXT Migliaia di persone voteranno in Venezuela con il desiderio di un cambiamento economico e di ricongiungimento familiare